1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Dieta del piatto unico: che cos’è, come funziona e cosa mangiare

Dieta del piatto unico: che cos’è, come funziona e cosa mangiare

La dieta del piatto unico, o piatto unico bilanciato, Healthy Eating Plate, può essere effettuata soltanto per pochi giorni, e fa sì che si dimagrisca in maniera rapida e senza troppi sforzi. Viene quindi consigliata a chi deve dimagrire velocemente, anche se promette un regime alimentare equilibrato e completo. 

In molti sostengono di aver perso ben 5 chili in soli 5 giorni, da ciò si evince che il dimagrimento non può avere lunga durata, in quanto troppo rapido il lasso di tempo.

Che cos’è la dieta del piatto unico?

Piperina e Curcuma Plus Natural Fit

Da come si evince dal nome, la dieta del piatto unico prevede l’assunzione di un solo piatto a pranzo e uno a cena. Risulta quindi incredibilmente comodo per tutti coloro che lavorano e sono fuori casa, in quanto possono portare con sé il cibo oppure fermarsi in una tavola calda.

La dieta è quindi leggera ma anche semplice da seguire, facendo attenzione a non limitare troppo le calorie, tramutandola in ipocalorica. 
La dieta è stata inventata da un team di nutrizionisti facente parte della Harvard School of Public Health, i quali hanno pensato ad un regime alimentare ideale per dimagrire velocemente, scongiurando qualsiasi conseguenza negativa per il corpo.

Come funziona la dieta del piatto unico

La dieta del piatto unico prevede quindi l’assunzione di un solo piatto a pranzo e un solo piatto a cena, che includa però tutti i nutrienti importanti, quali carboidrati, proteine, fibre e pochi grassi, non saturi. I suddetti dovranno essere ben bilanciati, in maniera tale da saziare e non arrivare a cena soffrendo la fame.

Il piatto quando è ben bilanciato permette inoltre al metabolismo di funzionare bene, senza sforzi eccessivi. Si può quindi assumere di tutto, e soprattutto non è necessario pesare i vari alimenti che caratterizzano il pasto, senza però eccedere troppo.

In una giornata si dovranno avere 3 pasti e 2 spuntini, arrivando ad un totale di 1000 calorie. 

Cosa mangiare nella dieta del piatto unico

All’interno della dieta del piatto unico si può mangiare molta frutta e verdura, anche sotto forma di centrifugati o secca, ma anche yogurt, spezie tipo lo zenzero, cereali integrali tipo l’orzo, la quinoa, l’avena, il riso e il grano, la carne bianca, il pesce e i legumi.

I pasti principali dovranno essere suddivisi in 4 parti:

  • metà frutta e verdura di stagione
  • metà cereali integrali e proteine

Un piatto tipico di questa dieta è il riso integrale accompagnato a lenticchie ed insalata mista con avocadoPer condire si può usare un cucchiaino di olio extravergine di oliva. A colazione viene consigliata in genere una tazza di tè verdein grado di stimolare il metabolismo, ed uno yogurt con frutta di stagione frutti rossi, in grado di drenare i liquidi. Per spuntino vanno bene estratti o centrifughe di frutta e verdura.

I nutrizionisti tendono a consigliare di alternare la frutta e la verdura in base ai loro colori, senza inserire però le patate in quanto verdure, visto che influiscono negativamente sulla glicemia. E’ possibile poi bere fino a 2 litri di acqua al giorno, ed effettuare moderata attività fisica. Sono da evitare assolutamente:

  • fumo
  • farine raffinate
  • carne rossa
  • salumi
  • dolci
  • bevande zuccherate
  • alcool

E’ consigliata un’assunzione limitata di latte e latticini. La frutta e la verdura possono tranquillamente variare in base alla stagionalità, così come i cereali possono essere variati di giorno in giorno.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.