1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Momordica: che cos’è, proprietà, utilizzi e controindicazioni

Momordica: che cos'è, proprietà, utilizzi e controindicazioni

La momordica, conosciuta nel mondo botanico come Momordica Charantia, è una pianta appartenente alla famiglia delle Cucurbitacee. La momordica è una pianta rampicante che riesce ad espandersi in altezza e larghezza per molti metri. Essa sprigiona un odore molto pungente che per alcuni potrebbe risultare sgradevole.

Tale pianta produce un frutto che rientra nella classifica dei frutti più amari del mondo, tant’è che viene chiamato con i nomi di bitter melon (melone amaro) e bitter gourd (zucca amara). La raccolta dei frutti naturalmente avviene quando essi hanno completato il processo di maturazione, ossia durante il mese di Settembre.

I semi e la polpa, tuttavia, non vengono utilizzati in alcun modo in quanto contengono alcaloidi, delle sostanze tossiche per il nostro organismo.

Piperina e Curcuma Plus Natural Fit

Generalmente la momordica cresce nel clima caldo ed umido delle zone tropicali e sub-tropicali, quali Asia, Africa, Caraibi, Australia e isole del Pacifico.

Proprietà e benefici della momordica

La momordica contiene numerosi principi attivi ed elementi che possono essere benefici per il nostro organismo: fibre, proteine, flavonoidi (luteina e zeaxantina), vitamine (vitamina C e acido folico) e sali minerali (potassio, fosforo, ferro, calcio e zinco). Inoltre i suoi frutti contengono pochi grassi e poche calorie (solo 17 kcal/100 g). Proprio ad essi sono da attribuire le proprietà officinali di tale pianta: vediamone qualcuna.

Azione ipoglicemizzante

La charantin, un composto presente nel frutto di momordica, riesce a controllare la glicemia del nostro organismo, risultando molto efficace contro il diabete di tipo 2.

Per le donne in gravidanza

La momordica contiene elevate quantità di Vitamina B9, anche conosciuta come acido folico. Tale acido può risultare particolarmente benefico per le donne in gravidanza, in quanto rafforza il tubo neurale del feto, prevenendone possibili difetti e malformazioni.

Azione antistaminica ed antinfiammatoria

L’azione antistaminica d antinfiammatoria del melone amaro gli permette di agire contro asma, bronchite, febbre da fieno e qualsiasi infezione delle vie respiratorie. Per poter beneficiare di tali azioni si consiglia di consumarlo prima di andare a dormire.

Tuttavia, la sua azione antinfiammatoria non si limita alle vie respiratorie: può tornare utile anche in caso di emorroidi. In tal caso, si consiglia di berne il succo amaro massimo tre volte al giorno; oppure di preparare una pasta con le radici della pianta da applicare direttamente sulla zona lesa: sanguinamenti e dolori diminuiranno gradualmente.

Azione digestiva

Il frutto della momordica contiene un alto quantità di fibre alimentari. Esse facilitano il transito all’interno dell’intestino degli alimenti, favorendone la digestione. In tal modo, inoltre, aiutano a prevenire fenomeni di costipazione e stitichezza.

Azione depurativa

La momordica svolge un’importante azione depurativa, la quale risulta fondamentale tanto per la salute del fegato, quanto per la prevenzione dei calcoli renali. Essa, infatti, blocca l’accumulo di sostanze che danno origine a questa fastidiosa condizione medica.

Per sfruttare al meglio tale azione depurativa sarà sufficiente bere del tè preparato con polvere di momordica.

Azione antibatterica

L’azione antibatterica della momordica, come sostiene anche la medicina popolare, sarebbe tutta a beneficio della cute. In particolare la polpa del melone viene utilizzata per trattare condizioni come la psoriasi e le infezioni della pelle.

Modi d’uso della momordica

Generalmente la momordica va consumata essiccata, che sia a pezzi o in polvere. La stessa polvere, poi, può essere utilizzata per preparare infusi e tè. E’ anche possibile preparare la spremuta con il frutto fresco.

Inoltre, tale frutto, viene utilizzato molto nei piatti sia della cucina orientale che di quella occidentale. Un piatto assolutamente da provare è il Goya chanpuru, composto di momordica, salsa di soia, tofu, maiale e uova di quaglia.

Se proprio non si riesce a sopportare il suo sapore amaro, si consiglia di tenere il melone in ammollo in acqua bollente salata per quanto più tempo possibile.

Controindicazioni della momordica

La momordica, come si è detto, contiene alcaloidi (chinina, resine, glicosidi), i quali, se assunti in dosi eccessive, potrebbero comportare effetti collaterali anche gravi di intolleranze o allergie come: arrossamento del volto, dolore e gonfiore all’addome, mal di stomaco, nausea, vomito, diarrea.

Inoltre, se ne sconsiglia l’assunzione in gravidanza in quanto potrebbe avere come affetto collaterale le contrazioni uterine.

Se si è già sottoposti a una terapia contro il diabete si consiglia di consultare il proprio medico curante prima di assumere la momordica.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.