1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Crampi: cosa sono, sintomi, diagnosi e possibile cure

Crampi: cosa sono, sintomi, diagnosi e possibile cure

crampi sono solitamente causati da forti sforzi o da problemi della circolazione venosa od arteriosa, e si presentano in genere con una violenta contrattura muscolare. 
Scopriamo qualcosa di più.

Cos’è un Crampo?

I crampi sono spasmi della muscolatura e si manifestano in maniera involontaria, improvvisa e dolorosa, tramite una fitta, e sono in genere dovuti ad una forte perdita di sali minerali o a problemi circolatori.

Garcinia Cambogia

Il muscolo va incontro a crampi nel momento in cui, essendo ricco di acido lattico, non riceve più sufficiente ossigeno e sali minerali, che permettano l’estensione delle fibre muscolari: rimane così in contrazione generando forti dolori.

I crampi si manifestano principalmente in seguito ad uno sforzo o ad un’intensa attività fisica: colpisce maggiormente le gambe ed in particolare i polpacci.

Sintomi e Cause dei Crampi

I crampi risultano più evidenti nel caso in cui si stia effettuando uno sforzo muscolare in ambiente freddo, tipo in piscina, o nei mesi caldi, per via del sudore.
Mentre si dorme i crampi vengono percepiti prevalentemente ai polpacci, dove l’eccessiva contrattura genera un’estensione al piede.
I crampi risultano molto frequenti anche in gravidanza. 

Quando si ha un crampo, si percepisce un istintivo nervosismo legato all’estrema voglia di muovere l’arto colpito.

Le cause principali dei crampi sono varie, tra cui:

  • Pessima circolazione ad arterie e vene
  • Irritazioni elettrolitiche nel sangue, tipo la mancanza di potassio e di calcio
  • Assunzione di alcune tipologie di diuretici

Non meno noti sono i crampi “dello scrivano” che intaccano maggiormente i muscoli di coloro che hanno costante attività manuale.

Diagnosi dei Crampi

Per diagnosticare i crampi non esistono ad oggi precisi test.
L’unico test che potrebbe risultare utile, è valutare le concentrazioni di sodio, potassio, calcio e magnesio all’interno del sangue.

Nel caso in cui vi sia sospetto di malattia neuro-muscolare, si può richiedere un elettromiografia, TAC o risonanza magnetica.
Ultimo ma non ultimo, è importante scoprire se il soggetto fa uso di farmaci, visto che i crampi possono in alcuni casi risultare un effetto collaterale.

Possibili cure ai Crampi

Prevenire e ridurre la frequenza dei crampi è possibile, per cui lasciamo qui di seguito alcuni accorgimenti che potrebbero risultare utili.

Alimentazione

In presenza di alterazioni elettrolitiche nel sangue, la cura si può effettuare anche stando a tavola. Il consiglio è infatti quello di mangiare molta frutta secca, semi oleosi ed alimenti salati. 
Risulta utile anche aumentare il consumo di banane, prugne e fichie di centrifugati a base di sedano, carote e limone

I soggetti abituati ad allenarsi praticando qualsiasi sport o disciplina orientale, non dovrebbero assumere cibo e pasti abbondanti, nelle 2\3 ore precedenti all’allenamento. L’idratazione non deve essere mai trascurata.

Rimedi fitoterapici

I rimedi dall’efficacia notevole per i crampi sono:

Medicina tradizionale cinese

Secondo i sapori della Medicina Tradizionale Cinese, al salato vengono abbinati alimenti come soia, grani e salsa. In quanto a vegetali e verdure, si suole prediligere le radici.

In digitopressione, ovvero in base ai punti MTC, si possono effettuare massaggi al fine di lenire lo spasmo, nei seguenti punti:

  • Sorgente zampillante, sulla pianta e tra i due cuscini;
  • Montagna di sostegno, nel caso in cui il crampo sia al polpaccio, al centro dei muscoli del polpaccio, o nella depressione contrassegnata da una V rovesciata.

Oli essenziali

In aromaterapia può risultare molto efficace l’olio essenziale di maggioranama anche l’olio essenziale di rosmarino, di ginepro, di canfora e di santoreggia.

Rimedi omeopatici

Per lenire i crampi notturni, l’omeopata si serve di Cuprum ed Arnica. L’abbinamento dei suddetti permette di lenire in maniera rapida e prolungata lo spasmo.

Esercizi fisici

L’esercizio dominante in caso di crampi è lo stretching. Abbinando il riscaldamento al movimento, lo stretching finale permette di allungare naturalmente i tessuti muscolari.

Molto utili sono anche i massaggi sportivi, in quanto riescono ad attenuare la tensione.
I massaggi orientali, invece, permettono di far fluire complessivamente tutta l’energia.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.