1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Fonio: che cos’è, proprietà, valori nutrizionali e utilizzi in cucina

Fonio: che cos'è, proprietà, valori nutrizionali e utilizzi in cucina

Risultante essere un cereale avente un elevato quantitativo di magnesio, calcio e zinco è il fonio, il quale risulta essere ottimale per coloro che sono affetti da diabete o sono celiaci. Questo perché tale cereale tendeva ad essere utilizzato già anticamente e pertanto colto sin dall’antichità.

Che cos’è il Fonio?

Risultante essere un arbusto proveniente dal continente africano occidentale, dal Sudan e dall’Etiopia, è la Digitaria exilis. Tende inoltre ad essere un arbusto avente rizomi annualmente e capace di giungere un’altura pari agli 80 cm. Ha la capacità di produrre una sementa di ridotte dimensioni adoperate sotto forma di cereali.

Pubblicità
Aloe Ferox Bioness

Tale Fonio risulta essere una tipologia di cereale usata nell’antichità. Fu prodotta per la prima volta in Guinea, Etiopia e Sudan. Il Fonio non ha bisogno di peculiari lavorazioni ed inoltre ha la capacità di raggiungere l’acqua e le sostante nutrienti anche a 3 metri di avvallamento. Per tale motivazione risulta essere ottimale in casi di agricoltura sottoposta ad estati secche. Tende a formarsi nel corso delle 8 settimane conferendo una coltura veloce.

Il popolo Dogon del Mali, Amma, e dunque l’ideatore dell’universo, si dice formò appunto l’universo susseguentemente allo scoppio di un singolare seme di fonio, posto internamente al germe del mondo. Per tale motivazione, nel 2006 l’UE decise di installare basamenti per la formazione di fonio al fine di conferire ai popoli africani la coltura e l’esportazione negli USA ed in Europa.

Tende ad essere adoperato nel continente Africano all’interno di matrimoni e battesimi sotto forma di rito tribale. Risulta essere ottimale per lo stomaco, il mantenimento del peso e per l’intestino.

Caratteristiche benefiche

Tale cereale risulta comparabile al medesimo riso sebbene al suo interno presenti un elevato quantitativo di carboidrati ed un ridotto quantitativo proteico e lipidico. Ulteriore fattore positivo riguarda l’elevato quantitativo di sali minerali come calcio, magnesio, zinco e manganese nonché elevati sono i quantitativi di ferro ed amminoacidi, fondamentali per il corpo poiché ciascun soggetto è incapace di produrli e pertanto necessitano di somministrazione ed integrazione.

Ottimale è la somministrazione da parte dei soggetti affetti da celiachia o di soggetti intolleranti al glutine poiché non presenta al suo interno proteine gliadina e glutammina. Tende ad essere adoperato al fine di svezzare i neonati e gli infanti e per i regimi alimentari senili. In aggiunta tende ad essere inserito all’interno dei regimi alimentari di soggetti affetti da diabete e peso eccessivo.

Ottimale sotto forma di minestre, insalate, bolliti, frittura e per la preparazione di cous cous in quanto presenta una compattezza similare. Tende inoltre ad essere adoperato come fosse un farinaceo al fine di preparare dolciumi, polpette, pane e bevande tra cui birre tradizionali e liquori.

Utilizzi

La somministrazione di 100 gr. di tale cereale è capace di apportare all’incirca 444 Kcal, di cui 77 gr. di carboidrati e 8 gr. di proteine.

Solitamente il fonio tende ad essere cotto all’interno di acqua. Bisogna estrarre il fonio e porlo all’interno dell’acqua sebbene la voluminosità nel decorso della cottura tende ad accrescere. Per tale motivazione i dosaggi possono essere ridotti. Susseguentemente alla cottura è possibile inserirlo all’interno di verdure o ulteriori preparati.

Ricetta per polpette

Bisogna preparare un soffritto ponendo in una pentola ½ cipolla, ½ carota, un pizzico di prezzemolo, curcuma e cumino, sale e porre il fonio all’interno del composto precedentemente preparato per 1 minuto. Susseguentemente alla freddura, risulta possibile preparare polpette da passare all’interno del pangrattato per poi porle all’interno del forno a 180° C per qualche minuto. Se si preferisce, è possibile anche friggere le polpette all’interno dell’olio prestando però attenzione a non bruciare l’olio.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.