1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Vitamina B2 (Riboflavina): a cosa serve, proprietà, controindicazioni e dove trovarla negli alimenti

Vitamina B2 (Riboflavina): a cosa serve, proprietà, controindicazioni e dove trovarla negli alimenti

Vitamina B2: A cosa serve

Così come le vitamine del complesso B, anche la vitamina B2 (nota anche come riboflavina), è solubile in acqua e risulta essere fondamentale date le molteplici proprietà che svolge nell’organismo, specialmente per quanto concerne la cute.

Essa infatti salvaguarda le mucose della respirazione e della digestione, e contribuisce a mantenere integro il cervello, la pelle e la vista. É efficiente per quanto concerne l’accrescimento e il progresso, poichè implementa il composto proteico nelle diversificate risposte del corpo.

Aloe Ferox Bioness

Inoltra tale vitamina favorisce anche la fortificazione del sistema immunitario.

In quali alimenti si trova

Tale vitamina è presente all’interno del lievito, nel manzo, nel latte, nello yogurt, nei formaggi, nel pollo e nella frutta secca (come le mandorle).

Dato che non tende ad accumularsi, è opportuno assumerla quotidianamente. Essa tende ad essere assorbita dalle pareti intestinali per poi essere traslocate dal flusso sanguigno alla cute. É deteriorata dalla radiazione luminosa e non dalla bollitura. Aggiunta al bicarbonato essa tende ad essere eliminata.

Solitamente essa viene assimilata anche mediante le bibite contenenti alcolici, il consumo di tabacco, di elevati zuccheri e di caffeina. É opportuno tenere a mente che gli stessi antifecondativi comportano una riduzione di vitamina B2.

Proprietà e benefici

La vitamina B2 è inoltre fondamentale per quanto concerne il fabbisogno di energia, il normale funzionamento di tessuti, unghia e cura di capelli, nonchè per quanto concerne la buona funzionalità degli occhi. É efficiente pertanto per la difesa e la cura della perdita di trasparenza del cristallino oculare.

Favorisce in aggiunta l’assimilazione di ferro e vitamina del gruppo B. Viene impiegata al fine di generare globuli nel flusso sanguigno, la formazione di difese immunitarie, il respiro delle cellule e lo sviluppo.

Tale bisogno accresce durante la fase dello sviluppo e nel caso in cui si assimilano in quantità elevate le proteine.

Carenze di Vitamina B2

Le sintomatologie che individuano un’insufficienza di tale vitamina vedono problemi ai tessuti e alla membrana umida (che causa dunque la formazione di crepe ai lati della bocca, prurigine nel contorno del naso, delle orecchie, dei capelli) nonchè problemi di glossite, di infiammazione della mucosa del cavo orale, rossori al globo oculare e elevata percettibilità alla radiazione luminosa.

Insufficienza di riboflavina non è comune e il più delle volte è strettamente connessa ad una mancanza di vitamina del gruppo B. Le sintomatologie comportano inoltre la diminuzione di appetenza, spossatezza, indebolimento, l’essere sconfortato, problemi di oligoemia nonchè scomparsa della percezione.

Sovradosaggio di Vitamina B2

Tale vitamina non inquina. Assumere e somministrare elevati dosaggi pertanto non comporta problemi pesanti per lo stato di salute seppur il sovradosaggio è tranquillamente espulso urinando.

É opportuno però tenere a mente che un’eccessiva esistenza comporta alle urine una tonalità giallastra.

Fabbisogno quotidiano di Vitamina B2

Per quanto concerne le persone mature (sopra gli 11 anni) devono assimilare quotidianamente un dosaggio corrispondente agli 1,8 mg (circa 1,4 nelle donne nella fase della gestazione); contrariamente, per quanto concerne i bimbi, le dosi opportune vanni dagli 0,5 mg negli infanti agli 1,4 nei bimbi aventi un’età pari ai 10 anni (dunque 0,9 mg per i bambini dagli 1 ai 3 anni; 1,1 mg dai 4 ai 6 anni).

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.