1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle(1 voti, voto medio: 5,00)
Loading...

Dieta Fodmap: che cos’è, fasi, benefici, menu esempio e controindicazioni

Dieta Fodmap: che cos'è, fasi, benefici, menu esempio e controindicazioni

La dieta FODMAP risulta essere una tipologia di regime alimentare ideato appositamente per contrastare tutti i disturbi alimentari, come nel caso della sindrome del colon irritabile

Prima di iniziare questa tipologia di dieta è però importante conoscerne tutte le indicazioni e se consigliata proprio per tutti.

Che cos’è la dieta FODMAP?

Pubblicità
Aloe Ferox Bioness

La dieta FODMAP è stata ideata da parte di ricercatori australiani, i quali hanno fondato il loro pensiero sull’idea che i prodotti fermentati, zuccheri tipo galattani, lattosio e fruttosio e zuccheri vari, provocherebbero la comparsa di patologie dell’apparato digerente. 

Per FODMAN si intende proprio Fermentable Oligosaccharides, Disaccharides, Monosaccharides And Polyols. Scegliendo quindi questa tipologia di regime alimentare, si rimuovono tutti gli alimenti con carboidrati a catena corta, colpevoli di provocare sintomatologie di patologie a carico dell’intestino, come:

  • meteorismo
  • gonfiore
  • dolore addominale
  • flatulenza
  • diarrea.

Fasi della dieta FODMAP

Se si vuole seguire la dieta FODMAP è importante sapere che questa è suddivisa in ben 3 fasi, quali:

  1. Prima fase che prevede l’eliminazione degli alimenti FODMAP, eseguibile da 4 a 6 settimane, o almeno fino a quando non si hanno più sintomi.
  2. Seconda fase che prevede di reinserire i suddetti alimenti, annotando se si presentano sintomi, così da capire quali alimenti in particolare portano a malessere intestinale.
  3. Terza fase in cui va stabilito gli alimenti ed i quantitativi da assumere, così da non riscontrare più problematiche.

Alimenti da escludere

La dieta FODMAP richiede l’esclusione di alimenti contenenti zuccheri come:

Alimenti ammessi

E’ possibile assumere tranquillamente tutti gli alimenti che invece non posseggono gli zuccheri appena indicati, o che perlomeno siano presenti in quantitativi minimi. Abbiamo dunque:

  • formaggio stagionato
  • latte privo di lattosio
  • agrumi
  • kiwi
  • frutti di bosco come fragole, lamponi e mirtilli
  • banane mature
  • frutto della passione
  • uva
  • melone
  • sorbetto alla frutta.

Le verdure concesse sono:

cereali ammessi sono:

dolci ammessi sono:

  • sciroppo d’acero
  • zucchero
  • glucosio
  • aspartame.

Benefici della dieta FODMAP

La dieta FODMAP viene specialmente indicata a tutti i soggetti che presentano disturbi intestinali, manifestando gonfiori, dolori addominali e diarrea nel momento in cui ingeriscono questi suddetti alimenti FODMAN.

Questo regime alimentare non consente però di eliminare del tutto queste problematiche ma quanto meno aiuta ad alleviare i fastidiosi sintomi. E’ anche vero che l’intolleranza agli alimenti può molto differire da persona a persona, parlando ad esempio dei kiwi, questi possono generare irritabilità in alcuni, allo stesso modo di formaggi freschi, i quali vengono talvolta tollerati da chi manifesta la sindrome del colon irritabile.

E’ importante specificare che questa non viene consigliata per consentire la perdita di peso, anche se, sostituendo alcuni pasti, si può notare dimagrimento. Ad esempio ciò può avvenire prediligendo la normale pasta a quella integrale, oppure il pesce ai formaggi stagionati.

Menù d’esempio della dieta FODMAP

E’ importante specificare il fatto che la dieta FODMAP può differire da soggetto a soggetto, anche se è possibile stabilire il quantitativo che forma una porzione media. 

Un probabile menù d’esempio della dieta FODMAP può essere:

COLAZIONE: caffè addolcito da un cucchiaino di zucchero, fette biscottate oppure biscotti privi di glutine.
PRANZO: 80 g di riso oppure pasta priva di glutine, 150/200 g di carne o pesce, 30 g di pane privo di glutine, 50 g di lattuga oppure spinaci, 10 ml di olio EVO per condire e 150 g di arancia o banana.
CENA: 200 g di patate oppure 80 g di riso o mais, 30 g di pane privo di glutine oppure gallette di riso, 50 g di uova oppure 50 g di formaggio stagionato, 200 g di zucchine o pomodori, 10 ml di olio EVO per condire e 150 g di mandarini.

Controindicazioni della dieta FODMAP

La dieta FODMAP così come in grado di apportare benefici, può anche generare delle controindicazioni, specialmente se effettuata per periodi troppo lunghi; si sconsiglia infatti di proseguire il regime alimentare per oltre 8 settimane. Ulteriore consiglio è quello di lasciarsi sempre seguire da un nutrizionista, così da essere sicuri di seguire per la giusta strada.

Il proseguimento per lunghi periodi può anche generare una carenza di alcune sostanze alimentari, come vitamine, sali minerali, fibre ed ulteriori macronutrienti. 

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.