1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Olio essenziale di rosa: che cos’è, proprietà, utilizzi e controindicazioni

L’olio essenziale di rosa viene estratto dalla pianta di rosa che solitamente è caratterizzata da un arbusto eretto, con fusti coperti di spine di diverse forme e dimensioni, presenta un frutto carnoso e i fiori sono disponibili in varie colorazioni come bianco, rosso, giallo, rosa, arancione.

Si tratta di una pianta nativa dell’Oriente, eppure coltivata più o meno in tutto il mondo, specialmente in climi temperati. Esistono numerose varietà di rosa (Centifolia, Rosa damascena, Rosa gallica…), essa appartiene alla famiglia delle Rosacee e di solito viene rinomata come “regina dei fiori”. Genera un olio particolarmente costoso, valutato come uno dei sovrani fra gli oli essenziali.

Infatti, l’olio essenziale di rosa è famoso sin dall’antichità per le molteplici proprietà che spaziano dall’aromaterapia, alla cura della pelle sino ad alcuni benefici in campo terapeutico. L’olio essenziale di rosa si mostra come un liquido giallo limpido, dalla profumazione dolce, decisa, morbida e floreale. Nell’essenza, il principio attivo prevalente è il citronellolo, seguito dall’acido feniletilico e dal geraniolo.

Le proprietà dell’olio essenziale alla rosa

L’olio essenziale di rosa trova grande interesse nella produzione dei profumi, per lo più viene adoperato in aromaterapia, e anche per le sue numerose proprietà curative:

Proprietà antidepressive

L’olio essenziale di rosa ha la proprietà di calmare il sistema nervoso e agire come tonico per alleviare i sintomi della depressione. Idoneo a richiamare pensieri positivi, sentimenti di gioia, felicità, aumentare l’autostima, la speranza e la forza mentale, affrontando i sintomi depressivi.

Proprietà afrodisiache

Garcinia Cambogia

Grazie all’influenza che produce sull’emotività, la rosa e l’olio essenziale che ne deriva, può essere un aiuto efficiente per le disfunzioni sessuale connesse allo stress e all’ansia. Servito in un diffusore oppure come olio da massaggio, accrescerà la libido e la serenità del momento sessuale.

Proprietà cicatrizzanti

L’attività antiossidante dell’olio essenziale di rosa stimola i processi di guarigione della pelle. Per questo motivo l’olio, unito in gocce ad una lozione da massaggio, limita le smagliature, le cicatrici e l’acne. Svolge un’azione astringente sui pori dilatati, ed è anche in grado di lenire e nutrire la pelle.

Cura le irregolarità mestruali

L’olio essenziale di rosa affronta irritabilità e depressione tipiche della sindrome pre-mestruale o della menopausa; occorre versarne una goccia per metro quadro in un brucia essenze, oppure massaggiarlo sul ventre con un movimenti delicati per calmare gli spasmi dovuti al ciclo.

Inoltre presenta proprietà antinfiammatorie, antivirali, lassative, sedative, emmenagoghe, stomachiche e toniche cardiache. Grazie alle sue molteplici proprietà, l’olio essenziale di rosa è valido per risolvere tanti disturbi come: pelle secca e disidratata, disturbi del sistema cardiocircolatorio, calo della libido e ferite amorose, malinconia, febbre da fieno e asma.

Tuttavia, la sua efficacia anti-age può essere sfruttata anche per riparare i capelli fragili e danneggiati da sole, mare o da trattamenti aggressivi cui permanenti, tinte e piastre. Per rinforzare i capelli fragili, occorre aggiungere poche gocce di olio essenziale di rosa allo shampoo d’uso comune.

Come utilizzare l’olio essenziale di Rosa

Diffusore di essenze: bisogna mettere nel vostro brucia essenze 1 goccia di rosa e 3 gocce di essenza di lavanda per usufruire di un effetto rilassante la sera prima di andare a dormire. Oppure per mettere in  risalto le proprietà afrodisiache della rosa, occorre unire 1 goccia di essenza di rosa, a 1 goccia di gelsomino e 2 gocce di vaniglia.

Bagni aromatici: è consigliabile preparare un bagno aroma terapeutico prendendo 150 g di sale marino integrale e aggiungendo 10 g di boccioli di rosa secchi, 2 gocce di essenza di rosa, 3 gocce di essenza di legno di rosa e 4 gocce di essenza di vaniglia. Mescolare il tutto con un cucchiaio di legno e lasciare riposare per ore. Riempire la vasca da bagno con dell’acqua calda e versare i sali arricchiti di fiori ed essenze.

Creme e oli viso: per giovarsi delle proprietà anti-age della rosa, è necessario aggiungere 2 gocce di essenza alla vostra crema da giorno o da notte.

Oli massaggio: per godere dei massaggi rilassanti e riequilibranti, si consiglia di versare in 50 ml di olio di jojoba 2 gocce di essenza di rosa e 5 gocce di olio essenziale di arancio dolce.

Controindicazioni dell’olio essenziale di Rosa

L’olio di rosa non presenta controindicazioni, tuttavia è consigliato utilizzare la rosa soltanto per uso esterno e in bassi dosaggi. Difatti, il profumo vigoroso se risulta troppo forte potrebbe scaturire nausea e mal di testa.

Consigli: non adoperatelo in gravidanza e sui bambini se non dietro stretto consiglio del medico, mettetevi al corrente prima dell’acquisto, se l’olio essenziale che state per acquistare è per uso “alimentare” o “ambientale” poiché quest’ultimo tipo serve soltanto per profumare e non può essere ingerito e inalato. Inoltre evitate il fai da te, perché anche se è naturale non significa che non faccia mai male,  inoltre gli oli prevedono dosaggi diversi a secondo i sintomi e le situazioni.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.