1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Cavolo: che cos’è, proprietà, valori nutrizionali, utilizzi e controindicazioni

Cavolo: che cos'è, proprietà, valori nutrizionali, utilizzi e controindicazioni

I cavolfiori, il cui nome scientifico è Caulis floris, sono una verdura appartenente alla famiglia delle Crucifere. Essi sono degli ottimi antiossidanti per il nostro organismo, combattono il diabete ed i problemi di ipertensione.

Che cos’è il cavolo?

Sono tipici della stagione invernale e sono ottimi da consumare almeno due volte a settimana, sebbene possa risultare spiacevole prepararli a causa del loro forte odore. Tuttavia c’è un modo per combatterlo e neutralizzarlo: bisogna mettere sul coperchio della pentola di cottura un pezzo di pane secco bagnato con dell’aceto, che assorbirà gli odori.

Aloe Ferox Bioness

Si consiglia, inoltre, di consumarli freschi, appena acquistati, in quanto sono facilmente deperibili. Infatti, i cavolfiori crudi e non lavati possono essere conservati in frigo dieci giorni, ma se sono stati precedentemente cotti non dureranno più di due giorni, emanando, peraltro, un odore ancora più forte.

Valori nutrizionali dei cavolfiori

I cavolfiori sono ricchi di sostanze nutritive benefiche per il nostro organismo. Ecco qui di seguito elencati i valori nutrizionali per circa 100 grammi di cavolfiori.

Proprietà e benefici dei cavolfiori

I cavolfiori svolgono numerose azioni benefiche per il nostro organismo, in particolare per il nostro apparato cardiovascolare e per la nostra tiroide. Ecco elencate qui di seguito le principali.

Azione dimagrante

I cavolfiori sono caratterizzati da un basso contenuto calorico e allo stesso tempo da un potere saziante molto elevato. Proprio per questo, il loro consumo viene spesso indicato per coloro che seguono diete ipocaloriche.

Azione antiossidante ed antinfiammatoria

Essendo ricchi di Vitamina C e sali minerali, i cavolfiori svolgono un importante azione antiossidante ed antinfiammatoria. Essi eliminano i radicali liberi in eccesso e contrastano i processi di invecchiamento cellulare. Inoltre, sono dei veri toccasana per le infiammazioni. Ad esempio, il centrifugato di cavolfiori è un ottimo rimedio naturale per combattere il raffreddore.

Cavolfiori e diabete

I cavolfiori, inoltre, sono ottimi per il controllo della glicemia e per combattere gli effetti del diabete. Inoltre, secondo alcuni recenti studi scientifici, sembrerebbero avere delle proprietà anticancro.

Cavolfiori, apparato cardiovascolare e tiroide

I cavolfiori sono anche ottimi per tenere sotto controllo e regolare il battito cardiaco e la pressione arteriosa. Inoltre, essi stimolano il corretto funzionamento della tiroide, divenendo un vero toccasana per color che soffrono di colite ulcerosa.

Una ricetta con i cavolfiori

I cavolfiori possono essere preparati nei modi più svariati, oppure essere utilizzati semplicemente come condimento per la pasta. Una ricetta molto gustosa, ad esempio, potrebbe essere quella dei cavolfiori gratinati.

Gli ingredienti necessari per tale ricetta sono:

  • un cavolfiore,
  • pan grattato,
  • olio d’oliva,
  • sale,
  • parmigiano

Mentre, i passaggi da seguire per la preparazione sono:

  1. Lavare il cavolfiore e tagliarlo a pezzi
  2. Mettere a cuocere il cavolfiore tagliato in acqua bollente per circa 20 minuti
  3. Prendere una pirofila e ricoprirne il fondo con un filo d’olio, rivestendone i bordi ed il fondo con il pan grattato
  4. Scolare i cavolfiori cotti e versarli all’interno della pirofila
  5. Ricoprirli con ulteriore pan grattato, aggiungendo un cucchiaio di olio d’oliva
  6. Infornare per 15 minuti a 180°
  7. Una volta cotto, tirare fuori dal forno ed aggiungervi del pepe nero

Curiosità sui cavolfiori

Tutti conosciamo il mito sociale per il quale i bambini nascono sotto i cavoli. Ebbene a quanto pare tale fenomeno non si limita ai bambini, ma è stato esteso anche a delle bambole, le Cabbage Patch Kids. 

Tali bambole, tutte diverse fra loro, si contraddistinguono in quanto ognuna esce fuori da un cavolo, accompagnate dal certificato di nascita e dai dati anagrafici. Furono lanciate nel mercato durante gli anni Ottanta, divenendo immediatamente di moda, per poi scemare lentamente.
Soltanto negli Stati Uniti, al giorno d’oggi, è ancora possibile trovarle.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.