1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Verza: che cos’è, proprietà, benefici, utilizzi e controindicazioni

Verza: che cos’è, proprietà, benefici, utilizzi e controindicazioni

La verza, il cui nome scientifico è Brassica Oleracea ma che viene comunemente chiamata anche cavolo verza, è una pianta crocifere.
Ciò vuol dire che essa ha dei fiori con quattro petali ed ha la forma di una croce, con uno stelo doppio e le foglie che possono essere di colore grigio o verde.

Inoltre, il principale periodo di crescita di tale pianta è tra Ottobre ed Aprile ed è, quindi, un ortaggio tipico della stagione autunnale/invernale. La verza ha origini molto antiche, tant’è che se ne hanno testimonianze sin dalla civiltà greca che da quella romana.

Secondo la cultura greca, ad esempio, il cavolo verza nacque dalle gocce di sudore di Zeus ed aveva delle proprietà medicinali; veniva, inoltre, utilizzata come alimento dalle donne in dolce attesa, in quanto sembrava che aiutasse ad aumentare la produzione di latte.

Piperina e Curcuma Plus Natural Fit

I Romani, invece, la utilizzavano come antidoto, contro l’eccessiva ubriachezza, come disinfettante e come impacco per le ferite. Al giorno d’oggi viene ancora utilizzata come pianta medicinale ed è diffusa, prevalentemente, nelle regioni italiane del centro-nord.

Valori nutrizionali della verza

Tra le principali sostanze nutritive che compongono la verza ci sono sicuramente:

Proprietà benefiche della verza

La verza, grazie ai numerosi principi nutritivi che contiene, svolge numerose azioni benefiche per il nostro organismo, tra cui le principali elencate qui di seguito. In particolare, si può fare una distinzione tra i benefici per assunzione interna e quelli per uso esterno.

Vediamo prima di tutti i benefici per assunzione interna.

Azione tonificante

Tale azione è garantita dal contenuto di Vitamina C, Vitamina B1, Vitamina A e Vitamina E. In particolare, la verza aiuta ad alleviare gli effetti della stanchezza, le condizioni di anemia e di avitaminosi.

Azione decongestionante

La verza, se consumata sotto forma di succo, grazie al suo elevato contenuto di fibre, può aiutare il nostro organismo ad eliminare le tossine in eccesso. Inoltre, aiuta a prevenire e combattere l’influenza, la colite, gli edemi e regola l’attività dell’intestino.
Un’ottima accoppiata, inoltre, potrebbe essere verza e miele, che aiuta a combattere la mancanza di voce

Azione digestiva

La verza, regolando l’attività intestinale, può essere utile per combattere e prevenire anche alcuni disturbi della digestione, come ad esempio la diarrea, la colite, le infiammazioni dello stomaco ed i dolori dell’intestino.

Azione per la circolazione

La verza è ottima anche per migliorare la circolazione sanguigna. In particolare, essa è ottima per condizioni di cardiopatia e di insufficienza venosa, tra cui varici e flebite. Inoltre, essa svolge una naturale azione anticoagulante grazie al suo contenuto di Vitamina K. Passiamo, ora, ai benefici per uso esterno.

Azione antinfiammatoria

La verza può tornare utile per combattere le infiammazioni al naso, alle orecchie e alla gola (come ad esempio l’angina e la laringite), per la bronchite, per l’asma; per alleviare i dolori legati alle emorroidi e quelli muscolari. Ad esempio, nel caso in cui si verifichi una distorsione, può velocizzare e facilitare l’assorbimento del versamento ematico.

In particolare, essa può essere utilizzata come impacco o come cataplasma.
Nel primo caso, per creare un impacco bisogna estrarre la parte centrale della foglia, spremerla per ottenere il succo ed applicarla sulla zona interessata per poi avvolgerla con una garza.
Oppure, si potrebbero riscaldare le foglie passandovi sopra il ferro da stiro, dopo aver estratto la zona centrale, e poi applicare calde sulla zona lesa. Un cataplasma, invece, è un composto, con proprietà curative, che si ottiene mescolando amidi, mucillagini ed oli, da applicare sulla zona interessata

Azione analgesica

La verza, essendo un antinfiammatorio, è ottimo anche per combattere condizioni di nevralgia multipla, mal di testa, mal di denti e sciatica.

Azione astringente

La verza è, inoltre, capace di rivitalizzare i tessuti, tornando utile per combattere i disturbi della pelle, tra cui l’Herpes ed il Fuoco di Sant’Antonio.

Azione calmante

La verza, infine, ha una forte azione calmante. Essa può tornare utile per trattare le irritazioni degli occhi, gli occhi rossi o la congiuntivite.

Ricette con la verza

La verza può essere consumata in svariati modi, ad esempio intera, sotto forma di crema, come succo, come zuppa, è può essere l’ingrediente base di numerosi piatti. Ad esempio, alcuni piatti potrebbero essere:

  • Involtini di ceci e verza
  • Gratin al forno con verza e formaggio
  • Pizzoccheri alla verza
  • Bucatini con la verza
  • Verza stufata con speck
  • Minestra di cavolo verza
  • Cannelloni di verza con pane
  • Stracotto di maiale con verza
  • Zuppa con riso e verza
  • Involtini di verza e patate al curry
  • Involtini di verza ripieni di riso
  • Vellutata di verza
  • Polpette di verza
  • Chips di verza al forno
  • Ravioli al vapore di verza e seitan
  • Arrosto di verza e funghi

Controindicazioni della verza

Ci sono diverse accortezze di cui tener conto nel consumo di verza.

  • Non è consigliabile assumere la verza o piatti a base di essa nel caso in cui si soffre di colon irritabile o ipotiroidismo. Infatti, si potrebbero avere come conseguenza gonfiore, dolori all’addome e diarrea.
  • Per la sua azione anticoagulante sarebbe opportuno che coloro che soffrono di problemi di circolazione non consumino la verza. Il massimo consentito potrebbe essere una tazza di succo di verza al giorno.
  • La verza potrebbe interferire anche con l’azione di alcuni analgesici, diminuendone l’efficacia.
  • Nel caso in cui la verza venga utilizzata come impacco o cataplasma si consiglia di tenerla posizionata sulla zona interessata solo per alcune ore, altrimenti potrebbe comportare la comparsa di vesciche.

Dove trovare i semi di cavolo di verza

Nel caso in cui voleste coltivare il vostro cavolo verza indipendentemente, vi ricordiamo che i semi li potete acquistare su Amazon o Macrolibrarsi. Si ricorda che il momento ideale per la coltivazione è l’autunno.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.