1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Semi Germogliati: cosa sono, proprietà, benefici, utilizzi e controindicazioni

Semi Germogliati: cosa sono, proprietà, benefici, utilizzi e controindicazioni

Semi Germogliati sono alimenti derivanti dalla germinazione di specifici organi di piante definite in gergo tecnico spermatofite peculiari per essere fonte naturale ed inesauribile di vitamine, fibre, e proteine essenziali per il nostro organismo.

Sicuramente almeno una volta nella vita avrete mangiato dei Semi Germogliati senza saperlo, perchè sono più comunemente chiamati con il loro nome specifico, un esempio banale sono i cerali, i legumi, il ravanello e tanti altri ancora.

In questo breve articolo imparerete a riconoscerli, scoprirete le loro proprietà e i loro benefici ma soprattutto conoscerete il modo corretto di trattare questi ingredienti e le loro possibili controindicazioni. Scopriamo insieme qualcosa in più!

Che cosa sono i Semi Germogliati ?

Semi Germogliati sono il frutto della fase di “Germinazione ” del seme delle piante definite in ambito botanico “spermatofite”, che grazie  ad un clima e ad un ambiente umido riescono ad arrivare a maturazione.

L’ embrione interno al seme se trova la giuste condizioni chimico-ambientali, ossia presenza di ossigeno, acqua, nutrienti, temperatura non eccessivamente fredda può dare inizio ad un processo metabolico al termine del quale si avrà il famoso “seme germogliato”.

Garcinia Cambogia

Esempi di Semi Germogliati sono:

Quali sono le Proprietà e i Benefici dei Semi Germogliati?

Semi Germogliati sono famosi sia per la loro facilità di produzione, possono essere coltivati anche in casa seguendo delle rigide regole come successivamente vedremo, sia per le loro caratteristiche nutritive che li rendono parte fondamentale e imprescindibile di qualsiasi dieta equilibrata.

Infatti secondo gli autorevoli studi della Dottoressa Catherine Kousmine si è scoperto che i i germogli rispetto ai semi embrionali presentano un livello di Vitamine e Proteine nettamente superiore. E’ durante la fase di Germinazione che il processo metabolico arricchisce i semi di sostanze nutrienti.

I valori proteici e vitaminici possono quindi raddoppiare e triplicare, ed ecco a voi una lista di quello che dalle analisi comparative è emerso:

Secondo una ricerca di Barry Mark dell’ Università della Pensylvania ha evidenziato invece l’ aumento Proteico del Germoglio stimato del 15-20 % rispetto al seme madre con una conseguente variazione e trasformazione a livello chimico nella composizione dei carboidrati. 

Inoltre è stato evidenziato come durante la Germinazione avviene sempre attraverso processi chimici complessi una liberazione di elementi Antiossidanti come le Vitamine AEC e di numerosi Sali Minerali come Magnesio, Potassio, Ferro, Calcio.

Dopo questa breve parentesi al lettore dovrebbe essere chiaro che i germogli rappresentano un vero MIX NUTRIENTE al 100% naturale che comporta una serie di benefici per il nostro organismo come:

  • favorisce il processo metabolico e digestivo
  • combatte la carenza di Vitamine
  • assicura all’organismo un elevato apporto di proteine e sali minerali
  • dona forza e resistenza
  • fortifica il sistema immunitario

Come produrre i Semi Germogliati in casa ?

Produrre i Semi Germogliati è davvero un gioco da ragazzi purchè si seguano alla lettera le seguenti regole:

Materiale necessario:

  • semi 20-30gr di semi
  • acqua
  • contenitore da 400-500ml
  • scolino
  • incubatrice

Prendere i Semi e metterli in un contenitore con 400-500ml di acqua, aspettare 3 ore in modo tale che possano assorbire l’acqua, scolarli e innestarli nell’ incubatrice da depositare in un ambiente arieggiato ma buio ad una temperatura non superiore ai 25 gradi centigradi per circa 6-7 giorni dopo i quali è possibile procedere alla loro raccolta.

Avvertenze e Controindicazioni circa i Semi Germogliati

Prima di iniziare a coltivare consumare Semi è bene fare molta attenzione alle condizioni igieniche e alle possibili controindicazioni che potrebbero manifestarsi.

Senza allarmare i lettori è importante ricordare che questi semi, seppur fonti naturali di inesauribile forza ed energia, sono un mezzo efficace di trasmissione e proliferazione di microrganismi di natura batterica e fungina .

Infatti non sono pochi i casi in cui si sono manifestate malattie a trasmissione Alimentare provocate dai batteri di “Escherica ” e “Pseudomonas “. Perciò ricordate se siete in gravidanza o in allattamento di non assumare assolutamente alcun tipo di germoglio per scongiurare qualsiasi tipo di rischio.

Controllate, prima dell’ assunzione, se i semi sono stati correttamente conservati lontani dalle fonti di calore e dalla luce solare in un ambiente ne troppo caldo ne troppo freddo.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.