1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Carote: proprietà, benefici, utilizzi e controindicazioni

carote proprieta benefici utilizzi e controindicazioni

Le carote sono fra le verdure più note e consumate in assoluto. Il loro nome botanico è ‘Daucus carota’ mentre il nome deriva dal greco ‘karoton’. La carota è una pianta erbacea della famiglia delle Ombrellifere, alla quale appartengono anche sedano, aneto, finocchio, cumino e prezzemolo.

Benefici e proprietà delle Carote

La carota è nota per avere un apporto nutrizionale molto equilibrato e perché ha delle proprietà nutritive decisamente spiccate. In particolare, la carota è ricchissima di minerali, come zinco, rame, magnesio, calcio e ferro, apporta il beta-carotene, risultando il vegetale più ricco di questa pro vitamina in assoluto, e contiene ovviamente pro vitamina A, vitamina B e vitamina C.

Aloe Ferox Bioness

La radice della carota, che è la parte consumata dall’uomo, è ricca di riserve zuccherine. Invece nella parte erbacea, che non viene mangiata dall’uomo, si trovano delle ricche riserve di flavonoidi.
Le carote sono delle verdure che fanno molto bene alla salute.
I benefici di questa verdura sono davvero numerosi. Cerchiamo di vedere i punti principali:

  • Fanno bene all’apparato cardiovascolare: grazie alla presenza di numerosi antiossidanti, le carote sono una vera toccasana per l’apparato cardiovascolare. Infatti proteggono le arterie e le vene dai danni ossidativi.
  • Povere di calorie. Verdure perfette per la dieta, le carote apportano solamente 41 kcal per 100 grammi di prodotto, quindi sono ideali per chi sta seguendo un regime alimentare.
  • Sono ricche di vitamine e di sali minerali: vitamina K, C, E, sali minerali, beta carotene, che è il precursore della vitamina A.
  • Alto contenuto di fibre: le carote sono ottime per l’apparato digerente grazie alla presenza di fibre che hanno un ruolo protettivo per la mucosa intestinale. Sembra che le fibre delle carote possano proteggere dal cancro al colon.
  • Fanno bene alla vista: la vitamina A aiuta a proteggere occhi e cornea.
  • Fanno bene alla pelle: le carote hanno anche tanti benefici rispetto alla salute della pelle, e all’abbronzatura. La pro vitamina beta carotene permette di preparare la pelle all’esposizione solare.

Utilizzi delle Carote

Le carote vengono normalmente utilizzate in cucina per la preparazione di insalata, di piatti di ogni genere. Dato il loro sapore dolce, sono molto gradite anche ai bambini. Il modo migliore di consumare le carote è cruda, senza togliere la buccia, ma pulendola con molta attenzione. La cottura favorisce la degradazione di alcune vitamine.
Tuttavia quella culinaria non è l’unica possibile utilizzazione delle carote. Infatti esse sono molto utili anche in fitoterapia.

Le carote vengono usate per la preparazione di decotti che hanno proprietà espettoranti e diuretiche, per tisane contro la tosse. I decotti alla carota aiutano la digestione, ed hanno azione lenitiva per l’intestino. Sembra che possano anche aiutare chi soffre di calcoli e di problemi all’apparato urinario.
Nei bambini, il passato di carote viene utilizzato come rimedio contro le diarree.

Controindicazioni sull’assunzione

In genere il consumo delle carote non presenta controindicazioni. Tuttavia se si consumano delle quantità davvero eccessive di questa verdura si può sviluppare la carotenosi, che provoca un colpito giallastro nella pelle. La condizione non è irreversibile: è sufficiente limitarsi ad un consumo minore di carote. Si tenga conto che un consumo di oltre 500 grammi di carote al giorno è considerato eccessivo.

Carote: storia

Le origini di questa verdura risalgono all’Oriente, dove è stata coltivata per migliaia di anni. Nell’antica Grecia e Roma, più che come verdure erano usate come piante officinali, per decotti e infusi.

Oggi la carota, questa pianta erbacea perenne, è coltivata e consumata in Europa e Occidente. Di questa pianta si mangia la radice, che può variare da una lunghezza minima di tre cm a quella di venti cm. Caratteristica tipica della carota è la sua colorazione che tende all’arancio, e i caroteni vengono estratti da questa verdura per svolgere una funzione colorante. Si ritiene che questo classico colore possa derivare dalla mutazione di una specie di colore malva; le prime carote, che furono coltivate in Medio Oriente, nord Africa e Asia, erano di colore viola.

Nel 1700 in Olanda vennero selezionate per la prima volta le carote arancioni, che oggi sono la maggior parte, mentre quelle viola sono considerate pregiate e sembrano avere anche migliori apporti nutrizionali.
La carota si trova in commercio ormai tutto l’anno, ma la stagione ideale della raccolta è quella estiva.
Si tratta di un prodotto estremamente diffuso nella cucina europea e occidentale in genere.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.