1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Olii da massaggio: cosa sono, a cosa servono, tipologie, composizione e come utilizzarli

Olii da massaggio: cosa sono, a cosa servono, tipologie, composizione e come utilizzarli

Risultante essere un ungente usato al fine di conferire al soggetto molteplici proprietà benefiche nel corso della stimolazione manuale è, l’olio da massaggio. Ad oggi acquistabili in commercio sono differenti varietà di olio che conferiscono differenti benefici a seconda degli ingredienti di cui si compongono.

L’uso di codesta tipologia di olio riguarda diverse varietà di massaggio, che posso riguardare l’ambito estetico, terapeutico, calmante e nell’ambito dello sport. Ovviamente, risulta alquanto essenziale non ovviare le problematicità ad esso legate. Infatti, non bisogna ovviare la fuoriuscita di allergie nei soggetti affetti da ipersensibilità.

Per tale motivazione, precedentemente all’uso di codesto ungente, risulta consigliato l’uso su di una parte nascosta del corpo al fine di evidenziare le reazioni del corpo al prodotto.

A cosa servono gli olii da massaggio

Lo scopo per il quale si tende ad usare l’ungente da massaggio risulta connesso al fatto che incentiva il flusso a contatto con le mani, dunque ottimale al fine di permettere la riuscita di un eccellente massaggio abbassando le discordie ad esso connesso.

Pubblicità
Aloe Ferox Bioness

In aggiunta, l’utilizzo di codesto olio risulta ottimale al fine di spostare la temperatura calda delle mani alla pelle del soggetto che si sottopone al massaggio. Inoltre, l’utilizzo di codesto ungente conferisce proprietà benefiche per quanto concerne:

  • l’abbassamento delle discordie, in quanto ovvia l’irritazione alla pelle;
  • la funzione emolliente, conferendo alla pelle la mancata possibilità che si secchi;

Nel momento in cui la composizione dell’ungente presenta principi attivi vantaggiosi, risulta ulteriormente probabile ricavare proprietà benefiche dall’utilizzo dello stesso.

Difatti, l’olio essenziale congiunto all’ungente da massaggio, tende ad essere usato per molteplici proprietà benefiche che subentrano nel momento in cui si congiungono con la pelle e tendono ad essere usati nel campo dell’aromaterapia.

Tipologie di oli da massaggio

Olio da massaggio profumato

Codesta tipologia di ungente permette la distensione psico-fisica. Il composto distensivo presenta al suo interno olio essenziale di lavanda, ylang ylang, neroli, legno di sandalo, mandarino e camomilla romana, avente la funzione di affievolire l’esaurimento ed incentivare la distensione e l’assopimento.

Addirittura, l’olio risulta avere al suo interno: olio di Vinaccioli, olio essenziale di camomilla romana, arancio dolce, ylang ylang, legno di cedro, patchouli e lavanda. Al fine di usare codesto ungente, risulta bastevole porre sulla zona da trattare oppure sulla pianta del piede un ridotto quantitativo.

Olio da massaggio rilassante

Codesto ungente si presenta composto da un complesso di oli, tra cui: olio essenziale di rosmarino, limone, ginepro e bergamotto, ottimali al fine di svolgere un massaggio rinnovativo e istigante.

Posto all’interno di una confezione dal design italiano e dunque in sughero e legno, si presenta composto all’interno dell’olio di sementa di uva e dunque preparato al fine dell’utilizzo. La presenza del rosmarino permette di conferire all’ungente un profumo rugiadoso e ricostituente per quanto concerne la funzione mnemonica. La presenza dell’olio essenziale di limone conferisce un odore depurato e rugiadoso, operando azione rinnovante e rinvigorente. L’olio di ginepro, invece, presenta un retrogusto acceso con una profumazione agrume e calmante al tempo stesso. Tuttavia, laddove la si usi nel corso della fase di gestazione oppure congiuntamente all’assimilazione di prodotti farmacologici, risulta opportuno il consulto specialistico.

Composizione oli da massaggio

Sul mercato è possibile trovare differenti ungenti da massaggio, ma nonostante ciò, svariati soggetti prediligono l’utilizzo di oli a base naturale. Tuttavia, risulta possibile attestare che gli ungenti da massaggio si presentano composti da:

  • Matrice grassa, e dunque un ungente a tutti gli effetti che tende ad essere usato depurato o congiuntamente ad ulteriori ingredienti. Per tale motivazione, l’ungente funge da portatore per le sostanze agglomeranti;
  • Ingredienti addizionali, al fine di incentivare ed allargare le funzioni benefiche;

Olio vegetale

Nel campo degli ungenti da massaggio a base di ingredienti naturali, la matrice grassa risulta essere composta dall’olio vegetale, avente peculiarità distinte. Tra questi, gli oli che tendono ad essere prediletti risultano essere:

  • Olio di mandorle dolci, date le caratteristiche benefiche tonificanti, emollienti e nutritive;
  • Olio di jojoba, avente caratteristiche benefiche emollienti e di salvaguardia dell’epidermide. Contrariamente ad ulteriori varietà di olio, lo stesso tende ad essere assimilato dalla pelle con maggior velocità;
  • Olio di cocco, e dunque un olio prestante avente caratteristiche benefiche emollienti;
  • Olio di Argan, avente caratteristiche benefiche antiossidanti, tonificanti, emollienti;
  • Olio di macadamia, usato specialmente per le caratteristiche benefiche idratanti e dunque ottimale nel caso di epidermide essiccato ed ipersensibile;
  • Oli di borragine, avente caratteristiche benefiche antinfiammatorie e per quanto concerne i fastidi legati agli eczemi ed alle dermatiti;

Ulteriori ungenti vegetali che tendono ad essere usati al fine di svolgere massaggi risultano essere: l’olio di sementa di girasole, l’olio di germe di grano, l’olio di oliva, l’olio di avocado, olio di sesami e di moringa, ecc.

In aggiunta, spesso si tende a produrre in maniera propria l’olio da massaggio usando l’olio vegetale congiuntamente ad un quantitativo bastevole di oli essenziali. A tal punto, risulta opportuno tenere a mente che l’olio essenziale non deve mai essere usato da solo, in quanto risulta essere estremamente irascibile nei confronti dell’epidermide.

Dunque, nel caso in cui si utilizzino 100 ml di olio vegetale, risulta opportuno porre al suo interno 60 gocce di olio essenziale. In maniera avversa, risulta possibile agglomerare all’olio vegetale gli oleoliti. Affinché si comprenda la bontà dell’ungente, risulta opportuno studiare la consistenza e la viscosità legati all’applicazioni ed all’assorbimento. Ulteriore fattore di valutazione riguarda il profumo, essenziale specialmente nel corso della pratica dei massaggi.

Utilizzi dell’Olio da massaggio

L’uso dell’ungente risulta alquanto esemplificato sebbene risulti essenziale seguire degli step. Innanzitutto non bisogna porre l’ungente in maniera diretta sul corpo, bensì bisogna porlo sulle mani e di conseguenza massaggiarlo sul corpo del soggetto che si sottopone al massaggio.

Ciò nonostante, codesta precisazione non riguarda le varie tipologie di massaggio, poiché vi sono determinati massaggi che vedono l’ungente essere fatto cadere sull’epidermide diretto del soggetto che si sottopone al massaggio. Ulteriore fattore da non sottovalutare riguarda l’uso di un corretto quantitativo di ungente in quanto l’elevato quantitativo compromette lo svolgimento del massaggio.

Alfine, risulta alquanto essenziale che l’ungente si scelga a seconda del massaggio. Naturalmente, uno specialista del campo consiglierà l’olio migliore ed il corrispettivo uso dello stesso specialmente per quanto concerne quantitativi e metodologie.

Olio solido

Nel caso dell’ungente solidificato, si tende ad utilizzare codesta tipologia specialmente nelle aziende eco-biologiche, le quali si focalizzano sulla produzione di prodotti di cosmetica a base di sostanze naturali, con confezioni create attraverso il riciclo di ulteriori oggetti e senza alcuna presenza di plastica.

Spesso, l’ungente da massaggio solidificato risulta essere a base di oli vegetali, burri e cere congiunti affinché sia possibile lo scioglimento del composto. Tuttavia, spesso si tende ad aggregare altre sostanze, come oli essenziali antiossidanti, estratte di erbe e fiori, polveri di caffè oppure di cacao, mandorle affinché risulti possibile avere la medesima funzione dello scrub.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.