1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Frutta disidratata: che cos’è, benefici, proprietà, valori nutrizionali e controindicazioni

Frutta disidratata: che cos'è, benefici, proprietà, valori nutrizionali e controindicazioni

Molti individui, in modo particolare i palestrati sostengono che la frutta secca è solo una enorme bomba di calorie e zucchero, ma questa supposizione non è veritiera in quanto la realtà è un’altra.

Infatti secondo una serie di studi effettuati da esperti, si è arrivati alla conclusione che la frutta secca ha dei benefici su coloro che la ingeriscono e inoltre è stata anche effettuata una ricerca per individuare quale fra le tipologie di frutta secca sono più ricche di nutrienti.

Che cos’è la Frutta disidratata

Pubblicità
Aloe Ferox Bioness

Quando parliamo di frutta secca, dobbiamo sapere che subiscono un processo di disidratazione da cui viene estratta la maggior parte della quantità di acqua presente, questo anche attraverso delle procedure di essiccazione e disidratazione.

Grazie alle procedure attuate, questi frutti possono essere dotati di una conservazione più lunga rispetto a quella che generalmente devono rispettare.

Non vi è alcuna differenza tra la frutta essiccata e quella disidratata poiché tutte le varie categorie di frutta possono subire il processo di disidratazione, tra le più utilizzate troviamo: uvetta, datteri, prugne, fichi, albicocche, pesche, mele.

Queste varietà di frutta generalmente subiscono il processo di essicazione in modo del tutto naturale, ovvero al sole o in base ad una serie di essiccatori. Proprio perché non vi è l’utilizzo di additivi, questi frutti possono essere definiti sani come lo è la frutta fresca.

Benefici e proprietà

La frutta secca come fatto noto precedentemente, comporta una serie di benefici e proprietà che sono:

  • ridurre il rischio di cancro, la frutta secca contiene un elevato numero di sostanze antiossidanti, in modo principale polifenoli, vitamine e minerali. Numerosi studiosi hanno anche confermato che la presenza di composti bioattivi come, antociani, acetogenine, catechine, cumarine, acidi fenolici presenti in questi frutti, sono un importante chemio di prevenzione del cancro;
  • prevenire le malattie cardiache, si stratta di uno studio estremamente scientifico che definisce che l’assunzione di questi frutti possa essere un modo di prevenzione delle malattie cardiache grazie a due importanti meccanismi che sono: l’attività antiossidante e l’effetto cardioprotettivo di una serie di minerali e vitamine. Un utilizzo numeroso di frutta secca, come potrebbero essere ad esempio le prugne secche, tende a ridurre il rischio di malattie cardiache moderando il livello della pressione nel sangue;
  • tante fibre, i frutti essiccati sono una grandissima fonte di fibre, ovvero un carboidrati non digeribile per il corpo dell’individuo. Da una parte gli alimenti che contengono fibre migliorano il processo intestinale e inoltre prevengono la costipazione, portando una riduzione del colesterolo e favorendo la microflora del colon, inoltre tendono anche a minimizzare il glucosio e l’insulina. Bisogna inoltre sapere che ci sono tipologie di fibre che riducono la fame e comportano così un’agevolazione nella perdita di peso;
  • rafforzano e proteggono le ossa dalle malattie, secondo una serie di dimostrazioni, vi è stata conclusa che la frutta disidratata possa minimizzare la perdita ossea causata da una serie di patologie, come potrebbe essere ad esempio l’osteoporosi. Bisogna sapere che questi frutti sono anche caratterizzati da un innumerevole quantità di nutrienti che comportano benefici alla salute non solo dell’individuo, ma anche delle ossa. Questi possono essere: calcio, magnesio, boro o vitamina K.

Valori nutrizionali

La frutta secca ha gli stessi valori nutrizionali della frutta fresca, l’unica differenza è il contenuto dell’acqua.

La loro dimensione inferiore, fa si che queste presentino quasi una quantità 4 volte superiore di vitamine e minerali rispetto alla frutta fresca. Non bisogna dimenticare però che durante la scelta di questi frutti secchi devono sempre essere scelti quelli tradizionali, in quanto non contengono zuccheri o sostanze aggiuntive, che comportino l’alterazione del loro valore. Infatti questi non hanno ne grasso ne alterazioni di sodio.

Sono ricchi di fibre, come già detto precedentemente e grazie al loro contenuto di antiossidanti e altri composti vegetali, hanno numerosi benefici per l’individuo. Generalmente la frutta secca è dotata di 359 calorie per ogni 100 grammi di prodotto.

Controindicazioni

La frutta secca come abbiamo detto a numerosi benefici, ma anche una serie di controindicazioni. Il primo svantaggio che andiamo a notare nei frutti secchi e appunto il loro alto quantitativo di zucchero.

Sulla base del peso e delle loro dimensioni, un frutto secco contiene numerose quantità di zucchero e calorie, quindi è utile cercare di moderare il consumo di questo alimento assumendone quantità limitate.

Proprio per questo motivo, è consigliabile evitare l’assunzione di frutta secca candita. Ci sono inoltre frutti secchi che possono contenere solfati, che sono delle sostanze aggiuntive che vengono utilizzate per dare colore al frutto queste sostanze possono causare delle reazioni negli individui.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.