1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle(1 voti, voto medio: 5,00)
Loading...

Aminoacidi o amminoacidi: che cosa sono e che funzione ricoprono

Aminoacidi o amminoacidi: che cosa sono e che funzione ricoprono

Gli amminoacidi sono i monomeri, quindi l’unità strutturale che va a comporre le lunghe catene polimeriche delle proteine, legati tra loro mediante un legame peptidico.

Tale legame, poi, viene spezzato all’interno dello stomaco e del duodeno, attraverso il processo di digestione, mentre i singoli amminoacidi vengono assorbiti dall’organismo al livello dell’intestino tenue.

Struttura chimica degli amminoacidi

Aloe Ferox Bioness

Per quanto riguarda la struttura chimica degli amminoacidi, essi sono dei composti organici formati da un gruppo carbossilico (COOH), un gruppo amminico (NH2), ed un residuo (R), che viene anche più comunemente chiamato catena laterale dell’amminoacido.

Classificazione degli amminoacidi

In natura esistono soltanto venti differenti amminoacidi, le cui infinite combinazioni danno vita alle infinite proteine. Tali amminoacidi si dividono in due gruppi, differenziandosi per le loro proprietà nutrizionali. I due gruppi sono:

  • Amminoacidi essenziali, che sono quegli amminoacidi che il corpo umano non riesce a sintetizzare sufficientemente in maniera autonoma, non soddisfacendone appieno il fabbisogno. In particolare essi sono otto, e sono: fenilalalina, isoleucina, lisina, leucina, metionina, treonina, triptofano e valina. A questi otto, durante il periodo di crescita ne va aggiunto un nono, l’istidina.
  • Amminoacidi semiessenziali, che sono la cisteina e tirosina, le quali vengono sintetizzate a partire dalla metionina e dalla fenilalanina.
  • Amminoacidi condizionatamente essenziali, che sono l’arginina, la glicina, la glutammina, la prolina e la taurina. Tali amminoacidi ricoprono un ruolo fondamentale nel processo di mantenimento dell’omeostasi e di alcune funzioni dell’organismo.
    In particolare l’arginina sta divenendo importante in quanto precursore dell’ossido nitrico, sostituendo il suo ruolo le compito di trasduzione delle informazioni genetiche ed immunitarie.
  • Amminoacidi ramificati, anche chiamati BCAA, sono tre amminoacidi essenziali, ossia la Valina, l’Isoleucina e la Leucina. Tali amminoacidi vengono utilizzati come fonte secondaria di energia, dopo grassi e carboidrati, in caso di intenso sforzo fisico.

Le proteine si possono definire complete, o nobili, se contengono tutti gli amminoacidi essenziali. In particolare, vengono definite proteine complete quelle animali, mentre quelle vegetali sono, invece, incomplete.

Tuttavia, molto spesso viene utilizzato, impropriamente, il termine nobile anche in riferimento alle proteine vegetali. Questo serve semplicemente a sottolineare il fatto che, anche le proteine vegetali, per quanto incomplete, sono fondamentali nella nostra dieta quanto quelle animali.

Si definisce, invece, amminoacido limitante, l’amminoacido carente o assente, che limita l’utilizzo da parte dell’organismo di tutti gli altri amminoacidi. Generalmente, viene integrato attraverso l’abbinamenti tra cibi i cui amminoacidi sono complementari, come ad esempio nella pasta e fagioli. Essi sono presenti tanto negli alimenti, quanto negli integratori.

Infine, si definisce indice chimico, il rapporto tra la quantità di un amminoacido presente in un grammo di proteina di riferimento, con la stessa quantità presente in un grammo della proteina di riferimento biologica. Tanto più è alto l’indice chimico, maggiore sarà la quantità di amminoacidi essenziali.

Funzioni degli amminoacidi

  • Asparagina, è un amminoacido non essenziale, presente nella carne e coinvolto principalmente nel ciclo dell’urea, nella gluconeogenesi e nella sintesi di neurotrasmettitori coinvolti nelle funzioni cerebrali. Inoltre, l’asparagina è coinvolta nel metabolismo dell’alcool, infatti viene impiegata in numerosi farmaci atti al trattamento dei postumi della sbornia.
  • Acido Glutamminico, è coinvolto prevalentemente nelle funzioni cerebrali, agendo come neurotrasmettitore eccitatorio e precursore della GABA. Esso agisce, inoltre, nel sistema nervoso centrale, regolando la sintesi di proteine, e migliorando le funzioni cerebrali. Infine, l’acido glutamminico è coinvolto nella sintesi di acido folico e di amminoacidi non essenziali.
  • Acido aspartico, si trova prevalentemente negli alimenti di origine vegetale, come ad esempio i semi germogliati. Esso è coinvolto nel processo di eliminazione dell’ammoniaca. La sua carenza, potrebbe determinare un senso di stanchezza ed affaticamento cronico.
  • Alanina, è l’amminoacido più piccolo ed è prevalentemente fonte energetica per i muscoli e per il sistema nervoso centrale, è coinvolto nella formazione degli anticorpi e nel metabolismo degli zuccheri, convertendosi in glucosio, in condizioni di ipoglicemia.
  • Arginina, se assunta in dosi elevate stimola la produzione dell’ormone della crescita (GH). Essa mantiene il trofismo dei muscoli, accelera la guarigione di ferite, stimola l’utilizzo dei grassi come fonte di energia, migliora l’attività cerebrale, rafforza il sistema immunitario ed è coinvolta nella sintesi di collagene. Essa, infatti, viene molto utilizzata come cura per l’obesità, come terapia per l’HIV, e come integratore per aumentare la massa muscolare.
  • Carnitina, favorisce il trasporto degli acidi grassi nel mitocondrio, dove subiranno un processo di ossidazione volto alla creazione di energia. Essa si trova in elevate quantità nel muscolo scheletrico e nel cuore, e si sintetizza dalla lisina e dalla metionina, grazie al ferro, alle Vitamine C, B1 e B6
  • Cisteina e cistina, sono due amminoacidi che si convertono spontaneamente nell’altro in caso di necessità. Essi favoriscono la produzione di collagene, hanno un’azione benefica per cute e capelli, vengono utilizzate per il trattamento di ustioni o di artrite reumatoide. In particolare, la Cisteina protegge il corpo dall’invecchiamento delle cellule, combattendo i radicali liberi e le radiazioni ionizzanti. La cisitina, invece, potrebbe portare alla formazione di calcoli renali, se si verifica un difetto genetico ai reni.
  • Citrullina, è principalmente presente nel fegato. Essa prende parte al ciclo dell’urea, è coinvolta nell’espulsione dell’ammoniaca e nel sistema delle difese immunitarie.
  • Fenilalanina, è presente nel cervello, essendo fondamentale per la produzione di alcuni neurotrasmettitori che: migliorano l’umore, alleviano il senso di dolore, migliorano le attività cerebrali, riducono il senso di fame, migliorano la funzionalità della tiroide e sono partecipi delle sintesi di tirosina.
  • Glicina e Prolina, sono entrambe coinvolte nella sintesi di collagene, se abbinate alla Vitamina C o all’acido ascorbico. Hanno, quindi, un ruolo fondamentale nel processo di rigenerazione di cute, tendini e cartilagini.
  • Glutammina, viene sintetizzata a partire dall’acido glutammico, ed ha pressoché le medesime funzioni.
  • Isoleucina, leucina e valina, è un amminoacido a catena ramificata. Essa aumenta la resistenza dei muscoli, rallentando allo stesso tempo il processo di decomposizione delle proteine strutturali, favorendo il prolungamento del periodo di recupero da sforzo. Essa è anche coinvolta nel processo di sintesi dell’emoglobina e dell’ormone della crescita.
  • Istidina, è presente principalmente nei globuli bianchi e rossi, essendone coinvolta nella sintesi. Essa è inoltre coinvolta nel processo di formazione della guaina di mielina che avvolge le cellule nervose, partecipa alla funzionalità del sistema immune, aumenta il desiderio sessuale, è coinvolta nel processo di sintesi della carnosina insieme alla B-alanina.
  • Lisina, tale amminoacido è coinvolto nel processo di formazione degli anticorpi, degli enzimi, e del calcio nelle ossa.
  • Metionina, combatte l’insorgenza di radicali liberi, diminuisce il colesterolo sanguigno, rende i capelli più forti, è utile per la disintossicazione da metalli pesanti.
  • Ornitina, è coinvolta nei processi di formazione dell’ormone della crescita e di disintossicazione dell’ammoniaca. Essa accelera il processo di cicatrizzazione, rafforza il sistema immunitario, migliora l’attività cerebrale, favorisce lo smaltimento del tessuto adiposo.
  • Prolina, da assumere combinata alla Vitamina C, è coinvolta nel processo di rigenerazione di muscoli e tendini.
  • Taurina, combatte il processo di invecchiamento cellulare ed i radicali liberi. Mantiene la funzionalità cardiaca, ed è utilizzata per curare: ipertensione, aritmie cardiache, epilessia e distrofia muscolare. Si trova prevalentemente in uova, pesce, carne e lette. Se è presente la vitamina B6, la Taurina può essere sintetizzata a partire da cisteina e metionina.
  • Tirosina, garantisce il corretto funzionamento della tiroide, dell’iisi e delle ghiandole adrenergiche. Essa riduce il senso di appetito, riduce il tessuto adiposo, calma stati di ansia, depressione ed emicranie.
  • Treonina, è coinvolta nei processi digestivi e nella sintesi di collagene e di elastina.
  • Triptofano, agisce come rilassante, ed è molto utile contro: insonnia, ansia, depressione, emicrania, ipercolesterolemia. Esso si trova prevalentemente in: cioccolato, banane, datteri, latte e arachidi.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.