1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Kiwi: proprietà, benefici, valori nutrizionali e utilizzi

Kiwi: proprietà, benefici, valori nutrizionali e utilizzi

Il Kiwi risulta essere un frutto avente una polpa verdastra o giallognola ricavato da determinate piante rientranti nel gruppo delle Actinidiaceae. Quest’ultimo presenta una buccia di un colore bruno e internamente presenta una sementa di tonalità nera. La sapidità varia in base a quanto il frutto è maturato, laddove risulta in minor o maggior misura acido e presenta una gustosità dissetante.

Il fruttifero risulta proveniente dallo stato cinese, laddove tendeva ad essere ricavato. Pertanto si è diffuso nel continente europeo alla fine del ‘900 conferendo all’Italia la maggior produttività specialmente nel Lazio e nel Piemonte.

Proprietà ed apporto benefico del Kiwi

Piperina e Curcuma Plus Natural Fit

Tale frutto presenta un elevato quantitativo vitaminico, tra cui apporto di Vitamina C alla consumazione di 100 gr. Pertanto, l’assunzione di kiwi conferisce il mantenimento prolungato del quantitativo vitaminico. Contrariamente, presenta un ridotto quantitativo di sodio, seppur risulti avere un elevato quantitativo di potassio, proprietà che conferisce al kiwi la stabilizzazione del quantitativo di codesti minerali all’interno di un regime alimentare.

La strutturazione di tale frutto prevede il contenuto d’acqua ogni 84% di frutto, il 9% carboidrati e quanto resta risulta essere tutto frutto, grassi e proteine. Risulta inoltre un frutto avente un ridotto quantitativo di calorie capaci di conferire all’organismo circa 44 Kcal ogni 100 gr. di kiwi. Tale frutto ciò nonostante non presenta soltanto vitamina C bensì anche vitamina E, alquanto importante al fine di salvaguardare il fisico dal deterioramento. Inoltre si presenta come un dominante cibo antiossidante.

Per quanto concerne il quantitativo di sali minerali, ogni 100 gr. è capace di conferire 70 mg di fosforo, 25 mg di calcio, 0,5 mg di ferro e 5 gr. di Sodio. Presenti per di più sono fibre vegetali alquanto importanti per quanto concerne la funzionalità intestinale. L’alto quantitativo di potassio conferisce al kiwi l’importanza di essere un frutto prescritto specialmente a soggetti affetti da problemi di pressione alta, poiché a seconda dell’ipertensione è capace di causare uno sbilanciamento nel resoconto fra sodio e potassio, il quale è capace di stabilizzarsi mediante la nutrizione. Dunque tale frutto risulta un cibo alquanto benevolo per quanto concerne la salvaguardia del corpo da patologie tra cui tumori e salvaguardare dunque il DNA.

In aggiunta è capace di difendere il corpo da patologie, dato l’alto apporto vitaminico e di sali minerali. In base ad una ricerca operata alla Rutgers University, tale frutto risulta avere il maggior quantitativo di nutrienti, capaci dunque di cooperare per la salvaguardia di soggetti affetti da asma, in quanto le ricerche hanno affermato che il kiwi è capace di diminuire sintomatologie connesse a colpi di tosse durante le ore della notte e contrastare problematicità alla respirazione.

Il quantitativo di fibre nel kiwi favorisce la diminuzione del tasso di colesterolo all’interno del flusso sanguigno, nonché la regolarizzazione dell’assimilazione di zuccheri nel decorso della digestione. Contrariamente all’elevato quantitativo di Vitamina C alquanto benevola per quanto concerne la fortificazione delle difese immunitarie così come la salvaguardia dei vasi sanguigni, il miglioramento del flusso circolatorio e la riduzione dell’esaurimento ossidativo nel corpo.

Utilizzi del Kiwi

Di tale frutto è possibile consumare non solo la sementa e la polpa, bensì la stessa buccia specialmente se il kiwi è di coltivazione naturale, successivamente ad aver accuratamente lavato e sfregato tale frutto. Nel caso in cui esso fosse estremamente maturato, è possibile suddividere il frutto in due parti al fine di assaporarne la polpa mediante l’utilizzo di un cucchiaio. Inoltre, tale frutto ne vede il suo uso per preparare confetture e gelatine integralmente oppure con l’aggiunta di ulteriori frutti come albicocche e frutti rossi.

Ottimo per preparare macedonie o spiedini alla frutta così come per spuntini pomeridiani. Inoltre con aggiunta di limone si possono preparare preparati agrodolci ottimale per abbinamenti con pietanze salate. Tale frutto vede il suo utilizzo anche di prima mattina successivamente all’intagliatura e al condimento con del limone. Ottimo se accostato a muesli o per una colazione energizzante mediante frullati e disintossicanti da bere durante le ore quotidiane. Tende in aggiunta ad essere adoperato per preparare crostate, sorbetti, gelati e ghiaccioli a base di frutta. L’accostamento con ortaggi (tra cui zucchine e peperoni) lo vede ottimale per preparare insalatone di stagione.

Con tale frutto è possibile creare delle cure di bellezza semplicemente a casa, come maschere per il viso a base di kiwi attraverso la pressione della polpa e l’aggiunta di 1 cucchiaio di olio di mandorle dolci soprattutto se il kiwi risulta alquanto maturato. Pertanto basterà porre il composto su tutto il viso e lasciare in posa per circa 15 m. Successivamente bisogna sciacquare la faccia con uso di acqua tiepida. L’utilizzo della sementa di tale frutto permette il ricavo di olio emolliente e lenitivo, alquanto efficace per conferire alla pelle la lucentezza e contrastare eczemi e psoriasi.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.