1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Dermatite da sudore: che cos’è, sintomi, cause e come diagnosticarla

Dermatite da sudore: che cos'è, sintomi, cause e come diagnosticarla

Conosciute come dermatite risultano essere diversificate patologie cutanee, per la maggior parte costituite da avvenimenti di infiammazione. Compresa nel senso più largo, tale patologie risulta essere un ostacolo alquanto comunitario, piuttosto globale e dunque causato da effetti costernanti (tra cui sepsi, irritazione, fattori allergici, mancanza o eccedenza alimentare ecc..).

Vi sono difatti diversificate tipologie di dermatite, tra cui la dermatite da sudore, la dermatite seborroica e la dermatite atopica (conosciuta perdipiù col denominativo di eczema o dermatite eczematosa).

Malgrado codesta ampia instabilità per moventi e insorgenze, tali dermatiti risultano essere strettamente connesse a talune sintomatologie peculiari, tra cui prudere, rossori e lievi rigonfiamenti dell’epidermide, il più delle volte gonfiori vescicolari sino a autentiche crepe.

Difatti, tale patologie risulta essere una stato alquanto comunitario, infettivo, che non gravano in maniera eccessiva lo stato di salute complessivo della persona; seppur questo, è possibile risulti sconfortante per coloro che ne sono soggetti, spesso con contraccolpi svantaggiosi per la vita relazionale.

Cause della dermatite da sudore

Tale dermatite da sudore fa parte del gruppo delle orticarie colinergiche. Il sudore risulta essere il fattore principale sebbene vi siano ulteriori agenti capaci di causare tale dermatite.

Aloe Ferox Bioness

Per quanto concerne le sintomatologie peculiari di tale dermatite, troviamo l’iperattività cutanea, la quale è causa della fuoriuscita abbondante di acetilcolina. Laddove vi siano aree del corpo maggiormente sottoposte a sudore, la pelle richiede al soggetto di grattarsi, specialmente in estate.

Fattori di rischio

Moventi della dermatite da sudore risultano essere l’elevata temperatura del corpo, una temperatura atmosferica calda ed umida e l’eccessiva sudorazione specialmente se si pratica sport. L’eccessiva sudorazione, in aggiunta, tende a manifestarsi frequentemente  specialmente negli infanti e nei soggetti aventi dermatite atopica.

Pertanto, vi sono svariate cause che incrementano la fuoriuscita di dermatite da sudore e che in aggiunta comportano irritazione. Tra questi troviamo:

  • Attività fisica;
  • Bagno/doccia calda o sauna;
  • Febbre;
  • Medicazioni;
  • Alimenti piccanti o molto speziati;
  • Stress emotivo;

I soggetti maggiormente affetti da tale patologia risultano essere coloro che praticano attività fisica, specialmente nel momento in cui lo sport lo si pratica in luoghi con temperature elevate.

In aggiunta, ricerche hanno scoperto che coloro che sono soggetti maggiormente a dermatite da sudore sono affetti da orticaria cronica, dermatite atopica e malattie allergiche (come asma, rinite, ecc..).

Sintomatologie e fattori rischio

Tale patologia risulta essere instabile. Solitamente porta ad eccessiva prurigine. L’emissione causa di dermatite da sudore viene anticipata da svariate sintomatologie prodromiche, tra cui:

  • Prurigine eccessiva;
  • Formicolio;
  • Bruciore o pizzicore;
  • Sensazione di calore;
  • Chiazze rossastre;

L’area del corpo maggiormente soggetta a dermatite da sudore presenta molteplici pomfi. Spesso, tali gonfiori sono congiunti alla formazioni di edemi ampliati.

In fattori peggiori, il soggetto manifesta vescicole intorno al quale si presentano chiazze rosse. In rari casi i soggetti affetti da dermatite da sudore presentano sintomatologie sistemiche, tra cui malessere alla cervice, eccessiva salivazione, cardiopalma, mancamenti, ipotensione, problemi di respirazione, crampi all’addome, rigurgito e dissenteria.

Manifestazioni

Tale tipologia tende a manifestarsi in ogni aree del corpo.

In fattori peggiori, ciò nonostante, l’eruttamento si manifesta nelle aree aventi un maggiore quantitativo di ghiandole sudoripare e dunque, zona ascellare, gomiti e ginocchia, petto, area lombare, addome, inguine, area sottostante al seno e cuoio capelluto.

Durata

Solitamente, le sintomatologie di tale patologia si manifestano in maniera rapida e durano per circa 30 minuti massimo un ora e mezza.

Prognosi

La prognosi di tale patologia tende ad essere studiata dal dermatologo susseguentemente all’anamnesi. In fattori peggiori, il dermatologo tende ad operare in maniera differente con colture microbiologiche ed biopsia.

Ulteriori fattori da dermatite da sudore prevedono reazioni allergiche, eczemi, infezioni batteriche e micosi.

Come diagnosticarla

Le sintomatologie di tale patologia si auto-risolvono in maniera rapida ovviando ad eventuali trattamenti terapici.

Ciò nonostante, laddove il soggetto manifesti la patologia in maniera gravosa, vi sono trattamenti che il soggetto non deve sottovalutare. Innanzitutto deve ovviare l’uso di vestiario sintetico specialmente se pratica esercizio fisico.

In fattori meno gravi, il rossore tende ad essere risolto facilmente mediante:

Tali trattamenti naturali cooperano per quanto concerne la riduzione delle sintomatologie. Laddove si abbia bisogno di trattamenti farmacologici, lo specialista prescrive l’uso di pomate contenenti cortisone o antistaminici.

Al fine di combattere nel migliore dei modi tale patologia, risulta opportuno prendere nota di fondamentali accortezze:

  • Al fine di non prolungare il processo risanatorio, le vescicole non devono assolutamente essere bucate, poiché in tali situazioni è possibile che il rossore diventi peggiore. Tuttavia risulta opportuno pazientare affinchè tali crepe vengano assimilate spontaneamente;
  • Utilizzare prodotti non aggressivi e senza presenza di alcool, conservanti, petrolati. I prodotti di detersione e deodoranti naturali sono i migliori;
  • Ovviare l’uso di talco capace di causare la chiusura dei pori;
  • Utilizzare vestiario confortevole e contenente cotone, lino o seta in quanto favorisce maggiormente il processo di traspirazione. Ovviare contrariamente vestiario sintetico o aderente poiché capace di incrementare la dermatite da sudore ed eventuali rossori;
  • Idratarsi correttamente specialmente abbeverandosi di ben 2 lt. di acqua al dì al fine di equilibrare l’assorbimento e l’eliminazione di eventuali liquidi;
  • Alimentarsi correttamente eliminando alimenti capaci di causare rossori tra cui alimenti ricchi di spezie e grassi, insaccati, alimenti soggetti a frittura e bibite contenenti alcol. Contrariamente, preferire alimenti aventi un elevato quantitativo di fibre, vitamine e sali minerali.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.