1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Origano: che cos’è, proprietà, valori nutrizionali, utilizzi e controindicazioni

Origano: che cos’è, proprietà, valori nutrizionali, utilizzi e controindicazioni

L’origano (Origanum vulgare) è una pianta perenne erbacea appartenente alla famiglia delle Lamiaceae che cresce spontanea sulle colline dei paesi mediterranei.

Questa pianta prende il nome dall’unione di due parole provenienti dal greco antico: ὀρός (oro) e γαναω (io mi compiaccio), e che insieme potrebbero alludere ad un concetto di “splendore della montagna“.

Benefici dell’origano

Garcinia Cambogia

Raggruppati in pannocchie e dal gradevole colore biancastro o rosato, dai fiori dell’origano si estrae un olio essenziale che comprende varie sostanze aromatiche (come terpinene, timolo, carvacrolo), le quali, oltre ad essere la causa del sapore fortemente aromatico di quest’erba, apporta anche numerosi benefici al nostro organismo:

  • Favorisce la digestione grazie alla sua particolare azione stomachica, in grado di stimolare la produzione di succhi gastrici ed aumentare, di riflesso, l’appetito;
  • Possiede proprietà carminative, favorisce cioè l’espulsione dell’aria accumulata nello stomaco e nell’intestino e lenisce i dolori (soprattutto coliche) che derivano da questo accumulo;
  • Fluidifica il muco, liberando in questo modo i bronchi e le vie respiratorie;
  • Rafforza gli anticorpi del nostro sistema immunitario, proteggendoci dalle malattie stagionali;
  • Svolge una funzione analgesica e antalgica;
  • Potenzialmente utile nel contrastare la cellulite tramite un’azione drenante sui sui ristagni linfatici da ottenere tramite un massaggio che stimoli la circolazione.

Valori nutrizionali dell’origano

100 g di Origano contengono 265 calorie (78,2% carboidrati, 8,3% proteine, 13,5% grassi).
Gli elementi nutrizionali contenuti in questo alimento sono:

  • 9 g di proteine;
  • 68,92 g di carboidrati;
  • 4,09 g di zuccheri;
  • 4,28 g di grassi di cui 1,551 saturi, 0,716 g monoinsaturi, 1,369 polinsaturi;
  • 42,5 g di fibre;
  • 25 mg di sodio.

Come utilizzare l’origano

L’origano, che va conservato in barattoli a chiusura ermetica all’ombra, trova vanta numerosi impieghi, non solo culinari, e per questo è considerato un valido alleato non solo per arricchire le proprie pietanze, ma anche per prenderci cura del nostro aspetto e della nostra salute. Scopriamo insieme come possiamo utilizzare l’origano!

In ambito culinario viene sovente associato all’aglio per insaporire pizze e focacce, pomodori e patate, uova, carni e formaggi; essiccato è ottimo per preparare buonissime tisane, utili anche nel contrastare i fastidiosi sintomi degli stati influenzali (raffreddore, mal di gola e mal di testa) e i disturbi gastrointestinali. Anche inalato mediante suffumigi esercita un’azione sedativa sulla tosse grazie alla capacità di eliminare il catarro.

In ambito cosmetico l’origano può rivelarsi, talvolta, veramente salvifico: infatti l’olio essenziale di quest’erba può essere impiegato, miscelato insieme a quello di mandorle dolci, per effettuare un massaggio drenante per la pelle, anche per diminuire il rischio di accumulo di grasso. Le foglie di origano, grazie alla loro proprietà antibatterica, possono essere utilizzate per realizzare impacchi per pelle e capelli grassi.
E, qualora abbiate bisogno di un po’ di relax, un bagno all’olio essenziale di origano sicuramente è ciò di cui avete bisogno.

Controindicazioni dell’origano

L’origano non ha particolari controindicazioni, ovviamente se il suo sapore forte non vi piace non utilizzatelo nelle vostre pietanze.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.