1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Iperpigmentazione: che cos’è, cause e possibili soluzioni

iperpigmentazione che cose cause e possibili soluzioni

Per iperpigmentazione facciamo riferimento ad un’alterazione rispetto alla normale pigmentazione della pelle, per la quale si formano sulla cute alcune macchie, di dimensioni variabili, più scure rispetto alla pelle che le circonda.

Iperpigmentazione: che cos’è

L’iperpigmentazione deve la sua esistenza ad una produzione di più pigmento melanico da parte dello strato basale della pelle, che quindi causa queste macchie scure. L’iperpigmentazione può causare dei disagi nelle persone interessate, soprattutto quando queste macchie compaiono sul volto o nelle parti più visibili del corpo e sono abbastanza difficili da nascondere.

L’iperpigmentazione è causata dal sole, così come le macchie dell’età. Non è infatti un caso che queste piccole macchie scure compaiano soprattutto nelle zone che sono spesso esposte al sole, come viso, braccia, mani.
In alcuni casi ne sono particolarmente colpite le donne in gravidanza; il melasma, detto anche maschera della gravidanza, colpisce soprattutto le donne in gestazione e si manifesta con forme di colore scuro su viso e braccia, anche estese. La produzione di melanina è diversa da individuo ad individuo, specialmente da etnia ad etnia.
L’iperpigmentazione può essere quindi dovuta a molte cause diverse, sia esogene che endogene.

Cause dell’iperpigmentazione

Pubblicità
Aloe Ferox Bioness

L’iperpigmentazione è causata da un aumento della produzione di melanina, il pigmento che colora pelle, occhi, capelli. La produzione in eccesso di melanina può essere dovuta da:

  • cause esogene: esposizione al sole senza l’adeguata protezione, esposizione alle lampade UV, specialmente mani, seno, viso;
  • cause endogene: alterazioni degli ormoni, per esempio in gravidanza, assunzione di farmaci come quelli contraccettivi, infiammazioni, acne, trattamenti di chirurgia e medicina estetica.

Altre cause possono essere:

  • invecchiamento;
  • traumi come ferite, scottature sulla pelle;
  • fattori genetici;
  • presenza di malattie autoimmuni e gastrointestinali, sindrome dell’ovaio policistico, diabete, ipertiroidismo;
  • carenza di vitamina A, E, C;
  • abuso di fumo ed alcol;
  • scarsa cura della pelle;
  • presenza di malattie della pelle come eczema e acne.

Al 99% l’iperpigmentazione ha come fattore scatenante l’esposizione al sole, perché il sole stimola la produzione di melanina, che serve per scurire la pelle proteggendola dai raggi solari. Ma l’esposizione esagerata o senza le dovute precauzioni può causare l’iperpigmentazione.
Anche gli influssi ormonali, soprattutto per le donne che prendono la pillola o sono in gravidanza, possono causare l’iperpigmentazione.

A seconda del momento in cui si verifica l’iperpigmentazione essa assume un nome particolare. Si parla di maschera della gravidanza per quella che colpisce le donne incinta, iperpigmentazione post-infiammatoria se essa scaturisce in virtù di processi infiammatori cutanei, ecc.
In alcuni casi l’iperpigmentazione si crea a causa della reazione della pelle tatuata o coperta di henné al sole.
Le persone che sono maggiormente a rischio di contrarre l’iperpigmentazione sono coloro che lavorano nelle profumerie, al sole e nei cantieri.

Iperpigmentazione: rimedi

Evitare il fai-da-te per curare l’iperpigmentazione è sempre meglio. Questo problema estetico richiede una prognosi certa ed una diagnosi completa, è meglio non rivolgersi al web per cercare dei rimedi ma andare dal dermatologo che potrà consigliare quali sono le soluzioni per il caso concreto. In genere vengono prescritte sedute di esfoliazione, luce pulsata, peeling.

  • Peeling chimico: comporta l’applicazione di una crema acida sulle zone colpite per rimuovere la pelle scurita;
  • terapie laser: funzionano bene o male come il peeling ma usano la luce ad alta energia.

Oltre che i rimedi medici come il peeling e la luce pulsata, questa condizione può essere combattuta anche con alcuni rimedi naturali, ai quali ricorrere dietro consiglio medico. Fra i rimedi naturali che sono usati per l’iperpigmentazione ricordiamo:

  • Derivati della vitamina C;
  • Acido azelaico, che ha influenza sulla produzione di melanina, e riduce l’iperpigmentazione;
  • succo di limone, per applicazione topica o da bere; agisce portando vitamina C alla pelle;
  • derivati dell’acido retinoide, non durante allattamento e gravidanza;
  • olio di jojoba.

Prevenire l’iperpigmentazione

Per prevenire in maniera corretta l’iperpigmentazione, sarebbe bene seguire qualche regola base che concerne soprattutto la stagione estiva e l’esposizione alla luce del sole.

  • Evitare di esporsi al sole nelle ore calde del giorno, per troppo tempo;
  • usare protezione solare adeguata alla pelle e che protegga anche dagli UVA e UVB;
  • non fumare e non bere;
  • idratarsi correttamente e consumare frutta e verdura;
  • usare indumenti per proteggere la pelle se si è delicati;
  • assumere la quantità necessaria di vitamine;
  • usare solamente prodotti per la protezione della pelle non scaduti e di ottima qualità.
Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.