1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Ruta: che cos’è, proprietà, benefici, utilizzi e controindicazioni

Ruta: che cos’è, proprietà, benefici, utilizzi e controindicazioni

La ruta è una pianta appartenente alla famiglia delle Rutacee. Il suo nome scientifico è Ruta graveolens. Molto utilizzata per aromatizzare i liquori, la ruta è spesso usata all’interno di alcune pietanze per sfruttarne le proprietà benefiche. In passato la ruta veniva utilizzata come pianta medica popolare, ad uso esterno, come rimedio contro i dolori articolari.

La ruta era anche utilizzata in caso di nevralgie, e crampi; e sotto forma di infuso per i dolori mestruali, per le coliche intestinali e per calmare gli attacchi isterici stimolando la digestione. Grazie alla sua azione antispasmodica, la ruta era anche utilizzata in casi di ipertensione, epilessia e coliche. La polpa e il succo venivano applicati sulla pelle come rimedio contro i porri.

Credenze popolari sostenevano che la ruta era efficace per combattere la paura portandosene una piccola quantità in tasca, tanto da acquisirne il nome. Le case in cui cresceva spontaneamente questo genere di pianta venivano considerate privilegiate.

Che cos’è la ruta?

La ruta è una pianta erbacea perenne, originaria dell’Europa meridionale. In Italia la sua crescita si presenta spontaneamente, coprendo tutte le regioni eccetto le isole, dove è possibile trovarla solo se coltivata negli orti. L’altitudine media dove è possibile coltivare la ruta si estende dal livello del mare, a massimo mille metri di altezza.

La ruta si presenta con un fusto prevalentemente erbaceo e ramificato; il quale consente alla pianta di svilupparsi anche lungo i muri, oltre che in luoghi erbosi e campi incolti. Le foglie sono dotate di forma tripennata, suddivise a loro volta in lacinie da un profumo intenso.

Aloe Ferox Bioness

I fiori invece si presentano con dimensioni piccole, con una colorazione giallastra, costituiti da infiorescenze apicali a corimbo. I frutti, contenenti i semi della pianta, si presentano con forma simile a quella di  una capsula.

Proprietà della ruta

La ruta ha diverse proprietà benefiche e terapeutiche tra qui: emmenagoghe, sedative, digestive, carminative, vermifughe. Essa è utilizzata come rimedio in ferite causate in ambito sportivo, riducendo il gonfiore. La ruta graveolens inoltre ha effetti calmanti per quanto riguarda il sistema nervoso. L’effetto omeopatico, ottenuto principalmente dalle foglie fresche della pianta, si concentra sui reumatismi, distorsioni e affaticamento della vista.

Escluse le radici, ogni parte della ruta viene utilizzata se raccolta in periodo di fioritura. Ricca di esteroidi, flavonoidi e fucumarine la pianta ha ulteriori effetti benefici. I primi sono glicosidi, i quali rafforzano i capillari sanguigni e, svolgono un’azione diuretica e antispasmodica.

I flavonoidi sono degli antiossidanti. particolare flavonoide estratto dalla ruta è la rutina, il quale è utilizzato dalle cause farmaceutiche per sintetizzare farmaci per la cura e la prevenzione della fragilità capillare. Le fucumarine invece si incentrano sugli effetti vasodilatatori e fotosensibilizzanti.

Utilizzi e controindicazioni

La ruta viene frequentemente utilizzata come aromatizzante negli infusi di liquori e grappe. La ruta viene utilizzata per preparare una particolare grappa come digestivo, il quale ha lo scopo di prevenire la formazione di aria intestinale. Le foglie possono essere utilizzate, non solo come aromatizzante per alcolici, ma anche per insalate, carni e pesci, oli e aceti.

In ambito culinario la ruta si può utilizzare, sempre in piccole quantità, per condire le insalate o per aromatizzare l’olio, aceto o piatti a base di carne. Altri utilizzi dai quali ci si può trarre beneficio sono quelli domestici. La graveolens può essere utilizzata per tenere lontani topi, zanzare e vipere, spargendo rametti freschi nelle zone dove si presentano, o si sospettano, le presenze indesiderate.

In passato la ruta era utilizzata come stimolante per le mestruazioni, ma in temmpi odierni viene SCONSIGLIATO in quanto l’involontario sovra dosaggio può essere causa di infiammazioni dell’apparato digerente e dell’apparato uro-genitale. Anche se in passato la ruta veniva utilizzata come rimedio contro i porri, applicando sulla pelle la polpa e il succo del frutto, gli erboristi ne sconsigliano l’utilizzo in quanto la ruta si rivela essere una pianta molto irritante. Infatti si sconsiglia di toccare a mani nude la pianta onde evitare arrossamenti, gonfiori e vesciche.

E’ inoltre sconsigliato preparare alimenti con l’aggiunta della ruta, non essendo a conoscenza dei giusti dosaggi, in quanto la pianta se assunta in quantità eccessive è tossica. Si consiglia per tanto di affidarsi a dei pre-preparati acquistabili in negozi specializzati quali erboristerie.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.