1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Avena: che cos’è, proprietà, benefici, utilizzi e controindicazioni

Avena: che cos'è, proprietà, benefici, utilizzi e controindicazioni

L’Avena Avena sativa, è uno dei cereali più ricchi di fibre che si possano trovare, che, differentemente da altre tipologie quali frumento e orzo, riesce a mantenere inalterate crusca e germe (sono queste le parti del chicco dove è possibile trovare la maggior parte di nutrienti e sostanze cardioprotettive), anche dopo la lavorazione.

Ad oggi, il Dipartimento di nutrizione della University of Toronto, sta conducendo molteplici ricerche al fine di valutare meglio le possibili proprietà della saponina e dell’acido fitico, presenti all’interno dell’avena, che si pensano capaci di prevenire il cancro.

Proprietà e Benefici dell’Avena

Piperina e Curcuma Plus Natural Fit

All’interno dell’avena è possibile trovare il betaglucano, particolare tipo di fibra solubile, capace di arrestare il colesterolo alimentare, intrappolandolo in una sorta di gel appiccicoso, che non può essere assorbito, che passa per l’intestino trascinando il colesterolo cattivo.

Utilizzare regolarmente l’avena, garantisce al corpo buoni risultati nel momento in cui si soffra di depressione, nervosismo, insonnia, esaurimento fisico e mentale. 
All’interno dei chicchi di avena è possibile trovare 60/70% di amidi e carboidrati, 14% di proteine e 7% di grassi, dove è possibile trovare anche la lecitina. 

Nei chicchi di avena è inoltre possibile trovare Vitamine B, acido pantotenico, enzimi, minerali come calcio e fosforo, diversi oligoelementi e l’avenina, che non è altro che un alcaloide dal potere tonificante, invigorente e dona inoltre equilibrio a tutto il sistema nervoso.

L’avena risulta essere inoltre un ottimo alleato per tutti quei soggetti che soffrono di stress, ribasso di attenzione (questo vale in particolar modo per gli studenti), per i soggetti che fanno sport, e per le donne in fase di allattamento.

L’avena è un valido aiuto per tutti quei soggetti che soffrono di gastrite, colite o cattiva digestione, proprio per le sue proprietà digestive, ed è infine ottima in presenza di diabetevista la scarsa presenza di glucidi.

Valori Nutrizionali dell’Avena

Nelle sue 389 calorie per ogni 100 grammi di prodotto è possibile trovare:

Utilizzi dell’Avena

L’avena può trovare grande utilizzo in cucina, e può essere adoperata nelle ricette più svariate, ricordando muesli, biscotti, porridge, e piatti freddi o caldi, come zuppe.
Per i più golosi vogliamo lasciare qui di seguito la ricetta della crostata d’avena:

Ricetta per 8 persone.
INGREDIENTI: 150 g di farina, 60 g di zucchero, 1 bustina di vaniglia, 100 g di fiocchi d’avena, 100 g di burro morbido, 2 tuorli d’uovo, 2 cucchiai di vino.

PROCEDIMENTO: mettere tutti gli ingredienti in una ciotola e amalgamarli per bene, fino a formare  un panetto, che successivamente dovrà essere avvolto in un canovaccio di cotone e poi posto in frigo per un’ora circa. Passato il tempo, prendere il panetto e stenderlo con un matterello e poi metterlo in una tortiera imburrata e infarinata precedentemente. Cuocere in forno a 180° per almeno 40 minuti, dopo di che far raffreddare.
Fatto ciò, spennellare sulla superficie 2 cucchiai di miele sciolto e cospargere con i fiocchi d’avena. A scelta si può accompagnare con una macedonia cosparsa di miele e 2 cucchiai di maraschino.

Controindicazioni sull’Avena

Come tutti i prodotti, bisogna far attenzione nell’assumere avena, soprattutto nel momento in cui vi sia un’allergia presunta o accertata alla stessa.
Anche i soggetti celiaci devono prestare molta attenzione, per il semplice fatto che l’avena viene coltivata affianco a cereali contenenti glutine e quindi potrebbe subire contaminazione.

Assumere in maniera sregolata avena, potrebbe generare gonfiori intestinali, a causa della crusca in essa contenuta. Masticare molto bene l’avena, previene possibili blocchi intestinali.

Le purine presenti all’interno dell’avena, se ingerite in quantità elevate, potrebbero generare calcoli renali o gotta, E’ per questo che viene sconsigliato l’utilizzo a soggetti che presentano queste patologie.

Lo Sapevi?

Samuel Johnson nel 1755, parlava nel Dictionary of the English Language, dell’avena quale cereale dato in pasto ai cavalli, però in Scozia veniva mangiato anche dalle persone.
Quindi i primi a scoprire le sue proprietà e benefici furono dapprima i cavalli e solo dopo gli uomini, dapprima gli scozzesi, e solo dopo il reso del mondo.

L’avena presenta inoltre proprietà lenitive e anti-pruriginose, infatti poche gocce d’acqua e farina d’avena applicate sulla zona d’interesse, sono in grado di apportare grande sollievo.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.