1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Polifenoli: che cosa sono, benefici e in quali alimenti si trovano

Polifenoli: che cosa sono, benefici e in quali alimenti si trovano

Molteplici sono le proprietà benefiche dei polifenoli, i quali tendono a svolgere la funzione contro l’ossidazione e la corrispettiva salvaguardia da tumori.

Mostratosi come elementi a base naturale, i polifenoli sono noti poichè portatori di molteplici peculiarità benefiche all’organismo. Si differenziano in 3 gruppi: Fenolo liscio, Flavonoidi e Tannino. É possibile reperirli in diversificati prodotti alimentari (tra cui vino rosato, thè, frutta e verdura e cereali). Tali prodotti alimentari a loro volta comprendono tali peculiarità benefiche contro l’ossidazione, al fine di elaborare diversificate funzioni da non sottostimare, specialmente per quanto concerne il salvaguardare il deterioramento dei tessuti cellulari e l’accrescimento di neoplasmi. Tali sostanze naturali tendono a salvaguardare la formazioni di eventuali patologie (tra cui arteriosclerosi e patologie che riguardano il cuore e i vasi sanguigni).

Peculiarità benefiche

Garcinia Cambogia

Le peculiarità benefiche di tali sostanze naturali possono essere ridotte nella funzione contro l’ossidazione che gli stessi tendono ad elaborare. Tali polifenoli, hanno la capacità di salvaguardare i tessuti cellulari da eventuali danneggiamenti causati da radicali liberi e pertanto hanno la capacità di diminuire eventuale deterioramento dei tessuti cellulari e infiammazioni, soprattutto processi basilari per quanto concerne la diffusione di cancro. Studi nel campo della scienza hanno attestato che tali sostanze naturali hanno la il ruolo di interporsi nei trattamenti primari per quanto concerne la diffusione del tumore, andando a salvaguardare le cellule da eventuali attacchi da parte di fattori nocivi. Per tale motivazione, la corrispettiva azione risulta essere di rilevante importanza al fine di salvaguardare eventuali tumori come quello che colpisce i polmoni, lo stomaco, l’esofago, il pancreas, il fegato e i tessuti cutanei.

La funzione dei polifenoli per quanto concerne il contrastare eventuali infiammazioni risulta essere sicura in quanto questi riescono ad interdire l’operazione svolta dall’acido arachidonico. In aggiunta, svolgono funzioni al fine di contrastare eventuali batteri esterni e la funzione al fine di combattere infezioni virali. É opportuno tenere a mente che tali sostanze naturali hanno la capacità di salvaguardare il corpo umano da eventuali patologie come arteriosclerosi ed ulteriori (tra cui trombosi, patologie che riguardano il cuore e i vasi sanguigni, ed ictus).

In quali alimenti si trovano

Drink nel quale è possibile riscontrare molteplici polifenoli sono thè verde e vino rosato (in quanto tali sostanze naturali sono maggiormente contenute internamente all’uvetta). La stessa frutta e verdura presenta un elevato quantitativo di polifenoli, specialmente riscontrabili, nei frutti di bosco, negli agrumi, nelle marasche, negli spicchi d’aglio, nelle cipolle, nei broccoli, nella verza e nei pomodori. I polifenoli li troviamo anche internamente ai cereali integrali, specialmente nel granturco, nei semini e nei frutti essiccati. Molteplici li riscontriamo anche nella cioccolata, nel cacao bruno, nelle bevande al malto d’orzo e nell’olio e.v.o.

Al fine di apportare sempre un elevato quantitativo di tale sostanza naturale nel corpo, è opportuno seguire un programma alimentare adeguato, che vede la somministrazione di prodotti alimentari a base vegetale, prodotti freschi e del periodo. Favorevole è l’inserimento di spezie, adoperate come sostitute del normale sale e pepe e utilizzare l’olio e.v.o sottoposto a processi di spremitura fredda. Essenziale risulta essere la consumazione di ortaggi assimilati crudi e/o cotti mediante procedimento che evita il contatto diretto con l’acqua e il cibo da cuocere.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.