1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Borragine: che cos’è, proprietà, benefici, utilizzi e controindicazioni

Borragine: che cos'è, proprietà, benefici, utilizzi e controindicazioni

La Borragine Borago officinalis, è una pianta erbacea che cresce spontanea, dal potere antiinfiammatorio e antiossidante, nonchè alleata per il cuore, appartenente alla famiglia delle Boraginaceae.
Nasce in Oriente, e mano a mano si è diffusa in buona parte dell’Europa e America centrale. Ad oggi viene coltivata in tutte le zone che favoriscono un clima temperato.

Che cos’è la borragine?

Coltivata come annuale, la pianta della borragine, può arrivare ad altezze di 80 centimetri. Le sue foglie si presentano dalla forma ovali ellittiche e picciolate, mentre sulla superficie  possiedono una leggera peluria ruvida al tatto. Queste hanno un colore verde scuro, sono riunite a “rosetta basale”, e hanno una lunghezza di 10/15 centimetri.

Piperina e Curcuma Plus Natural Fit

fiori si presentano di un colore blu tendente al viola, con circa 5 petali messi a formare una stella; nella parte centrale vi sono delle antere, generate dalla coesione dei 5 stami. Sono posizionati alle sommità della pianta e sono uniti in gruppi quando fioriscono (e la fioritura risulta essere anche breve); presentano infine dei lunghi pedicelli.

Dai fiori nascono infine i frutti che non sono altro che degli acheni, dove al loro interno racchiudono dei piccoli semi dal quale è possibile ricavare un importante olio.

Alcuni cenni storici

Per molti deriva dal latino borra o “tessuto di lana ruvida”, a causa della peluria che si trova sulle foglie, per altri deriva dall’arabo abu araq  o “padre del sudore”, mentre per altri ancora deriva dal latino medioevale borrago, a causa delle proprietà sudorifere che gli vengono attribuite.

La medicina popolare antica utilizzava le foglie e i fiori come rimedio per ridurre la febbre, alleviare la tosse secca, ma anche come valido diuretico, emolliente per i tessuti morbidi e per le mucillagini. In antichità si pensava inoltre la pianta capace di risvegliare gli spiriti vitali, ciò stando anche alle parole di Plinio secondo il quale “Un decotto di borragine allontana la tristezza e dà gioia di vivere”.

Ad oggi però, stando agli ultimi aggiornamenti in campo medico, verrebbe sconsigliato l’uso di notevoli foglie e fiori della pianta a crudo, visto che potrebbero contenere alcaloidi pirrolizidinici, dalla sospetta capacità epatotossica e cancerogena.

Proprietà e Benefici della Borragine

All’interno dei semi della borragine, che come precedentemente visto si trovano nei fiori, è possibile trovare gli acidi grassi polinsaturi quali alfa-acido linoleico al 32-38%, acido linoleico al 18-25% e acido oleico al 15-19%, aventi proprietà antinfiammatorie, ma anche riequilibranti per il sistema ormonale delle donne e protettive per il sistema cardiovascolare.

Spremendo a freddo questi semi di borragine, generano un prezioso olio vegetale, valido soprattutto in caso di problematiche a livello cutaneo come ad esempio allergie, eczemi, dermatosi, psoriasi e così via.

fitoestrogeni presenti all’interno della pianta, sono in grado di riequilibrare il sistema ormonale delle donne; l’olio vegetale, viene soprattutto usato in campo fitoterapico proprio per combattere irregolarità del ciclo, dolori mestrualiamenorreacisti ovaricheper diminuire i sintomi della sindrome premestruale e della menopausa.

L’alto contenuto di ormoni vegetali, fanno di quest’olio un ottimo alleato anche contro disturbi cutanei, causati principalmente dal ciclo mestruale (acne, sebo in eccesso e punti neri), ma anche per tonificare il seno.

Utilizzato direttamente sulla pelle del viso, l’olio vegetale di borragine, funge inoltre da antirughe, eliminando macchie cutanee, ma anche smagliatureL’azione antiossidante svolta dai principi attivi ivi contenuti, combattono l’invecchiamento della pelle rinnovando inoltre la pelle secca.

Ad oggi, secondo i più recenti studi clinici effettuati sull’olio di borragine, si è giunti alla conclusione che questi risulti utile anche nel prevenire le patologie cardiovascolari; questo dovuto al fatto che la pianta sia in grado di generare prostaglandine della serie 1, con capacità antiaggregante piastrinicacardioprotettivaantiscleroticavasodilatatrice.

 Da questo si può quindi capire come molte terapie siano basate sull’utilizzo di olio vegetale di borragine, grande portatore di omega 6 e quindi aiuto nel diminuire rischi cardiovascolari, ridurre il colesterolo, ipertensione, e attività infiammatoria coadiuvante in caso di artrite reumatoide.

Utilizzi della Borragine

Ad uso interno viene consigliato l’olio di borragine, presente sul mercato in variante di olio vegetale e quindi utilizzabile nella preparazione di cibi, andando ad inserire 1 o 2 cucchiai al giorno, volendo anche insieme all’olio d’oliva.
È possibile inoltre trovare la variante di integratore alimentare in perle, con un dosaggio consigliato di 1 o 2 al giorno e tenendo conto del problema che bisogna trattare.

Ad uso esterno è possibile trovare sul mercato l’olio di borragine da utilizzare sulla pelle, consigliato soprattutto di sera, poiché funge da antiossidante e quindi utile per pelle secca, rughe. A piacere può essere utilizzato anche insieme alla propria crema preferita, per rendere l’effetto anti invecchiamento ancora più forte.

Controindicazioni della Borragine

Sulla borragine non sono state trovate controindicazioni rilevanti. E’ tuttavia sconsigliato l’utilizzo dell’olio di borragine a tutti coloro che fanno uso di anticoagulanti, per il fatto che all’interno dei semi è possibile trovare l’acido gamma-lineolico, il quale può incrementare i tempi di coagulazione.

E’ inoltre sconsigliato nel caso in cui vi sia una possibile allergia provata o presunta. In caso di malessere rivolgersi immediatamente ad un medico.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.