1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Vaniglia: che cos’è, proprietà, benefici e utilizzi in cucina

Vaniglia: che cos'è, proprietà, benefici e utilizzi in cucina

La Vaniglia Vanilla planifolia, non è altro che un fiore, o meglio un’orchidea, che ha la sua culla in Messico, e che ci dona dei “frutti” che possono essere mangiati, ovvero dei baccelli, dal quale si va a ricavare una spezia molto dolce e dal forte aroma avente proprietà afrodisiache, antistress e anti-insonnia.

Questi baccelli ricavati dalla vaniglia, hanno una lunghezza di almeno 30 centimetri, e, successivamente alla loro coltura, vengono lasciati a fermentare e poi ad essiccare.
Ad oggi sono state riconosciute diverse tipologie di pianta di vaniglia, anche se le più preziose restano:

  • Vaniglia Bourbon, che prolifera in particolar modo nell’isola Réunion e in Madagascar;
  • Vaniglia Tahiti, che presenta baccelli più scuri e grassocci, con un aroma tra il fruttato e il dolce.

Proprietà e Benefici della Vaniglia

Aloe Ferox Bioness

Ad oggi alla vaniglia sono state attribuite importanti proprietà e benefici utili per il nostro organismo. È importante prima di tutto dire che rappresenta uno degli antisettici naturali più potenti che vi siano, nonché un importante calmante; ha infatti una forte azione antistress e combatte l’insonnia: latte caldo e vaniglia aiutano molto nel prendere sonno.

L’aroma della vaniglia è dovuto al suo contenuto di vanillina, che non è altro che un polifenolo dalle proprietà antiossidanti, che mantiene giovane l’intero organismo, combattendo i radicali liberi.

Come già precedentemente detto, si pensa che la vaniglia abbia anche proprietà afrodisiache; coloro che seguono la teoria delle segnature, associano la forma dei bulbi di vaniglia a quella dei testicoli, pensandola quindi in grado di stimolare l’eccitazione sessuale.

Ad inizio ‘900, la vaniglia veniva prescritta dai medici contro la frigidità, e tra tutti i sintomi attribuiti al vanillismo, ovvero i sintomi generati dall’assunzione della vaniglia, vi era questa smoderata passione sessuale, oltre alla dermatite e ad ulteriori malanni.

Valori Nutrizionali della Vaniglia

Nelle sue 288 calorie per ogni 100 grammi di prodotto, è possibile trovare:

Utilizzi in cucina della Vaniglia

Come già detto, la vaniglia presenta un sapore molto dolce e fortemente aromatico, nonché fresco e dal sentore esotico; la vaniglia Bourbon si presenta più intensa, mentre quella Tahiti più delicata.

Per sapere come avvenne il primo utilizzo della vaniglia, dobbiamo andare indietro nel tempo fino ad arrivare all’età degli Aztechi, i quali solevano preparare cacao aromatizzato alla vaniglia, ottenendone una dolce bevanda simile all’odierna cioccolata calda con aroma di vaniglia.
Un’antica leggenda narra che l’imperatore degli Aztechi Montezuma fece dono di questa bevanda alla vaniglia ad Hernando Cortés, un conquistatore spagnolo, che non esitò a portarla nella sua patria al fine di far degustare a tutto il Vecchio Continente la preziosa bevanda.

Al giorno d’oggi la vaniglia trova un largo utilizzo all’interno di dolci e di gelati, al fine di donare maggiore aroma a zucchero, cioccolato, latte o liquori.
Si utilizza spesso anche la vanillina, al fine di coprire il pungente sapore del lievito e donare maggiore aroma e sapore a torte o biscotti. Nella cucine orientali ed africane, la vaniglia viene utilizzata anche come aromatizzante di piatti salati.

Dall’interno dei baccelli di vaniglia, è possibile estrarre dei piccoli semi, che il più delle volte vengono inseriti in molte preparazioni culinarie, mentre il baccello esterno, si può inserire nel contenitore con lo zucchero al fine di donare maggiore aroma, soprattutto quando lo si versa nel caffè.
In molti sapranno che qualche tempo fa, in particolare in Francia e paesi anglosassoni, la vaniglia è stata inserita nella Coca Cola, da cui si è ottenuta poi la Coca Cola Vaniglia, dal sentore leggermente dolciastro.

Lo Sapevi?

La vanillina presente nella vaniglia al 4%, è una molecola aromatica, riproducibile sinteticamente anche dall’uomo; motivo per cui ad oggi è possibile acquistarla a prezzi sia elevati che meno, ed il prezzo è influenzato dalla sua naturalità.
Secondo la legislazione europea, la vanillina sintetica risulta essere simile alla naturale, anche se in commercio deve essere venduta come semplice “aroma” e non come “aroma naturale”; l’aroma della vanillina sintetica risulta infatti meno forte rispetto alla naturale e trova ad oggi un largo utilizzo nell’industria alimentare.

Produrre vaniglia non è affatto semplice, la lavorazione richiede infatti dei processi difficoltosi e delicati. Le orchidee col compito di produrre baccelli da vaniglia, vengono fecondate a mano, per il fatto che vi è al mondo solo un insetto che può fungere da mediatore dei fiori, e questo è possibile trovarlo solo in Messico. 

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.