1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Influenza: che cos’è, sintomi, cause e possibili cure

Influenza: che cos'è, sintomi, cause e possibili cure

L’influenza e un’infezione virale delle vie respiratorie superiori, ossia di bocca, naso e gola, molto contagiosa, che generalmente si diffonde stagionalmente tra Dicembre e Marzo. Prima di presentarsi, essa ha un periodo di incubazione che va dai 2 ai 4 giorni, durante il quale avviene la fase del contagio di persona in persona

Le cause dell’influenza

Le cause dell’influenza possono essere i virus influenzali, appartenenti al genere Orthomyxovirus, in particolare i tipi A e B, che portano allo sviluppo dell’influenza classica; il tipo C, invece, è meno frequente nell’uomo, ed è molto più diffuso negli altri organismi viventi.

Il virus dell’influenza si trasmette di persona in persona con scambio di saliva e muco attraverso, ad esempio, starnuti e tosse. Tuttavia, anche una persona apparentemente sana potrebbe essere durante il periodo di incubazione, e quindi essere fonte di contagio del virus

I Sintomi dell’influenza

Aloe Ferox Bioness

I sintomi comuni dell’influenza sono svariati, tra cui i più ricorrenti sono quelli elencati qui di seguito:

  • febbre con brividi
  • sensazione di malessere
  • inappetenza
  • dolori ai muscoli
  • mal di testa
  • tosse
  • mal di gola
  • raffreddore
  • debolezza
  • Per i più piccoli il tutto può essere seguito anche da vomito e infiammazioni allo stomaco e all’intestino, con diarrea
  • Gli anziani oltre i 65 anni, molto spesso, hanno anche febbre molto alta e si trovano in uno stato confusionale

Generalmente l’influenza, se curata correttamente, tende ad andar via nel giro di 5 giorni circa. Tuttavia, nelle persone che hanno altre condizioni patologiche di base, potrebbero insorgere delle complicanze respiratorie come ad esempio polmoniti, e peggioramento delle condizioni ad esempio con tosse e febbre che persiste.

Potrebbero verificarsi anche complicanze cardiache, che colpiscono soprattutto gli anziani, e neurologiche come encefaliti, che colpiscono invece i bambini.

Le principali cure per l’influenza

Generalmente come cura principale si consiglia quella di stare al riposo in casa, al caldo e di non esporsi a temperature troppo basse finché la febbre non scompare. Se la febbre dovesse persistere ed essere molto alta per più di 2 giorni, si consiglia di assumere farmaci antinfiammatori non steroidei per abbassarla.

Tali farmaci vengono consigliati anche per la gola arrossata, il dolore, il mal di testa e possono essere utilizzati dei decongestionanti per liberare il naso nel caso in cui sia otturato.

In caso di tosse, invece, si possono utilizzare farmaci come sedativi e mucolitici. Da scartare sono invece gli antibiotici, che in questo caso non servirebbero, in quanto l’infezione è virale.

Quando consultare il medico?

Si consiglia di consultare il proprio medico di base nel caso in cui: la febbre e molto alta e persiste; se l’influenza colpisce soggetti affetti da patologie respiratorie e cardiache; se l’influenza colpisce soggetti deboli e con basse difese immunitarie; se l’influenza colpisce persone affette da diabete; se l’influenza colpisce persone anziane con più di 65 anni, o bambini piccoli, che non bevono liquidi a sufficienza.

E’ possibile infine, che l’influenza e la febbre vengano accompagnate da un’infezione batterica, soltanto in tal caso, dopo aver contattato il proprio medico di base, potrebbe essere opportuno somministrare al soggetto malato un antibiotico.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.