1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Ricotta: che cos’è, tipologie, valori nutrizionali, proprietà, benefici e controindicazioni

Ricotta: che cos’è, tipologie, valori nutrizionali, proprietà, benefici e controindicazioni

Come tutti sappiamo che la ricotta  è un alimento di cui la maggior parte di noi individui ci nutriamo, e fa parte della categoria dei latticini. Attraverso la stesura di questo articolo andremo ad analizzare tutti i tipi di ricotta che esistono, tutte le sue qualità e i metodi che possiamo adottare per utilizzarla in cucina.

Che cos’è la ricotta?

Innanzitutto dobbiamo sapere che come già abbiamo detto, la ricotta fa parte della categoria dei latticini ed è correlata al gruppo fondamentale degli alimenti che comprendono il latte e i suoi derivati.

Pubblicità
Aloe Ferox Bioness

Attraverso una serie di studi è stato scoperto che questo alimento dal colore bianco, morbido e granulare, fosse già esistente in periodi non recenti come ad esempio durante l’età del bronzo con il passare del tempo però questo alimento è diventato molto comune tra i contadini e i pastori dell’antica Roma.

Come ben tutti sappiamo i pastori dell’antica Roma producevano quello che è il famoso pecorino, ma dobbiamo dire che però la ricotta non è un formaggio ma bensì un latticino che viene prodotto attraverso un lungo processo di caseificazione. Viene preso quello che è il siero e fatto cuocere fino all’ottenimento di quella che è la ricotta.

Il siero che deriva dalla caseificazione, viene prima riscaldato attraverso una temperatura che va dai 75° ai 95°, a seconda di quello che è il tipo di latte utilizzato. Attraverso il riscaldamento del siero tutte le proteine presenti al suo interno salgono in superficie creando dei fiocchi che poi verranno messi insieme e posti nei contenitori forati dove generalmente si trova la ricotta.

Attraverso questo procedimento appunto vi è l’ottenimento di un prodotto fresco, che però deve essere consumato in un arco temporale di due giorni, ci sono però anche delle ricotte che vengono prodotte industrialmente e che quindi hanno qualche giorno di manutenzione in più rispetto a quelle che sono le ricotte artigianali.

Tipologie, valori nutrizionali e proprietà

Come sappiamo la ricotta è un latticino ricco di proprietà nutritive. Secondo una serie di studi effettuati dall’Istituto nazionale di ricerca per gli alimenti e la nutrizione, 100 g di ricotta possono contenere:

L’acqua rappresenta una parte fondamentale, poi vi sono anche le proteine del siero che hanno un altissimo valore nutritivo poiché contengono amminoacidi.

I grassi che troviamo al suo interno sono quasi tutti grassi saturi, ma troviamo anche una minima percentuale di grassi monoinsaturi e polinsaturi, la presenza di zucchero vi è sotto forma di lattosio.

All’interno di una ricotta di 100 g vi è un quantitativo di calorie pari a 146. Per quanto riguarda invece l’indice glicemico è molto basso infatti, l’IG di una ricotta e pari a 30.

Ovviamente però questi dati non sono molto attendibili in quanto variano in base alle tipologie di ricotta.

Come ben tutti sappiamo la ricotta artigianale non è l’unica tipologia di ricotta che troviamo, ma vi sono diverse tipologie di ricotte esistenti.

Tra i differenti tipi di ricotte, possiamo trovare le ricotte che si differenziano sulla base dell’utilizzo del latte che viene ho utilizzato per produrle:

ricotta vaccina, prodotta con latte di mucca;
ricotta di pecora, prodotta con latte di pecora, si differenzia dalle altre per il suo odore, ma anche sapore più rilevante;
ricotta di capra, fatta con latte di capra;
ricotta di bufala, fatta con latte di bufala, è molto diffusa soprattutto nella regione Campania.
Un’altra categoria di ricotte che può essere classificata e quella che le distingue sulla base Del trattamento che subiscono, in base appunto al trattamento diremo che abbiamo:
ricotta affumicata, è una tipologia di ricotta veneta che viene sottoposta ad un processo di affumicatura in modo da rendere più lunghi tempi di conservazione;
ricotta salata, è una tipologia di ricotta che viene fatta essiccare con una maggiore quantità di sale.si tratta di una tipologia di ricotta che proviene dall’Italia meridionale;
ricotta di fuscella, si tratta di una tipologia di ricotta che viene lavorata con il latte vaccino, È una ricotta tipica della regione Campania. Il nomignolo particolare attribuito a questa ricotta deriva proprio dal contenitore di quest’ultima che nel dialetto napoletano prende il nome di fiscella, All’interno di questo contenitore viene appunto inserita la ricotta in modo da far scorrere l’acqua in eccesso che quest’ultima contiene. Si tratta di una tipologia di ricotta magra che generalmente viene data ai bambini nel periodo dello svezzamento. Inoltre può essere anche utilizzata in diverse ricette.

Benefici

Come già detto la ricotta è un tipo di alimento che contiene pochi grassi, sodio colesterolo però è ricco di proteine e aminoacidi essenziali che il nostro organismo deve assumere con la dieta.
Grazie alle proprietà di questo alimento, quest’ultimo viene utilizzato poiché apporta anche innumerevoli benefici:

    • contrasta l’osteoporosi;
    • è adatta alla gravidanza;
  •  può essere inoltre anche inserita nella dieta ipocalorica per perdere peso.

Inoltre dobbiamo ricordare che non c’è una dose definita di assunzione per questo prodotto, ma è bene non esagerare per mantenere una dieta sana ed equilibrata.

Controindicazioni

Questo alimento oltre da portare benefici, in una quantità minima anche una serie di controindicazioni. Infatti questo latticino è sconsigliato Per gli individui intolleranti al lattosio poiché appunto la ricotta contiene il 3,5% di zucchero.

Nei soggetti che soffrono di intolleranza al lattosio vi è però un’alternativa che è la ricotta di soia.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.