1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Olio essenziale di Nigella: che cos’è, a cosa serve, utilizzi e controindicazioni

Olio essenziale di Nigella: che cos'è, a cosa serve, utilizzi e controindicazioni

L’olio essenziale di Nigella sativa viene ricavato da una pianta appartenente alla famiglia delle RanuncolaceeNigella sativa. 

Questa vanta molteplici proprietà, tra le più importanti antibiotiche ed antiinfiammatorie, anche se risulta molto indicato per combattere malanni come allergie, asma e bronchite.

Che cos’è la Nigella?

Aloe Ferox Bioness

La Nigella è una pianta erbacea che nasce in Asia. Questa è formata da foglie di colore verde scuro che si ramificano fittamente, e da fiori aventi petali o bianchi o blu. I frutti sono simili a delle grandi capsule rigonfie, con all’interno molteplici semi di colore nero.

Per ottenere l’olio essenziale vengono adoperati questi ultimi, ovvero i semi, distillandoli in correnti di vapore. Una volta ottenuto l’olio essenziale, questo presenterà un profumo muschiato. 

Alcuni cenni storici

Già in passato la Nigella Sativa veniva adoperata dagli Egizi per mummificare i morti, così da curare e conservarne meglio il corpo; era difatti definito “l’olio di Cleopatra e di Nefertiti”.

Venivano molto sfruttate anche le sue proprietà nutritive, lenitive ed antiinfiammatorie. Alcuni ritrovamenti sono stati rinvenuti nella tomba di Tutankamon.

Proprietà e benefici dell’olio essenziale di Nigella sativa

La Nigella Sativa, definita anche Cumino Nero, altro non è che una spezia ricca in ferro e con capacità riscaldanti. In India si soleva adoperarlo in quanto antibiotico naturale, viste le molteplici qualità:

  • Antibatteriche ideale per combattere infezioni virali che possono intaccare le vie aeree: disinfetta e protegge.
  • Antinfiammatorie, la quale, vista la presenza del thymoquinone, funge da analgesico. Dal punto di vista topico, questi lenisce e riequilibra la pelle di cuoio capelluto, tant’è vero che la nigella costituisce un rimedio “ortodermico” e viene adoperato per psoriasi ed acne. Molto utile anche per proteggere e rinfoltire la chioma.
  • Ipotensive, la quale, vista la presenza di prostaglandine, riduce la pressione e permette la vasodilatazione.
  • Antispasmodiche poiché va a calmare la gola irritata e la tosse. Il nigellon ivi contenuto permette di controllare l’asma dovuta ad allergie.

A cosa serve ed utilizzi dell’olio essenziale di Nigella Sativa

La Nigella sativa si adopera solitamente per combattere:

Ha manifestato inoltre importanti risultati contro il diabete di tipo 1, andando ad abbassare il glucosio senza rilasciare l’insulina.

MASSAGGI SEDATIVI: porre 2 gocce di olio essenziale in 1 cucchiaio di olio vettore, tipo quello di mandorle dolci. Andare a massaggiare sui bronchi fino a quando non sarà assorbito del tutto per poi coprire con un panno caldo.

DIFFUSIONE: porre 5 gocce di olio essenziale all’interno di un bruciatore per essenze, così da disinfettare l’ambiente in cui si vive o lavora.

PER IL CUOIO CAPELLUTO: porre 3 gocce di olio essenziale all’interno di una lozione fatta di aceto di mele ed acqua. Massaggiare sul capo già bagnato dopo lo shampoo. Sfregare bene così da stimolare l’ossigenazione e poi risciacquare con abbondante acqua.

Controindicazioni dell’olio essenziale di Nigella Sativa

L’olio essenziale di Nigella Sativa non presenta particolari controindicazioni se non per le donne in gravidanza, visto che potrebbe indurre in contrazioni uterine.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.