1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Pesche: proprietà, valori nutrizionali, benefici, utilizzi e controindicazioni

Pesche: proprietà, valori nutrizionali, benefici, utilizzi e controindicazioni

La pesca, il cui nome scientifico è Prunus persica, è un frutto originario della Cina, dove era il simbolo della lunga vita e dell’immortalità. È un frutto che si raccoglie nella stagione estiva, è molto versatile ed è difficile che a qualcuno non piaccia, proprio grazie al suo sapore delicato.

Esistono tre principali categorie di pesche:

  • La pesca comune, che si contraddistingue per la sua buccia sottile e vellutata al tempo stesso, che racchiude una polpa che può essere di colore bianco o giallo.
  • La pesca noce, anche chiamata nettarina, la quale invece si contraddistingue per la buccia liscia e la polpa gialla.
  • La pesca percoca, che presenta una buccia vellutata ed una polpa molto consistente, che risulta essere ideale per l’industria delle conserve.

Proprietà nutrizionali delle pesche

Piperina e Curcuma Plus Natural Fit

Sono numerosi i principi nutrienti contenuti nelle pesche che garantiscono la loro funzione benefica, tra cui sicuramente quelli elencati qui di sotto.

  • Beta-carotene, importante in quanto viene convertito dal nostro organismo in Vitamina A, la quale è fondamentale per proteggere la vista e gli occhi, oltre che la pelle dagli attacchi dei radicali liberi e dell’invecchiamento cellulare.
  • Antiossidanti che, come la Vitamina A, contrastano gli effetti negativi che i radicali liberi possono portare alla nostra pelle ed ai nostri organi interni.
  • Vitamina C, la quale risulta fondamentale per garantire e facilitare l’assorbimento del ferro da parte del nostro organismo.
  • Sali minerali, come ad esempio: il potassio, fondamentale per tenere sotto controllo il battito cardiaco e la pressione del sangue; ed il ferro, coinvolto nei processi di formazione dei globuli rossi.

Valori nutrizionali delle pesche

Per quanto riguarda, invece, il contenuto calorico delle pesche, bisogna ricordare che è molto basso. Infatti, tale frutto viene indicato per coloro che seguono delle diete ipocaloriche. Esso da un senso di sazietà, è ricco di fibre ed al contempo idrata l’organismo.

Basti pensare che una pesca di circa 100 grammi contiene circa 39 calorie. 

Per completezza, ecco elencata l’intera composizione chimica delle pesche:

Proprietà benefiche delle pesche

Le pesche svolgono numerose azioni benefiche per il nostro organismo, tra cui quelle elencate qui di seguito.

Azione digestiva e diuretica: Le pesche, essendo ricche di fibre che assorbono l’acqua, contribuiscono nei processi di eliminazione delle tossine e dei grassi in eccesso dal nostro organismo, attraverso l’urina. Inoltre, sempre grazie a tale contenuto, riescono a regolarizzare l’attività dello stomaco e a calmare attacchi di gotta e reumatismi, proteggendoci inoltre da stitichezza, emorroidi e gastrite.

Azione protettiva delle cellule: Grazie all’elevato contenuto di Vitamina A e beta-carotene, le pesche riescono a ricoprire il ruolo di protettrici delle cellule, in particolare della pelle e degli occhi, favorendo la costante rigenerazione dei tessuti e prevenendo patologie come la xeroftalmia e la cecità.

Inoltre, il selenio contenuto in tali frutti contribuisce anche alla salute dei nostri capelli, rendendoli più forti, morbidi e luminosi.

Azione lassativa: Grazie sempre al contenuto di fibre, le pesche svolgono un’azione lassativa, seppur molto blanda e leggera. Inoltre, le pesche svolgono anche un’azione regolatrice dell’attività intestinale.

Azione antiossidante: Le pesche, inoltre, sono ricche di antiossidanti, tra cui il beta-carotene, la luteina, la criptoxantina e la zeaxantina. Grazie a tali componenti riescono a combattere l’azione dei radicali liberi e prevenire l’invecchiamento cellulare, proteggendo l’organismo da malattie cardiovascolari e tumori.

Azione antitumorale: Secondo alcuni studi sembrerebbe che le pesche, grazie al loro contenuto di fenolici e carotenoidi, abbiano delle proprietà antitumorali. In particolare, tali frutti sarebbero in grado di sostenere la lotta contro il tumore al seno, al colon ed ai polmoni.

Rafforzamento del sistema immunitario: Le pesche, se assunte costantemente, riescono a soddisfare il 15% del fabbisogno giornaliero dell’organismo di Vitamina C. In tal modo, aiutano a fortificare le ossa, a favorire il trasporto del ferro ed a rafforzare il sistema immunitario.

Regolazione della pressione sanguigna: Le pesche, grazie all’abbondanza di potassio di cui sono composte, svolgono un’azione vasodilatatrice, che rilassa le pareti dei vasi sanguigni favorendo un maggiore afflusso di sangue. In tal modo riescono a ridurre lo stress del sistema cardiocircolatorio e l’ipertensione.

Azione anti-colesterolo: Le pesche, infine, grazie alla presenza di fenolici e fibre nella buccia, riescono a ridurre i livelli di Colesterolo LDL (cattivo) nel sangue, aumentando invece le quantità di Colesterolo HDL (buono).

Controindicazioni delle pesche

Il consumo di pesche non presenta alcuna controindicazione. L’unica accortezza potrebbe essere quella di non ingerire molta acqua dopo averle mangiate per evitare un’indigestione, in quanto già il frutto ne è ricco.

 

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.