1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Collagene: che cos’è e quale funzione ricopre

Il collagene, dal latino “colla et genmen” significa produrre colla. Letteralmente, collagene sta a rappresentare la colla del corpo umano. Con parole differenti, esso consiste nel materiale e nella colla che assieme collegano i tessuti connettivi del corpo (ossia ossa, cartilagini, muscoli, tendini, legamenti e pelle).

Tali tessuti connettivi al loro interno presentano due proteine fibrose: e cioè collagene ed elastina. Quest’ultime attribuiscono al tessuto cartilagineo le corrispettive caratteristiche (quali resistenza e elasticità) grazie alle fibre alquanto larghe di collagene che possono formare a loro volta le nostre cartilagini in quanto si combinano con le molecole dei proteoglicani.

Collagene nel corpo umano

Aloe Ferox Bioness

Nel nostro corpo i tessuti connettivi seguono tale distribuzione:

nel muscolo – rapporto collagene/elastina di 3:1
nei tendini – 3 di collagene ed 1 di elastina
nei legamenti – 1 di collagene e 3 di elastina
nella cartilagine – 1 di collagene e 3 di elastina
nelle ossa – 3 di collagene
nella pelle – 3 di collagene ed 1 di elastina
nei polmoni – 2 di collagene e 3 di elastina

La parte interna dei muscoli è costituita dai tessuti connettivi, che a loro volta sono ricchi di proteoglicani composti a loro volta da polisaccaridi (pari al 95%) e (pari al 5%) da proteine.

Contrariamente, il collagene è pari all’80% dei tessuti connettivi, mentre il 30% è costituito dalle proteine. Pertanto, il tessuto connettivo è presente quasi totalmente in tutte le parti del corpo.

L’organismo ed il suo processo ricostruttivo

L’organismo ed il suo processo ricostruttivo e rigenerante varia a seconda delle sue capacità di trasformare le risorse l’una nell’altra. Processo metabolico che comporta la presenza di collagene sotto forma di catalizzatore è detto sintesi delle proteine. Nel momento in cui però il collagene diminuisce all’interno dell’organismo, ciò scaturisce una riduzione anche per quanto concerne le risorse e il catalizzatore.

Fattori differenti nuocciono ma allo stesso tempo hanno la capacità di diminuire il collagene nell’organismo. Tra questi troviamo il tabagismo, il consumo fondamentale e frequente di alcolici, caffè, stress e attività fisica regolare. Pertanto, infezioni, inquinamento, sfavorevoli condizioni climatiche e l’assumere diversi farmaci possono indebolire l’organismo allo stesso modo. É quindi opportuno considerare qualsiasi elemento contenuto all’interno degli alimenti che può a sua volta agevolare la cura e la ricostruzione del corpo. I produttori di integratori alimentati identificano la necessità di avere del collagene in aggiunta naturale.

Il collagene nel nostro corpo è prodotto giornalmente, sebbene la produzione si riduca con l’avanzare dell’età, il rifornimento di collagene a disposizione diminuisce in maniera rapida e le differenti parti del corpo a gradi si danneggiano. Primi segni che evidenziano ciò sono la fuoriuscita di rughe e dolori articolari, sebbene rappresentino solo alcuni dei molteplici effetti di tale problema. Dato però che il tutto trova origine internamente al nostro corpo, per apparire giovani e sani è opportuno seguire un segreto e cioè quello di agire con la fonte degenerante, prima che abbia inizio il processo.

Quale funzione ricopre il collagene

Prodotto naturalmente dall’organismo, il collagene è decisivo per il corretto funzionamento di quest’ultimo, in quanto funge da “collante”! Pertanto non bisogna disprezzare il collagene e la sua importanza nel corpo, in quanto sta a rappresentare la cartilagine che a sua volta costituisce le articolazioni, i muscoli, i capelli, la pelle, i tendini e i legamenti. Questo perchè da al nostro corpo la struttura e va a formare catene molecolari che tendono a loro volta a rinforzare i tendini. Proprio per questo motivo il collagene ha il ruolo di sostenere la nostra pelle e i corrispettivi organi interni.

Quando invece il nostro corpo tende ad unire i minerali al collagene a tal proposito si formano le ossa e i denti. Nel momento in cui si forma una rete fitta nel quale hanno sviluppo e riproduzione nuove cellule, in questo caso si sta parlando di fibre di collagene. Quando però il corpo ha necessità di ricostruire cellule nuove, ad esempio in fase di guarigione o durante la fase di sviluppo del corpo, in qualsiasi momento il collagene ha un ruolo fondamentale. Esso è la sostanza che sostiene e protegge a sua volta i tessuti molli del corpo e successivamente li lega allo scheletro. Quindi sta a rappresentare non solo il materiale ma bensì anche la colla che insieme tende a collegare le parti del corpo.

Nel corso degli anni però, il quantitativo di collagene prodotto dal corpo tende a ridursi in maniera notevole. Di conseguenza, la pelle tende a ridurre in maniera notevole il quantitativo di collagene provocando poi la fuoriuscita di rughegrinzositàmacchie scureperdita dell’elasticità nonchè lucentezza della pelle. Gli stessi capelli tendono a perdere la loro corposità e lucentezza. 

Pertanto un basso quantitativo di collagene può causare danni che toccano anche l’interno del corpo: quali tessuti dei muscoli che tengono a degradarsi questo perchè la riduzione di collagene inizia ad essere non adeguata. A tal proposito iniziano ad insorgere complicazioni soprattutto quando le distorsioni e le sollecitazioni divengono più frequenti. In tali situazioni, anche gesti comuni (come fare un balzo e/o spostarsi rapidamente) vengono svolti in maniera più difficoltosa e tendono ad accrescere dolori articolari.

Il collagene e le sue funzioni

La maggior parte delle proteine contenute nel nostro organismo sta a rappresentare collagene. Quest’ultimo consiste nella più fondamentale proteina, in quanto ha il ruolo di incollare elementi cellulari originando processi di formazione degli organi e dei tessuti.

Esso è l’elemento fibroso basilare della pelle, dei tendini, delle cartilagini, delle ossa, dei denti, delle membrane, della cornea e dei vasi sanguigni in tutti i vertebrati. Infatti, in basse alla specie, esso rappresenta il 50% sino al 80% delle proteine interne all’organismo dei vertebrati.

Composizione a tre catene del collagene

collagene struttura

Proteina formata da amminoacidi è il collagene. Esso è composta da una triplice elica che assieme si presenta avvolta. Ogni catena si presenta lunga 1400 amminoacidi, tra cui uno di questi è costituito da glicina (e cioè un amminoacido di piccole dimensioni che tende ad inserirsi in maniera perfetta all’interno dell’elica). La maggior parte delle posizioni della catena vedono: la prolina e una versione di questa modificata, nonchè l’idrossiprolina.

Quest’ultima, modifica l’amminoacido prolina successivamente alla costruzione della elica di collagene, che si presenta critica per la sua stabilità. Tale problematica può però essere risolta attraverso l’uso della vitamina C che permette l’aggregazione di ossigeno. Pertanto il nostro organismo non riesce a procurarsi in maniera sintetica la vitamina C e quindi deve procurarsela attraverso un buon programma alimentare. In mancanza però di vitamina C la produzione di idrossiprolina rallenta e ciò comporta poi il blocco per quanto concerne la costruzione di collagene nuovo.

Nel corso della vita, il collagene tende a rinnovarsi costantemente. Un esempio, lo vediamo nel tessuto osseo dove tale processo vede la durata di all’incirca 1 anno, contrariamente al fegato il cui processo dura 1 mese. Nella pelle invece, in base alle proprietà che variano a seconda della persona, può durare dai 140 ai 160 giorni.

Il collagene e le rispettive responsabilità

  • Stato della pelle e di alcuni organi.
  • Protezione meccanica dell’organismo da parte della pelle.
  • Conservazione della qualità strutturale della pelle nel tempo.
  • Previene la disidratazione della pelle.
  • Conservazione dell’elasticità, tonicità e riduzione al minimo delle rughe.   
  • Funzione rinforzante del tessuto osseo dell’apparato scheletrico: la riduzione di produzione di collagene può infatti dare inizio al processo di osteoporosi, ovvero la riduzione della massa ossea.
  • Aumenta la resistenza dei tendini.

Carenza di Collagene e invecchiamento

collagene invecchiamento

Come già detto in precedenza, con l’avanzare dell’età, quantità di collagene prodotta dal corpo si riduce notevolmente, di conseguenza la carenza di collagene nella pelle può causare: rughe, grinzosità, macchie scure, perdita di elasticità e lucentezza della pelle. Anche nei capelli si può riscontrare perdita di lucentezza e corposità.

La carenza di collagene, causata dalla ridotta produzione di quest’ultima, influisce anche su parti interne del corpo come ad esempio il degradamento dei tessuti muscolari, andando così ad incidere soprattutto su azioni quotidiane che richiedono spesso ripetute sollecitazioni e distorsioni come ad esempio: salti, spostamenti veloci.

Per valutare lo stato del collagene all’interno del nostro corpo esiste un esame: collagenografia o collagenometria; questo ci consente di effettuare una misurazione rapida e precisa della presenza di collagene, permettendo così di individuare la presenza di carenze di collagene derivate da possibili disturbi o patologie: rughe derivate da un deficit di collagene, invecchiamento precoce della pelle, dolori o lesioni alle giunture per la carenza di collagene, osteoporosi, sclerodermia, collagenosi, psoriasi, debolezza generale del tessuto connettivo e altre patologie.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.