1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Dieta per dimagrire in menopausa: che cos’è, come funziona, cosa mangiare ed esercizi

Dieta per dimagrire in menopausa: che cos'è, come funziona, cosa mangiare ed esercizi

Quando una donna va in menopausa il suo corpo, il suo assetto ormonale tendono a modificarsi e il metabolismo non è più quello di una volta.

In parole povere, le donne che si trovano in menopausa tendono di mostrare qualche chilo in più sulla bilancia e inoltre, i vestiti si restringono. Però non bisogna farsi prendere dall’ansia che in questi casi non manca mai: dimagrire in menopausa infatti è possibile.

Con una corretta alimentazione, esercizio fisico, l’ingerire 2 l d’acqua al giorno, gestire lo stress e sfruttare i rimedi naturali sono del caratteristiche che tendono il miglioramento del metabolismo e portano anche alla perdita di qualche chilo.

Pubblicità
Aloe Ferox Bioness

La perdita di questi chili in più, come tutti sappiamo non è però del tutto È normale, poiché durante la menopausa si presentano una serie di fattori che collegati tra di loro comportano delle difficoltà nella perdita di peso.
Tra queste cause troviamo:

  • Cambiamenti ormonali;
  • diversa disposizione del grasso;
  • minore attività fisica;
  • minore cura della persona; aumento dell’appetito;
  • patologie concomitanti;
  • propensione genetica.

Tutte queste trasformazioni che colpiscono l’organismo femminile alla fine del processo di fertilità sono in evitabili, ma è possibile intervenire per cercare di contrastare quelli che sono gli effetti collaterali intervenendo sull’alimentazione per evitare di mettere troppi chili.

Come funziona?

Non vi è un funzionamento stabilito di questo procedimento per dimagrire durante la menopausa, ma sia la certezza che alcuni alimenti pur non essendo del tutto da evitare, vanno limitati poiché sono ricchi di grassi e hanno un grado intenso di colesterolo proprio per questo motivo tendono a peggiorare le tendenze fisiologiche e portano ad ingrassare.

E quindi bene consumare limitatamente:

  • Formaggi grassi;
  • pasta fresca ripiena;
  • frattaglie;
  • pane in cassetta, all’olio, al latte;
  • salumi;
  • alcolici, superalcolici, bevande gassate;
  • dolci, prodotti da forno, merendine e snack confezionati;
  • condimenti con molto grasso.

Cosa mangiare ed esercizi

È la dieta ideale da seguire durante il processo che determina la fine dell’età sterile comprende l’assunzione di alimenti che siano caratterizzati da un numero minore di calorie, ma che contengano però un’alta quantità di vitamine importanti per la salute e sali minerali, in modo tale da evitare quei fenomeni che potrebbero causare l’indebolimento delle ossa.

Gli alimenti consigliati in questa casistica sono:

  • verdure, è opportuno assumere almeno una quantità di due porzioni al giorno di verdure che contengono una quantità elevata di calcio, esempi: broccoletti, cardi, carciofi, indivisa, spinaci, cavolo cappuccio, rucola, cicoria e radicchio verde e anche verdure ricche di betacaroteni e antiossidanti come peperoni, zucca, carote, pomodori e barbabietole;
  • frutta, si consiglia una quantità di tre porzioni giornaliere. Tutti i tipi di frutta sono consoni, ma è preferibile ingerire frutti di colore arancio B, come le albicocche che sono anche importantissime per la vista, kiwi, agrumi e fragole;
  • latte e latticini, il latte lo yogurt devono essere consumati in modo giornaliero due volte al giorno, in modo da garantire una quantità necessaria di calcio. Consigliabile, per evitare di mettere qualche chilo in più e di aumentare il colesterolo, ingerire latte scremato o parzialmente scremato e yogurt magro che contiene più calcio e inoltre, controlla le calorie e gli acidi grassi saturi ingeriti.
  • formaggio, preferibilmente magri, come ricotta, seta, caprino, tofu, fiocchi di latte. Si consiglia però di poter assumere anche i tipi di formaggio stagionati come parmigiano reggiano o grana padano poiché hanno un contenuto di calcio molto alto;
  • legumi, da ingerire almeno tre volte a settimana. Sono ricchi di fibre e migliorano il canale intestinale. I legumi più importanti sono la soia, poiché ha delle sostanze che riescono a limitare le vampate di calore, migliorare la memoria, i livelli di colesterolo e le densità delle ossa.

Tra le altre categorie di cibo che è possibile ingerire in menopausa troviamo:

  • cereali;
  • uova, salumi e carni rosse;
  • carni bianche;
  • pesce;
  • dolci;
  • condimenti;
  • bevande.

Inoltre è possibile praticare esercizio fisico in modo tale da mantenersi in forma, in questo caso non vi sono esercizi consigliati, ma è necessario svolgere esercizi in modo costante in modo da non perdere il ritmo.

Non bisogna dimenticare però che per rendere il tutto valido deve essere rispettata una corretta dieta, evitando tutti gli alimenti precedentemente indicati e ingerendo quelli che sono i prodotti più consoni per questa fase che determina la fine dell’età fertile.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.