1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle(1 voti, voto medio: 5,00)
Loading...

Ragadi alle dita delle mani: cosa sono, sintomi, cause e possibili cure

Ragadi alle dita delle mani: cosa sono, sintomi, cause e possibili cure

Le ragadi sono lesioni che possono interessare cute o mucose, nonostante la tipologia più comune vada a colpire principalmente le mani durante i periodi più freddi, generando fastidio e/o dolore a chi ne soffre.

La causa per eccellenza che può dar vita alle ragade è la pelle seccadisturbo comune in soggetti avente qualsiasi età, e seppur non grave, può portare a fastidi ed inestetismi, con linee sottili, rughe e ragadi alle dita delle mani. La pelle secca è causata da fattori ambientali come:

  • temperatura, prevalentemente il freddo
  • umidità
  • contatto continuo con l’acqua
  • familiarità
  • saponi e sostanze irritanti.

Si può agire contro la pelle secca anche in maniera autonoma, mediante:

  • creme idratanti
  • non usando detergenti aggressivi
  • utilizzo di guanti al lavoro, soprattutto quando c’è eccessivo contatto con acqua.
Pubblicità
Piperina e Curcuma Plus Natural Fit

Laddove la problematica risulti essere più grave, ci si può affidare ad uno specialista, o dermatologo, il quale potrà valutarne le cause ed adottare eventuali contromisure.

Sintomi delle ragadi alle dita delle mani

E’ abbastanza noto che la pelle secca è un disturbo comune a molti soggetti, seppur temporaneo, che fa la sua comparsa prevalentemente nei periodi freddi dell’inverno, arrivando ad esser addirittura cronica in alcuni soggetti.

La frequenza e la gravità dei sintomi sono strettamente legati a:

  • età
  • salute generale
  • ambiente circostante
  • periodo di permanenza all’aria aperta
  • causa del disturbo.

In questi casi la pelle secca si presenta:

  • disidratata
  • irritata
  • infiammata
  • ruvida al tatto
  • squamosa
  • dolorosa e/o pruriginosa.

I casi più gravi manifestano invece forte arrossamento con la comparsa di ragadi tagli dai quali può fuoriuscire sangue. Non è escluso un senso di tensione alla cute.

Anche se la problematica della pelle secca è molto comune su braccia e gambe, non si possono escludere delle variazioni con tagli anche sui polpastrelli, che richiedono lunghi periodi per guarire. Durante questo periodo si noterà fuoriuscita di sangue con forte dolore o fastidio.

Ricordiamo che sono le mani ad esser maggiormente esposte all’ambiente esterno ed ai cambi di temperatura, ma anche al contatto con acqua e saponi, talvolta aggressivi. Sono queste ad esse comunque le maggiori situazioni che favoriscono la secchezza della pelle ed infiammazioni.

Cause delle ragadi alle dita delle mani

Come già detto, le ragadi, sia a mani che a piedi, possono colpire qualsiasi soggetto, ed il fattore che le predispone è sicuramente l’esposizione a temperature, siano esse troppo calde o troppo fredde, prive di umidità. E’ questa la ragione per la quale si incorre in peggioramenti durante l’inverno e a miglioramenti in estate.

La pelle secca, è bene specificare, che è un disturbo dovuto al freddo, che raggiunge peggioramenti in vista di:

  • ridotta umidità nell’aria
  • incremento del riscaldamento
  • spostamento continuo tra le 2 suddette condizioni.

In estate vi possono essere effetti simili dovuti ad elevata esposizione ad aria condizionata, priva di umidità. I soggetti che possono maggiormente contrarre il disturbo variano per alcuni motivi, quali:

  • Età, e quindi con l’avanzare dell’età, dove la pelle si assottiglia e diviene più secca. Dai 40 anni in su, vi sono molti soggetti che necessitano di efficienti creme idratanti ad uso quotidiano.
  • Clima, soprattutto inverno freddo e secco.
  • Patologie cutanee, e soprattutto soggetti che hanno sofferto di dermatite atopica, o eczema, così come anche la psoriasi.
  • Lavoro ed occupazione, e soprattutto infermieri, parrucchieri e persone che lavorano a contatto con l’acqua.
  • Nuoto, e quindi i soggetti che lo praticano e stanno per molto tempo in piscina, quale acqua contiene sostanze che possono portare a secchezza cutanea.

Possibili cure alle ragadi alle dita delle mani

E’ possibile combattere la pelle secca mediante rimedi di automedicazione e cambiamenti del proprio stile di vita, adoperando idratanti ed evitando di effettuare lunghe docce o bagni caldi.

In presenza di pelle molto secca e squamosa, lo specialista prescrive unguenti specifici a base di acido lattico od urea.
In presenza invece di patologie più gravi, tipo dermatiti atopiche, ittiosi psoriasiil medico assegna creme ed unguenti che vadano a sostegno dei comuni rimedi casalinghi.

E’ comune che la pelle secca possa provocare dermatiti, le quali a loro volta provocano arrossamento e prurito cutaneo; il trattamento qui previsto è invece a base di preparazioni semi-solide con leggeri cortisonici. Se invece la pelle tenderà a spaccarsi, si passa solitamente alla prescrizione di medicazioni umide così da combattere infezioni, e a rimedi specifici, tipo smalti medicati, cerotti spray e creme medicate.

Rimedi e consigli contro le ragadi

Lasciamo qui di seguito alcuni consigli e rimedi per meglio trattare e prevenire la comparsa delle ragadi.

  • Non incrementare la comparsa di ragadi mediante bagni o docce, in questi casi, assicurarsi di:
    ➜ effettuare bagni o docce da 5 – 10 minuti
    ➜ utilizzare acqua tiepida e non calda
    ➜ usare detergenti delicati e non profumati
    ➜ usare il quantitativo giusto per pulire
    ➜ tamponare la pelle con l’asciugamano e non sfregare.
  • Usare prodotti idratanti post doccia o bagno. Queste lozioni intrappolano l’umidità cutanea, e per una buona riuscita del rimedio, applicarlo poco dopo:
    ➜ essersi asciugati
    ➜ essersi lavati la faccia o le mani.
  • Preferire unguenti e creme alle lozioni, in quanto più efficaci e non irritanti. E’ preferibile scegliere quelle a base di:
    olio d’oliva
    olio di jojoba
    acido lattico
    urea
    acido ialuronico
    ➜ dimeticone
    glicerina
    ➜ lanolina
    ➜ oli minerali
    vasellina.
  • Adoperare di continuo creme per le mani che non siano grasse, ed applicarle dopo ogni lavaggio delle stesse, così da donare sollievo alla cute e trattare e prevenire al contempo le ragadi.
  • Applicare balsamo per labbra, scegliendo quelli che non irritano ma che donano invece benessere. Se si nota che le labbra pungono o pizzicano dopo il suo utilizzo, è bene optare per un altro tipo.
  • Prediligere prodotti per cute delicata e privi di profumazione, infatti, se si nota pelle secca, evitare:
    ➜ saponi con deodoranti
    ➜ prodotti che contengono alcool, profumo, retinoidi od acido alfa-idrossido. La pelle tratterrà così la sua oleosità.
  • Utilizzare guanti, così da ridurre secchezza e rugosità. I guanti vanno indossati nei seguenti casi:
    ➜ prima di uscire di casa nei periodi invernali
    ➜ prima di effettuare operazioni dove ci si deve bagnare le mani
    ➜ prima del contatto con sostanze chimiche, grasse od ulteriori sostanze.
  • Prediligere indumenti e detergenti non irritanti, e quindi:
    ➜ cotone o seta da porre al di sotto di indumenti di lana o tessuti “ruvidi”
    ➜ prediligere i detergenti “ipoallergici”.
  • Evitare di stare al caldo o sedersi eccessivamente dinanzi ad un camino o fonti di calore.
  • Umidificare l’aria mediante umidificatore. 
Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.