1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Albicocche: proprietà, benefici, utilizzi e controindicazioni

Albicocche: proprietà, benefici, utilizzi e controindicazioni

L’albicocca è il frutto dell’albero di albicocco, anche scientificamente chiamato Prunus armeniaca, che appartiene alla famiglia delle Rosacee. Tale pianta è tipica del continente asiatico e fu diffusa in Europa grazie ai Romani, dopo che questi ultimi conquistarono l’Armenia, tant’è che il nome ha appunto origine da ciò.

Essa è un frutto tipicamente estivo e viene prodotto a livello mondiale dall’Italia, la Spagna, gli Stati Uniti, la Francia e la Grecia. La pianta di albicocco è molto resistente e può raggiungere fino a 10 metri di altezza. Essa viene coltivata in zone con un clima mite, e fiorisce prevalentemente in primavera, per cui, seguendo il processo di maturazione dei frutti, questo dovrebbe avvenire tra giugno e luglio. Soltanto la varietà Pinos riesce a portare a termine il processo di maturazione tra maggio e giugno.

Il frutto di albicocca ha una forma ovale con dimensioni variabili e colore generalmente arancione, ha una buccia vellutata dorato-rossa ed il gusto dolce.

Valori nutrizionali delle albicocche

Per quanto riguarda i valori nutrizionali delle albicocche, sappiamo per certo che esse sono povere di grassi e di calorie, infatti per 100 g contengono soltanto 48 calorie, e sono fonte di vitamine, sali minerali e antiossidanti. Esse, inoltre, hanno un basso indice glicemico e una buona quantità di fibre, grazie alle quali riescono a prevenire la stipsi e a dare un senso di sazietà.

Valori nutrizionali per 100g di albicocche:

Proprietà nutrizionali delle albicocche

Le albicocche risultano essere molto utili, ad esempio, negli individui in sovrappeso per favorire la diminuzione della glicemia e del colesterolo. Come si è visto le albicocche sono ricche di minerali, soprattutto potassio e beta carotene, di vitamine A, vitamina C e vitamina E. Oltre a tali vitamine, inoltre, sono presenti anche numerose sostanze antiossidanti come la luteina, la zeaxantina e la quercetina.

  • Grazie al potassio le albicocche riescono a regolare la pressione arteriosa e ad abbassarla, perché favoriscono l’eliminazione di liquidi e combattono la ritenzione idrica, regolando anche il battito cardiaco
  • Grazie al betacarotene, che è un pigmento naturale responsabile  del colore giallo-arancione di frutta e verdura, in seguito alla sua conversione in vitamina A anche chiamata retinolo, si riesce a mantenere la funzionalità negli occhi e favorire la differenziazione delle cellule. Inoltre il betacarotene ha una forte azione antiossidante e contrasta la formazione di radicali liberi, che sono i responsabili dell’invecchiamento delle cellule
  • La vitamina C è un potente antiossidante, in grado di fortificare il sistema immunitario e di prevenire il raffreddore e l’influenza. Inoltre, la vitamina C è la principale responsabile della sintesi di collagene, favorendo l’assorbimento del ferro e combattendo l’anemia
  • La vitamina E è un forte antiossidante, ha un’azione vasodilatatrice e stimola il sistema immunitario, prevenendo malattie cardiovascolari, diabete e tumori
  • La leucina e la zeaxantina, sono due carotenoidi, hanno un’azione antiossidante e sono prevalentemente contenuti nella retina dell’occhio. Il loro compito è quello di proteggere la retina dai danni dei raggi solari
  • La quercetina, è un flavonoide, ed ha un’azione antiossidante ed infiammatoria, stimolando il sistema immunitario

Effetti benefici delle albicocche

Le proprietà benefiche delle albicocche per la nostra salute sono diverse, tra cui le seguenti:

  • Rafforzano la salute dell’apparato cardiovascolare grazie all’azione antiossidante del betacarotene ed
  • ostacolano l’ossidazione del colesterolo LDL ossia il colesterolo cattivo che porterebbe alla formazione delle placche aterosclerotiche
  • proteggono la pelle sempre grazie alla presenza di betacarotene che stimola la produzione di melanina la quale responsabile dell’abbronzatura
  • hanno un’azione antiossidante grazie alla vitamina C ed alla vitamina E al betacarotene alla luteina e la zeaxantina
  • proteggono dagli effetti dei radicali liberi che sono responsabili dell’invecchiamento delle cellule della formazione di masse cancerose
  • prevengono la stipsi e la stitichezza in quanto sono ricche di fibre per cui intensificano la peristalsi dell’intestino favoriscono l’espulsione delle feci e in particolare hanno anche una funzione lassativa
  • migliorano la vista grazie alla luteina e la zeaxantina che sono delle sostanze presenti nel frutto che hanno un’azione antiossidante per la retina dell’occhio e filtrano la luce proteggendo l’occhio dai danni dei raggi solari
  • riducono la pressione arteriosa e regolano il battito del cuore grazie all’azione del potassio che regola i fluidi corporei e combatte quindi anche la ritenzione idrica
  • le albicocche inoltre sono molto utili in caso di spossatezza o convalescenza in quanto hanno un’abbondante dose di sali minerali e vitamine per cui riescono a punto ad avere un’azione in re minore remineralizzante

Come consumare le albicocche

Generalmente si consiglia di consumare le fresche, senza tenerle in frigo per troppo tempo, in quanto perderebbero le proprie sostanze nutritive. Possono essere utilizzate anche per succhi e frullati. Inoltre, si possono trovare in commercio anche sciroppate, candite, sotto forma di confettura ed essiccate.

Controindicazioni delle albicocche

Sebbene siano frutti, le albicocche possono avere anche degli effetti negativi e delle controindicazioni.

Il consumo di tale frutto dovrebbe essere moderato per colore che soffrono di calcoli ai reni, colore che soffrono di particolari allergie, come quella alle graminacee.

Si ricorda che i semi dell’albicocca contengono delle sostanze tossiche, per cui se ne deve assolutamente evitare il consumo.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.