1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Rodiola (Rhodiola): che cos’è, proprietà, utilizzi e controindicazioni

Rodiola (Rhodiola): che cos’è, proprietà, utilizzi e controindicazioni

La Rodiola Rhodiola rosea, è una pianta appartenente alla famiglia delle Crassulaceae. Rappresenta un validissimo rimedio naturale, e negli ultimi anni sta diventando sempre più popolare, visto che se ne sta discutendo molto su internet.

La rodiola è una pianta che viene molto adoperata contro la stanchezza fisica e mentale, ma anche come valido aiuto nel riuscire a far fuoriuscire tutte le energie dell’organismo; gli effetti della stessa sono stati infatti riconosciuti in campo medico-scientifico. Scopriamola insieme!

Che cos’è la Rodiola?

Piperina e Curcuma Plus Natural Fit

La rodiola, denominata anche Rhodiola, ha un fusto che può variare dai 5 ai 35 centimetri di lunghezza, mentre le sue foglie, sono spesse e carnose. I fiori sono di un particolare colore giallognolo.

La rodiola ha la sua culla nelle zone orientali, e in particolare tra Siberia e Mongolia, anche se ad oggi viene coltivata in quasi tutto il pianeta, o almeno, nelle zone che possiedono un clima favorevole. È una pianta che cresce prevalentemente alle altitudini più elevate, motivo per cui si può trovare facilmente nelle zone montane.

Proprietà della Rodiola

La rodiola può sortire sia effetti negativi sia effetti positivi.
Tra i principi attivi più importanti presenti all’interno della pianta, possiamo riconoscere:

  • glucosidi (tipo la rosavina e il salidroside),
  • acido clorogenico,
  • acido caffeico,
  • tannini,
  • flavonoidi.

Gli effetti più significativi scaturiscono prevalentemente dal salidroside; pare infatti che sia proprio questo glucoside ad influire sull’attività dell’adrenalina, della serotonina e della dopamina, affinando inoltre le funzioni del metabolismo operando sugli stati depressivi senza alcun effetto collaterale sedativo.

Utilizzi Terapeutici

Ad oggi la rodiola ha subito parecchi cambiamenti per quanto riguarda il suo utilizzo, sia per il benessere psicofisico sia per la cura di alcune patologie.
Anni addietro, la rodiola veniva utilizzata per intero, senza escludere nessuna delle sue parti. Ai giorni odierni, se ne utilizzano soltanto le radici, in particolare in campo erboristico e fitoterapico, somministrata però sotto forma di estratto secco.

Insieme al ginseng e all’eleuterococco, con effetti rinvigorenti ed energizzanti, la rodiola viene inserita tra i rimedi naturali così detti “adattogeni”, cioè dalla capacità di migliorare il rendimento del corpo, diminuendo il livello di stress ed elevando il limite massimo della fatica.

Come già detto, quindi, la rodiola va inserita tra tutti quei rimedi utili per combattere stanchezza fisica e psicologica, stress ed ansia. Vediamo però nel dettaglio quali sono gli utilizzi più frequenti:

  • STRESS : La rodiola agisce in maniera molto efficace contro lo stress, e per quanto riguarda l’attività di adrenalina, serotonina, dopamina, e così via. Fa sì che l’organismo meglio sopporti la stanchezza, favorendo maggiore lucidità di pensamento ed azione.
  • ANSIA E DEPRESSIONE : Vista la predisposizione ad agire sulla serotonina, la pianta può fungere anche da antidepressiovo ed ansiolitico, soprattutto nel momento in cui si è raggiunta una situazione di non ritorno. Viene sconsigliata l’assunzione della rodiola in concomitanza all’assunzione di farmaci atti a curare questi disturbi, in quanto potrebbe comprometterne gli effetti.
  • MEMORIA : Vista l’azione su dopamina e noradrenalina, la rodiola influisce positivamente sulla concentrazione, facendo in modo che compiti mentali, tipo studio o progettazione, vengano effettuati in maniera più efficiente, in particolare in situazioni di stress. Molto valida anche per la memorizzazione.
  • EROS : Come già detto, la rodiola appartiene ai rimedi naturali adattogeni ed energizzanti. E’ questo il motivo per cui può influire in maniera diretta sulla sfera sessuale maschile e femminile. Aiuta a donare la libido ormai persa, incrementando il desiderio sessuale e la circolazione sanguigna nella zona genitale. In mancanza di erezione, è importante però dire che questi effetti si verificano in particolare quando vi è un disturbo psicologico legato ad esempio all’ansia da prestazione. Nel momento in cui vi siano ulteriori problematiche di tipo clinico, bisogna sempre affidarsi o all’urologo o all’andrologo.
  • PRESSIONE BASSA: Le proprietà adattogene della rodiola, influendo su ormoni e circolazione sanguigna, possono aiutare intervenendo in caso di pressione arteriosa bassa, che il più delle volte risulta anche abbastanza problematica.
  • SOVRAPPESO : Visto che la rodiola ha la capacità di regolare le funzioni metaboliche, incrementando il processo di scioglimento dei grassi, viene spesso adoperata durante le diete ipocaloriche e attività fisica regolare.
  • SISTEMA IMMUNITARIO E DIFESE NATURALI : La rodiola risulta molto efficace nel difendere l’organismo da attacchi interni ed esterni. Funge infatti non solo da antibatterico ed antimicotico naturale, ma favorisce anche l’attività dei linfociti, facendo in modo che l’organismo meglio risponda agli agenti infettanti. Si pensa anche che la rodiola possa ritornare utile in caso di tumori, soprattutto metastasi, anche se c’è bisogno di maggiori approfondimenti per accertare la cosa.

Controindicazioni della Rodiola

Così come accade per gli altri rimedi naturali, anche la rodiola può avere effetti collaterali, controindicazioni o interagire con l’assunzione di alcuni farmaci. È questo il motivo per cui, prima di cominciare qualsiasi trattamento a base della stessa, è importante rivolgersi al medico curante o ad uno specialista, e quindi abbandonare l’idea del fai-da-te.

Anche se il corpo umano sopporta abbastanza bene la pianta, può succedere in alcuni casi che porti ad insonnia e a nervosismo. Visto ciò, è quindi sconsigliata l’assunzione a tutti quei soggetti che soffrono di ipertensione o disturbi cardiaci di vario genere, ma anche a tutti coloro che stanno facendo assunzione di farmaci antidepressivi, ansiolitici, barbiturici, diuretici e così via.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.