1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Durio zibethinus (Durian): che cos’è, valori nutrizionali, proprietà, utilizzi e controindicazioni

Durio zibethinus (Durian): che cos'è, valori nutrizionali, proprietà, utilizzi e controindicazioni

Risultante essere un frutteto estratto dall’arbusto del Durio, il Durian presenta differenti tipologie, come il Durio zibethinus. Dato l’alto quantitativo di principi nutrizionali, vitaminici e sostanze nutraceutiche, tende ad essere ritenuto il re dei frutti.

Che cos’è il Durian?

Risulta essere un preponderante arbusto che raggiunge i 50 metri e predilige le temperature tropicali, avendo bisogno pertanto di un elevato quantitativo d’acqua e di climi mai inferiori ai 10°C.

Pubblicità
Piperina e Curcuma Plus Natural Fit

Tende ad essere rintracciato nell’Asia del Sud, in Indonesia, in Malesia, in Thailandia e nell’India del Sud. Il frutteto dà vita a frutti similari al jackfruit ed al cempedak e presenta una buccia coperta da aculei spinosi che salvaguardano i quadruplici noduli del succo che si trova attorno alla sementa.

In base alla tipologia, il succo si presenta di tonalità biancastra, verde, giallognola, rosacea e rossa. Risulta ottimale al fine di ovviare i problemi connessi al colon, all’intestino, al muscolo cardiaco, al fegato, alla formazione cellulare ed al flusso sanguigno, nonchè al cervello.

Valori nutrizionali e proprietà del Durian

Dunque ottimale per i soggetti che praticano sport. La somministrazione di 100 g di Durian conferisce 147 Kcal di cui:

Rientra nel complesso dei superalimenti. Difatti ricerche svolte nel 2011 ed inerenti alle caratteristiche benefiche antiossidanti attestano che il quantitativo di acido ascorbico risulta inferiore soltanto al salak, al mangostano ed al kiwi.

Difatti, il durian è posizionato al primo posto nella classifica specialmente per quanto concerne il quantitativo di flavonoidi, di acido caffeico e quercetina, operanti funzione antivirale e di salvaguardia dal cancro.

È posizionato al primo posto anche per quanto concerne il quantitativo di antociani, maggiori rispetto a quelli presenti all’interno del salak ed è posizionato al secondo posto nel complesso del beta-carotene.

Risulta essere ottimale per quanto concerne la cura dei livelli alti di colesterolo ed ottimale in quanto coopera per quanto concerne la prevenzione dell’arteriosclerosi. Al suo interno elevati sono i quantitativi di Vitamina B1, B6, B2 e C nonché di triptofano, riassunto col nome di serotonina e dunque di regolatore dell’assopimento e delle funzionalità del sistema nervoso.

Utilizzi del Durio zibethinus (Durian)

Ciascuna tipologia di Durian presenta tonalità diverse e ciascun frutteto cambia il gusto a seconda della maturazione, in quanto deteriorandosi diventa sprovvisto di molteplici peculiarità e dunque coloro che gustano lo stesso non conferiscono allo stesso rilevante rilevanza.

La preponderanza di gusto dello stesso, costituita dall’abbondanza degli armonici, ossia di un quantitativo rilevante di gusti e retrogusti intrinsechi che lasciano stupiti ciascun soggetto che ne fa utilizzo.

Nel caso in cui si assapori un durian maturato alla perfezione, si presenta estremamente dissetante ed avente una nota dolciastra similare al miele, al gelsomino, al caramello, al caffè, alla vaniglia, alla cioccolata, così come alla mostarda, all’aglio e la cipolla, al sherry, alla mandorla, alla noce, alla resina, alle uova, al formaggio erborinato, al tubero dolce, all’ananas, alla papaya, alla zucca, ecc.

Tale profumo risulta connesso all’abbondante tipologia di sostanze sprigionate dal frutteto che presentano tioli, esteri, acido solfidrico e dietilsulfito. Tuttavia, vi sono durian che non hanno odore. Ciò nonostante, coloro che fanno utilizzo del durian ritengono che esso sia composto da un complesso di gusti armoniosi, delicati e squisiti al tempo stesso. Fogliame, frutteti e radiche presentano caratteristiche benefiche terapeutiche (dunque antifebbrili, contrastanti l’ittero e curative delle patologie della pelle).

Risulta essere uno dei cibi preferiti anche degli animali, come le tigri, gli elefanti, gli scoiattili, l’orango e svariati uccelli. Il frutteto di dimensioni rilevanti tende a presentare un odore nauseabondo sebbene abbia un sapore squisito (dolciastro e piccante al tempo stesso, così come i gelati alla vaniglia).

Il succo tende ad essere deglutito appena colto sebbene sia spesso utilizzato per la preparazione di gelati, biscotti e caramelle. Spesso lo si pone all’interno di confezioni e posto in freezer oppure sottoposto a cottura con l’uso di zucchero oppure posto sotto al sale all’interno di barattoli. Ulteriore utilizzo lo si vede ottimale al fine di preparare salse e condimenti. La sementa si presenta assolutamente mangiabile, previa cottura al vapore, frittura oppure cottura al forno.

Controindicazioni del Durian

Non vi sono particolari avvertenze riguardo tale frutteto sebbene l’unica sia connessa allo sgradevole e nauseante profumo che conferisce al durian la difficile trasportazione e conservazione nei luoghi ostruiti.

Difatti, all’interno degli aereoporti, sugli autobus oppure negli alberghi dei paesi laddove viene colto tende ad essere esposta la proibizione dello spostamento del durian dato il profumo nauseante.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.