1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Dieta Ormonale: che cos’è, come funziona, benefici, cosa mangiare e controindicazioni

Dieta Ormonale: che cos’è, come funziona, benefici, cosa mangiare e controindicazioni

Risultante essere un’alimentazione avente la capacità di trattare il mal funzionamento ormonale causa di determinate malattie è la dieta ormonale. Questo perché gli ormoni, regolarizzano ogni procedimento del corpo e solitamente movente di determinate malattie è proprio il mal funzionamento ormonale.

Che cos’è la dieta ormonale?

Un esempio è il diabete, causa della scorretta funzionalità dell’ormone riassunto dal pancreas, dall’insulina e dalla mancanza di testosterone, specialmente nei casi di eccessivo peso maschile. Per tale motivazione, la dieta ormonale risulta essere una dieta terapeutica avente la capacità di riattivare la corretta stabilità ormonale.

Piperina e Curcuma Plus Natural Fit

A capo di tale regime vi è Thierry Hertoghe, un endocrinologo di provenienza americana. Egli ha creato tale regime alimentare al fine di trattare il mal funzionamento degli ormoni ovviando l’utilizzo di prodotti farmacologici bensì mediante l’uso di cibi.

Dunque in tal caso, coloro che sono affetti da diabete somministrano cibi a base di glucidi ed ipotiroidei contrariamente ad alimenti aventi la capacità di allentare la funzione tiroidea. Pertanto, il sistema ideato da Thierry Hertoghe non prevede cure a base di prodotti farmacologici bensì un regime alimentare regolare a base di determinati cibi.

Come funziona la dieta ormonale

Ovviamente, il regime migliore varia a seconda del soggetto al fine di appagare le mancanze e dunque riattivare i corrispettivi ormoni.

  • Soggetti affetti da diabete, devono somministrare un ridotto quantitativo di cibi a base di glucidi (come il pane, la pasta e la frutta) preferendo cibi a base di proteine (ad esempio la carne, il pesce, i legumi e le uova);
  • I soggetti ipotiroidei, devono somministrare cibi aventi un elevato quantitativo di iodio (ad esempio il pesce, le alghe) nonché alimenti aventi un elevato quantitativo di selenio (ad esempio cereali e carne) poiché fondamentali al fine di curare l’anabolismo degli ormoni tiroidei. Tuttavia, non devono somministrare cibi come il cavolo, la soia, i broccoli movente dell’accrescimento dello iodio;
  • Eccedenza di peso, devono somministrare un regime alimentare che varia in base alla tipologia di obesità;

Ad esempio:

  • Obesità androide, di cui sono affetti i soggetti maschili che ammassano il tessuto adiposo specialmente all’addome e sugli arti superiori. Il tessuto adiposo all’addome compromette il tessuto epatico e causa il subentro di malattie all’anabolismo ad esempio diabete e malattie cardiovascolari. Tutta questa eccedenza risulta visibile specialmente di prima mattina, per tale motivazione si consiglia di somministra proteine ed ovviare l’uso di carboidrati causa dell’accrescimento del tasso glicemico;
  • Obesità ginoide, di cui sono affetti i soggetti femminili che ammassano il tessuto adiposo nella zona fianchi, glutei e cosce. Questo non risulta connesso a determinate malattie anaboliche sebbene risulti alquanto difficoltosa la rimozione. Per tale motivazione si ovvia la somministrazione di carboidrati durante la sera in quanto modificabili in adipe. In aggiunta si consiglia di seguire un regime alimentare con un ridotto quantitativo di grassi;

Cosa mangiare con la dieta ormonale

Per tale motivazione, il regime alimentare ideato da Thierry Hertoghe risulta ridotto di calorie pur essere ricco di proteine, dunque similare ad ulteriori regimi alimentari che agevolano il dimagrimento abolendo i carboidrati (ad esempio pasta, pane, biscotti, frutta ec..).

Un esempio di regime alimentare corretto per obesità androide prevede:

  • Colazione: Latte con fiocchi d’avena e frutta secca;
  • Pranzo: Noci e formaggio + 250 gr. di carne oppure pesce oppure legumi oppure 2 uova + verdure;
  • Cena: 250 gr. di carne oppure pesce oppure legumi oppure 2 uova + verdure oppure 120 gr. di riso oppure cereali integrali oppure 150 gr. di fiocchi d’avena;

Un esempio di regime alimentare per obesità ginoide prevede:

  • Colazione: 150 gr di fiocchi d’avena ed 1 cucchiaio piccolo di miele;
  • Pranzo: 250 gr di carne oppure pesce oppure legumi oppure 2 uova + verdure oppure 120 gr di riso oppure cereali integrali oppure 150 gr di fiocchi d’avena;
  • Cena: Noci e formaggio oppure pasto proteico + verdure,

Per i soggetti in fase di climaterio, contrariamente, il regime alimentare consiste in un’elevata somministrazione di cibi a base di fitoestrogeni (ad esempio la soia e la frutta essiccata).

Coloro che invece sono affetti da alterazione tiroidea, devono assolutamente ovviare il consumo di verdure (ad esempio la verza, i broccoli ed i cavoli) aventi un elevato quantitativo di tiocianati ed isotiocianati, e dunque composti che compromettono la funzionalità tiroidea.

Caratteristiche benefiche

Tale regime alimentare risulta eccellente poiché avente la capacità di conferire la perdita del peso essendo un’alimentazione con un livello di proteine alto ed uno scarso livello di grassi e carboidrati.  Per tale motivazione basta seguire dei semplici step, come:

  • Somministrare cibi spezzando gli stessi in piccole pietanze da somministrare durante la giornata prestando riguardo alle porzioni proteiche, di grasso e carboidrati. Questo perchè mangiare più volte al giorno ma con piccole pietanze attiva la meccanizzazione digestiva.
  • Somministrare ridotti quantitativi di cibi ad elevato livello di proteine ed un ridotto quantitativo di grassi;
  • Somministrare un elevato quantitativo di cibi a base di fibre integrali aventi la capacità di agevolare la pulitura organica;
  • Abbassare la somministrazione di ingredienti eccitanti (ad esempio la caffeina, il tè, la coca-cola) pur essendo spesso consigliate durante i regimi alimentari brucia grassi in quanto accrescono la sensazione di appetenza;

Tuttavia si consiglia sempre di accostare a tali regimi alimentari uno stile di vita che prevede:

  • Il dormire 8 ore al giorno;
  • Passeggiare per circa 30 minuti al parco;
  • Leggere libri;
  • Vedere film e serie tv;

Controindicazioni

Sebbene tale regime alimentare serva a mettere in moto l’anabolismo al fine di usare l’adipe e trasformarlo in vigore. Tuttavia, vi sono delle controindicazioni ed avvertenze a riguardo:

    • È possibile che i reni ne risentano dell’eccessivo sforzo;
    • Ovviare la somministrazione di alimenti a base di carboidrati non permette al corpo di somministrare vitamine fondamentali per l’organismo e la corrispettiva salute;
    • Non risulta probabile regolarizzare gli squilibri degli ormoni specialmente laddove subentra una malattia connessi a malattie oncologiche, fattori congeniti ecc.;

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.