1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle(1 voti, voto medio: 5,00)
Loading...

Creme Brucia Grasso: cosa sono, a cosa servono, vantaggi e svantaggi, controindicazioni

Creme Brucia Grasso: cosa sono, a cosa servono, vantaggi e svantaggi, controindicazioni

Le creme termogeniche, altresì note come creme brucia grasso, sono delle creme che vanno poste proprio sulla pelle.

Queste vanno proprio spalmate a livello topico al fine di rimodellare la struttura corporea, rimuovendo gli accumuli lipidici da alcune zone mirate. Le aree maggiormente predilette per la loro applicazione sono addominali, cosce ed ulteriori zone con tendenza all’accumulo.

Cosa sono le creme brucia grasso?

Pubblicità
Aloe Ferox Bioness

Le creme brucia grasso, termogeniche, sono prodotti che consentono la rimozione lipidica da zone localizzate, vista l’azione che consente la velocizzazione metabolica. In seguito all’applicazione, questi prodotti emanano grande caloria così da consentire l’incremento metabolico dei grassi.

La formula è solitamente a base naturale, e visti i principi attivi, si può rimodellare le aree complicate dove sovente di depone il grasso, tipo fianchi, braccia oppure cosce. All’origine dell’accumulo di grasso troviamo l’enzima lipoproteinlipasi, o LPL, il quale consente l’aumento degli adipociti, ovvero delle cellule che formano proprio il tessuto lipidico.

Le aree dove si vanno a generare questi accumuli sono strettamente legati ai fattori genetici; le donne hanno infatti maggiori rotondità su seno, fianchi e glutei, al contrario degli uomini che accumulano sugli addominali.

A cosa servono le creme brucia grasso?

All’interno delle creme brucia grasso sono presenti dei principi attivi in grado di incrementare il metabolismo basale, ciò vuol dire che si va a stimolare la termogenesi, ovvero l’abilità del corpo nel generare calore mediante reazioni cataboliche che vanno ad eliminare le riserve lipidiche del corpo.

Questi principi attivi sono perlopiù rappresentati da ingredienti naturali, i quali hanno il compito di consentire lo sviluppo energetico, come:

  • caffeinaquale alcaloide che si trova all’interno del caffè e guaranà, che consente l’ossidazione degli acidi grassi con incremento metabolico del corpo.
  • antiossidantiche consentono il drenaggio dei liquidi, e li si trovano principalmente nel tè verde.
  • sinefrinaquale sostanza che va ad attivare il metabolismo basale, e la si trova nelle arance amare.

All’interno delle creme brucia grasso vengono sovente inseriti anche alcuni ingredienti che consentono di tonificare la cute, tra cui:

  • acido glicirretico, rintracciabile all’interno della liquirizia e che consente di diminuire il grasso accumulato sottopelle
  • olio di andiroba che viene estratto dalla mandorla della Carapa guianensis, quale vegetale che si sviluppa nella foresta amazzonica, che va a diminuire gli enzimi implicati nella creazione lipidica
  • flavonoidi che troviamo nel ginkgo biloba e cacao, che consentono di tonificare la cute e migliorare la circolazione.

Vantaggi delle creme brucia grasso

Non tutti però credono all’efficienza di queste creme brucia grasso, per cui sovente messe in discussione. Coloro che vanno a sostegno, però, ne associano molteplici vantaggi.

Diminuiscono il grasso sulla pancia, sulle cosce e sui fianchi

Visto l’incremento della termogenesi, si va a produrre maggiore calore ed energia sia nel tessuto adiposo che muscolare. Il calore sviluppato dal metabolismo fa sì che si vadano a consumare calorie. 

I principi attivi inseriti, come caffeina e catechine, favoriscono l’ossidazione degli acidi grassi nei tessuti muscolari, epatici ed adiposo bruno; si perde energia in forma di calore.

Combattono la cellulite

Grazie alle creme brucia grasso non si va solo a diminuire di molto le cellule adipose, ma si va anche ad attivare la microcircolazione cutanea, così da consentire l’espulsione delle tossine presenti nell’organismo. Questo permette la diminuzione dell’accumulo dei liquidi ed edema, migliorando l’aspetto cutaneo.

E’ possibile creare in casa un’efficiente crema al peperoncinoin grado di ridurre la buccia d’arancia e rendere la pelle più tonica.

Ingredienti:

Procedimento:

Tagliuzzare il peperoncino all’interno di un barattolo in vetro, porre l’olio e lasciare in marinatura per almeno un mese, ponendolo in un luogo fresco ed asciutto. Al termine del mese, si dovrà passare al filtraggio del composto, rimuovendo eventuali residui del peperoncino, e porre poi la cera d’api precedentemente sciolta a bagnomaria.

Applicazione:

Porre la crema al peperoncino sulle aree interessate dal grasso, stendendola con movimenti circolari. L’applicazione è prevista per una volta alla settimana, così da ottenere risultati visibili.

Controindicazioni e svantaggi delle creme brucia grasso

Visto che agiscono mediante il calore, le creme brucia grasso possono generare rossore cutaneo, oltre che reazioni allergiche dovute proprio ai principi attivi inseriti ed assorbiti successivamente dalla cute. Tra questi componenti possiamo anche trovare delle sostanze simpaticomimetiche, o per meglio dire, in grado di stimolare il sistema simpatico così da richiamare all’azione adrenalinica.

Queste creme brucia grasso vengono perciò controindicate a:

  • Soggetti ipertesi, in quanto l’adrenalina genera incremento del battito del cuore e pressione arteriosa, con contrazione dei vasi.
  • Soggetti con patologie alla tiroide, visto che le creme brucia grasso possono includere iodio in grado di contrastare con le funzioni tiroidee.
  • Donne incinte, le quali, anche se l’assorbimento dalla cute è molto ridotto di quello orale, si può lo stesso andare incontro a problematiche cardiache ed alla tiroide. Il consiglio è quello di richiedere sempre parere medico prima dell’uso.
Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.