1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Patata Dolce: proprietà, benefici, valori nutrizionali e utilizzi

Patata Dolce: proprietà, benefici, valori nutrizionali e utilizzi

Conosciute anche col nome di patate americane, le patate dolci si presentano come un’ulteriore varietà delle patate comunemente utilizzate e dunque tende ad essere adoperata per la preparazione di svariate pietanze dolciastre e salate.

Conosciuta anche come batata, la patata dolce rientra nel complesso botanico delle Iponea Batatas, una radica bulbosa dal gusto dolciastro e dall’abbondante presenza di amido.

Che cos’è la patata dolce?

Pubblicità
Piperina e Curcuma Plus Natural Fit

Si presenta similare alla patata classica, soltanto per quanto riguarda il denominativo, la conformazione e la compattezza sebbene faccia parte di due complessi differenti. Difatti, la patata americana non rientra nel complesso delle Solanacee, bensì delle Convolvulaceae.

Proveniente dai paesi dell’America tropicale, tende ad oggi ad essere colto in molteplici parti del mondo, anche in Italia (specialmente in Puglia e nel Veneto). La tonalità del tegumento va dal rossastro all’arancione, dal marrone al biancastro contrariamente alla polpa che si presenta giallognola, aranciata oppure di tonalità viola.

Data l’abbondanza di minerali e di vitamine, al suo interno risulta possibile trovare un ridotto quantitativo di grassi, così come:

In aggiunta, molteplici soggetti ritengono che la patata dolciastra e dal succo di tonalità aranciata rafforzi la vitamina A e dunque abbia la capacità di combattere l’appetenza nei paesi più poveri.

Benefici della patata dolce

Aventi un elevato quantitativo di sostanze benevoli per il corpo, le patate dolci vantano della compresenza di fibre (contrastanti la stipsi) contrariamente alla compresenza di Vitamina A, B6 e C nonché di sali minerali (ad esempio magnesio, potassio, calcio, manganese e fosforo) i quali lo rendono un’integratore totalmente naturale.

Il Center of Science in the Public Interest (CSPI) ha inserito le patate dolci fra i vegetali maggiormente benefici per la salvaguardia salutare dell’organismo. Questo perché presenta un abbondante presenza di sostanze benefiche non soltanto internamente bensì specialmente nel tegumento esterno delle radiche bulbifere.

La tonalità aranciata di tali patate risulta connessa all’abbondanza dei carotenoidi, e dunque composti operanti azione antiossidante. La funzione anti-età tende ad aumentare data la compresenza di ulteriori flavonoidi ed antociani. Ulteriore caratteristica benefica di tali patate risulta connessa al ridotto tasso glicemico.

All’interno del tegumento risulta presente una sostanza denominata Cajapo, avente proprietà benevoli per quanto concerne l’abbassamento del colesterolo e della glicemia. Dunque, tali patate risulta ottimali in quanto:

  • aventi un elevato quantitativo di minerali e vitamine;
  • aventi un elevato quantitativo di fibre;
  • operanti azione antiossidante;
  • aventi un ridotto tasso glicemico a differenza delle patate comunemente utilizzate;
  • aventi la capacità di abbassare il colesterolo ed i trigliceridi.

Valori nutrizionali della patata dolce

Il consumo dunque di 100 g di patate dolci e cotte al vapore conferisce al corpo all’incirca 80 Kcal. Risulta essere un carboidrato complesso sebbene apporti un modesto quantitativo proteico (pari al 5%) senza alcun quantitativo di grassi.

Per tale motivazione, risulta essere un cibo che tende ad essere deglutito anche dai soggetti che seguono un regime alimentare dimagrante.

Utilizzi della patata dolce

Sebbene possa risultare difficoltoso l’utilizzo di tale varietà di patata nell’ambito culinario, ciò nonostante risulta essere un ingrediente ottimale da incorporare alle pietanze con patate e zucca. La sapidità e la compattezza risulta difatti similare a quest’ultime. Si presta perfettamente alla cottura in forno, o anche alla frittura, similmente alle classiche patate.

Ulteriore utilizzo le vede sottoposte a cottura al vapore e con aggiunta di sale, olio e limone. Le patate dolci cotte al vapore tendono ad essere spremute mediante l’utilizzo di un passapatate al fine di ottenere una purea dalla tonalità aranciata.

Ulteriore utilizzo le vede ottimali al fine di preparare le baked potatoes, ossia le patate cotte al forno e piene di formaggio, verdure ed ulteriori ingredienti. Ulteriore ricetta le vede agglomerate alle zuppe oppure sul pane. Tuttavia, contrariamente alle patate comunemente adoperate, quest’ultime tendono ad essere deglutite senza cottura congiuntamente al tegumento esterno che ovviante deve essere sciacquato accuratamente.

Oppure nel medesimo modo ma inserito all’interno di insalate. Per quanto concerne le pietanze dolciastre, le patate dolci risultano ottimali al fine di preparare muffin e torte dato il sapore dolce e raffinato al tempo stesso. Dunque, risulta possibile utilizzare le batate dolci per la preparazione di:

  • patate al forno;
  • patate fritte;
  • purea;
  • baked potatoes;
  • zuppe;
  • a cubetti all’interno di insalate;
  • muffin;
  • torte;

Dolcetti di patate dolci e cocco

Bisogna innanzitutto tagliare la batata a cubetti e cuocerla all’interno di una friggitrice con dell’olio di cocco. Privarle dell’olio e dunque adagiarle di volta in volta su dello scottex. Alla fine, cospargere della farina di cocco oppure della sementa di sesamo.

Batatas bravas

Pietanza peculiare della Spagna, vede le patate dolci essere utilizzate per la preparazione delle batatas bravas. Bisogna difatti avere:

  • ½ kg di patate dolci;
  • 1 cipolla sminuzzata;
  • sale;
  • pepe;
  • aglio in polvere;
  • peperoncino;
  • prezzemolo;
  • olio di oliva;

Preparazione

Bisogna sottoporre a processo di ebollizione le patate precedentemente tagliate a cubetti all’interno di acqua salata per 45 minuti. Successivamente a ciò, bisogna porre il composto all’interno di una scolapasta e aspettare che essi siano totalmente prosciugati. Contemporaneamente porre all’interno di una padella dell’olio di oliva e della cipolla, rosolare e porre le patate. Continuare la cottura sino a che le stesse non si presentano fragranti. Insaporire con del prezzemolo e del sale.

Patate dolci e melanzane alla libanese

Per la preparazione delle patate dolci con melanzane alla libanese bisogna avere a disposizione:

Preparazione

Bisogna innanzitutto preriscaldare il forno a 300°C. Sminuzzare le patate dolci e sottoporre a processo di ebollizione all’interno di abbondante acqua. Scolare e porle all’interno di una pirofila con aggiunta di olio. Cuocere in forno e dopo 20 minuti, girare e porre gli spicchi d’aglio, la cipolla precedentemente tagliata, il peperoncino ed ulteriori spezie. Successivamente alla cozione in forno servire con aggiunta di coriandolo fresco e succo di limone. Per quanto concerne invece la melanzana, bisogna dividerla in due parti e coprire la parte interna con del sale precedentemente al porla in forno per 30 minuti a 300°C. Successivamente a ciò, eliminare la polpa ed ottenere una consistenza similare al purè con aggiunta di yogurt, tahini e succo di limone. Accompagnare accanto alle patate precedentemente cotte.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.