1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Cistite: che cos’è, cause, diagnosi, alimentazione consigliata e possibili cure

Cistite: che cos'è, cause, diagnosi, alimentazione consigliata e possibili cure

La cistite è un’infezione delle vie urinarie basse, che tende a diffondersi maggiormente tra le donne e comporta l’intenso bruciore e dolore della zona interessata, con frequente stimolo di urinare e fuoriuscita di sangue. Essa può essere causata da diversi microrganismi, che si potrebbero insidiare attraverso i rapporti sessuali o la stitichezza.

Sintomi della cistite

Tra i sintomi più comuni della cistite ci sono sicuramente:

  • intenso bruciore e dolore delle basse vie urinarie
  • frequente stimolo di urinare
  • fuoriuscita di sangue nelle urine

Cause della cistite

Garcinia Cambogia

Tra le cause più comuni della cistite ci sono i batteri, seppur esista anche una cistite causata dalle radioterapie ed una interstiziale.

La cistite batterica si manifesta attraverso un’infiammazione della vescica, che può essere acuta o cronica, causata da germi provenienti dall’intestino, come l’Escherichia coli, il Proetus o L’Enterococcus, che risalgono l’uretra.

Ovviamente, si sa, prevenire è meglio che curare, e, per la prevenzione della cistite, è fondamentale avere a mente due accorgimenti:

  • Non ricorrere all’utilizzo di detergenti intimi aggressivi che potrebbero alterare il pH e abbassare le difese immunitarie dell’organismo
  • Non indossare indumenti (jeans e pantaloni) troppo stretti che potrebbero favorire la proliferazione dei batteri

Diagnosi della cistite

Per diagnosticare la presenza di cistite sarà sicuramente necessario un esame delle urine ed un urinocolutra, per tener conto delle colonie batteriche che si sono sviluppate. Se la cistite è recidivante, inoltre, può essere rilevata attraverso un tampone vaginale.

Rimedi contro la cistite

Alimentazione e cistite

Una delle principali cose da tenere sotto controllo in caso di cistite è l’alimentazione, stando ben attenti ad evitare alcuni alimenti che potrebbero peggiorare la situazione.

Ad esempio, bisogna sicuramente ridurre il consumo di: zuccheri raffinati, alimenti confezionati, succhi di frutta, alcool, caffè, insaccati, formaggi, peperoncino, pepe.

Si dovrebbe, invece, prediligere il consumo di alimenti come: fibre, cereali integrali, frutta fresca, verdura fresca (possibilmente diuretica, come finocchi, cetrioli, indivia, ananas, mandarini, fragole, melone, mirtilli e anguria).

Fitoterapia e cistite

Ci sono diversi rimedi di fitoterapia per la cistite, che consistono nel consumo di alimenti, principalmente piante e frutti, con effetti antisettici, antinfiammatori e che stimolino la diuresi e quindi l’espulsione dei batteri che colpiscono l’uretra. Ad esempio, come rimedi ci sono:

  • Il Cranberry, ossia la versione americana del mirtillo rosso italiano, le cui bacche bloccano l’aderenza dei batteri nella vescica e la loro proliferazione, svolgendo un effetto antibiotico ed antinfiammatorio
  • Il Pompelmo, il cui estratto dei semi ha un effetto antibiotico, ed inoltre rafforza il sistema immunitario e la flora batterica nell’attacco contro i batteri e le infezioni
  • L’Uva Ursina, la quale svolge un’azione antisettica ed antinfiammatoria per le vie urinarie, grazie alle elevate quantità di arbutina che contiene. Inoltre, essa riesce ad attenuare e fermare lo stimolo continuo di minzione. L’uva Ursina viene utilizzata contro la cistite acuta, la cistite cronica, contro l’uretrite e contro la colibacillosi
  • Il Mais, i cui stigmi svolgono un’azione antinfiammatoria, diuretica ed analgesica in caso di infezione alle vie urinarie
  • Il gemmoderivato di Mirtillo nero, di Mirtillo rosso e di Erica, infine, può essere utilizzato contro la cistite acuta, la cistite recidivante, la cistopielite acuta, la cistopielite cronica, la colibacillosi uretrite e prostatite.

Fiori di Bach e cistite

I Fiori di Bach, come si può immaginare, non agiscono direttamente sulla cura fisica della cistite, in quanto essi agiscono soltanto sullo stato d’animo delle persone.

La cistite, a livello emozionale, potrebbe causare dei disagi all’interno della coppia, come frustrazione, delusione e collera. Su tali stati d’animo, potrebbero agire positivamente i Fiori di Bach, calmandoli.

Cistite e Medicina Tradizionale cinese

Attraverso la Medicina Tradizionale cinese è possibile stimolare alcuni punti, attraverso la pratica dell’agopuntura o facendo pressione, per diminuire il bruciore e l’infezione. Tali punti sono:

  • TAI YUAN, vicino al polso, che provvede a tonificare la Milza e il Polmone, bilanciando i liquidi nel nostro organismo
  • TAI CHONG, che si trova sul dorso del piede, che provvede a tonificare il Fegato e la Vescicola Biliare
  • WEI CHONG, che si trova al centro della fossa poplitea, che provvede a purificare il Calore e fortificare la zona lombare

Aromaterapia e cistite

E’ possibile, inoltre, trattare la cistite in aromaterapia, e quindi attraverso l’utilizzo di diversi oli essenziali, assumendone oralmente 2 gocce 3 volte al giorno. Tra gli oli più utilizzati ci sono:

  • Olio essenziale di ginepro: che svolge un’azione antisettica per le vie urinarie, antinfettiva ed antibiotica. In caso di cistite, inoltre, tale olio stimola la diuresi. E’ inoltre indicato anche in caso di  stasi linfatica, edemi, ritenzione idrica, cellulite
  • Olio essenziale di eucalipto: il quale ha delle proprietà antibatteriche, essendo utilizzato in caso di cistite, leucorrea e candidosi, svolgendo anche un effetto deodorante
  • Olio essenziale di timo: il quale agisce prevalentemente sulle infezioni causate da: batteri proteus mirabilis, stafilococchi, enterococchi, pneumococchi, streptococchi, alcaiescens dispar, corinebatterineisseria, e quindi in presenza di cistite enterocolite, candidosi, leucorrea;
  • Olio essenziale di basilico: il quale ristabilisce l’equilibrio della flora batterica intestinale, proteggendola anche da fermentazioni acide, attacchi infettivi di funghi, lieviti ed enterobatteri Gram

Omeopatia e cistite

Il trattamento omeopatico in caso di cistite è:

  • Arsenicum album 9CH:  da prendere 5 granuli, 3 volte al giorno, il quale attenua il senso di bruciore
  • Cantharis 7 CH: da prendere 5 granuli, ogni 2-4 ore, da prendere 5 granuli, il quale deriva dalla cantride, un coleottero della specie dei Vescicanti
  • Mercurius corrosivus 7 CH:da prendere 5 granuli, ogni 2-4 ore,
  • Serum anticolibacillaire 3 DH: da prendere una fiala, 3 volte al giorno

Esercizi in caso di cistite

Naturalmente, ci sono degli esercizi e delle accortezze da poter praticare, per prevenire o accelerare la guarigione dalla cistite, come ad esempio le seguenti.

  • Avere una buona igiene personale
  • Praticare lo yoga, che rafforza la muscolatura del pavimento pelvico
  • Fare passeggiate
  • Respirare anche con la zona inferiore dell’addome, in modo tale che tutti gli organi possano ricevere più ossigeno
  • Massaggi alla vescica
  • Praticare esercizi di Kegel Reverse, che rafforzano il muscolo pubo-coccigeo
  • Praticare esercizi che favoriscano la peristalsi dell’intestino, come quello di appoggiarsi ad una sedia, ed abbassare il bacino finchè si riesce
  • Riattivare la circolazione sanguigna nei pressi dei reni, ad esempio stendendosi a terra a pancia sotto, incrociando le braccia sotto il mento e sollevando le gambe alternandole, senza alzare il bachino dal pavimento

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.