1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Mela: proprietà, calorie e controindicazioni

Mela: proprietà, calorie e controindicazioni

La Mela è il frutto del Melo, anche chiamato Pyrus Malus o Malus Communis, il quale è un albero da frutto appartenente alla famiglia delle Rosaceae. Essa è un frutto destagionalizzato, in quanto è facile da trovare tanto in inverno quanto in estate, e, sebbene la sua esistenza risalga all’età della pietra, al giorno d’oggi si conoscono più di duemila tipologie diverse di mele.

Le sostanze nutrienti presenti nelle mele

Per la maggior parte le mele sono composte da polifenoli, che costituiscono il 22% dei polifenoli necessari al nostro organismo, e la loro quantità varia tra 110-347 mg per 100g di prodotto. Inoltre, soprattutto nella buccia, sono presenti elevate quantità di flavonoidi.

Piperina e Curcuma Plus Natural Fit

Inoltre, una mela è composta da un’elevata quantità di vitamine, tra cui in maggioranza: la vitamina B1 in circa 0,02 mg; la vitamina B2 in circa 0,02 mg; la vitamina B3  0,30 mg; la vitamina B9 in circa 1 mcg; la vitamina A in circa 8,00 mcg; la vitamina C in circa 5 mg.

Tra i sali minerali presenti nella mela, infine, ci sono: il sodio in circa 2 mg; il potassio in circa 120 mg; il ferro in circa 0,3 mg;il calcio in circa 6 mg; il fosforo in circa 12 mg; lo zinco in circa 0,1 mg.

Composizione di una mela di 100g

Le proprietà benefiche delle mele

Le proprietà me gli effetti benefici che il consumo di mele può avere sul nostro organismo sono diversi. Principalmente c’è la sua funzione antiossidante e anticancro, la mela, infatti, sembrerebbe un ottimo rimedio per combattere l’avanzamento dei tumori.

Essa è inoltre un vero toccasana in caso di colite, di ritenzione idrica, o nel caso si vogliano seguire delle diete dimagranti. Inoltre, è un frutto che può essere consumato senza problemi in caso di diabete.

Infine, a differenza di altri frutti o delle verdure, la mela non stimola le fermentazioni a livello dell’intestino.

Numerosi studi hanno verificato, inoltre, che la maggiorparte di questi risvolti benefici vengono apportati al nostro organismo dalla buccia della mela. Proprio per questo, è fondamentale comprare mele bio, affinchè se ne possa mangiare anche la buccia.

Diversi tipi di mele

Mela rossa

E’ la mela più indicata per coloro che seguono diete dimagranti e sono determinati a perdere peso. La sua buccia, infatti, contiene il piruvato, ossia una sostanza che svolge la funzione di sciogliere il grasso.

Mela verde

Essa viene anche denominata come frutto della giovinezza. Questo perchè in essa è presenta la vitmina C, che si fa sentire in tutta la sua asprezza, la quale svolge un’azione antiossidante, che combatte l’invecchiamento precoce delle cellule e rafforza le difese immunitarie.

Mela gialla

Tale mela è molto indicata per combattere le rughe e per rafforzare la vista. Essa, infatti, contiene un’alta percentuale di carotenoidi che, in particolare, favoriscono la visione notturna.

Mela fuji

La mela fuji è l’ideale per chi soffre di colite. La sua buccia, infatti, contiene molta pectine, la quale è una fibra idrosolubile, che per questo non irrita le pareti intestinali, rendendo più facile il passaggio in caso di stitichezza, e ostruendolo in caso di diarrea.

Mela renetta

E’ testato che la mela ranetta è in grado di difendere dai tumori. Infatti, se viene mangiata con la buccia riesce a difendere dal rischio di incorrere in cancro fino al 60%. La polpa fino al 40%.

Mela stark

La mela stark è quella responsabile della protezione del cuore e delle vene. Tale funzione è da attribuirsi alle procianidine che contiene, ossia delle sostnate antiossidanti che combattono l’invecchiamento e proteggono a malattie cardiovascolari.

La mela annurca

La mela annurca è quella responsabile dell’idratazione e della tonificazione della pelle, svolgendo un’azione antirughe, non a caso è quella più utilizzata in numerosi prodotti di cosmesi. Per constatarne gli effetti, è necessario frullare una mela bio con succo di limone e 2 cucchiaini di olio di grano. Dopo averlo lasciato in posa per 15 minuti, lavare con acqua tiepida.
E’ necessario ripetere tale processo almeno tre volte a settimana.

Ricette salutari con le mele

Per la febbre:

In caso di febbre, sarebbe benefico per il nostro organismo se mangiassimo per tre giorni mele crude, che svolgerebbero l’azione di purificare il sangue e rafforzare il sistema immunitario.

Per reumatismi, gotta e colite:

In caso di ciò, è necessario preparare un infuso con le bucce di mela: prendere le bucce di due mele, metterle in un pentolino pieno d’acqua, portare all’ebollizione, far cuocere per 10 minuti e filtrare il tutto.

In tal modo, si previene la formazione dell’acido urico, grazie all’azione dei tannini e del potassio presenti nella mela, il quale è responsabile dei dolori della gotta e dei reumatismi.

La mela in cucina

Generalmente la mela va mangiata cruda, come frutto alla fine di un pasto o come semplice spuntino. Tuttavia, essa risulta essere molto versatile, ed è adatta a diverse preparazioni tanto dolci, come ad esempio la torta di mele e le confetture, quanto salate, come le salse da accompagnare ad altre portate.

Essa può subire le più svariate cotture: fritta, lessa, al vapore, al forno, alla griglia.

Tre mele che hanno fatto la storia

La mela, oltre che un frutto squisito, è anche un elemento allegorico e simbolico della storia antica, della mitologia e della religione. Basti pensare, ad esempio, alla mela del peccato originale di Adamo ed Eva rinchiusi nel paradiso terrestre. Si potrebbe anche far riferimento, invece, alla mela d’oro data in premio da Paride a Afrodite, giudicata da lui la più bella dell’olimpo. Ricordiamo tutti, anche, la mela che era stata posta sul capo del figlio di Guglielmo Tell, affinché venisse colpita da un freccia scoccata con estrema precisione. Infine, ricordiamo la celebre mela che cadde in testa ad Isaac Newton, facendogli scoprire la legge di gravità, in virtù della quale oggi conosciamo il nostro universo.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.