1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Inulina: che cos’è, proprietà, a cosa serve e controindicazioni

Inulina: che cos'è, proprietà, a cosa serve e controindicazioni

Risultante essere un oligosaccaride e dunque una tipologia di zucchero esemplificato è l’inulina, la quale risulta apportare un ridotto quantitativo di calorie e presenta un tasso glicemico alquanto ridotto. Tende ad essere rintracciabile in differenti tipologie d’arbusto specialmente quelle rientranti nel gruppo delle Asteracee.

Tali arbusti tendono a riassumere tale oligosaccaride sotto forma di carboidrato da sostituire all’amico. Tende ad essere utilizzata maggiormente l’inulina presente nelle radici della cicoria seppur utilizzata è quella presente nei tuberi di dalia e nel tartufo bianco. Risulta essere composta da differenti strutture di fruttosio ed una molecola di glucosio posta alla fine. Rientra nel complesso delle fibre alimentari principalmente nei fruttani.

Tale oligosaccaride risulta alquanto indigesto e pertanto ritenuto un tipo di carboidrato non utilizzabile. Tuttavia, sebbene sia indigesto presenta differenti peculiarità analizzate da differenti indagatori. Risulta essere rintracciabile all’interno dell’aglio, delle banane, dei carciofi, delle cipolle e quindi gli alimenti maggiormente utilizzati da ciascun uomo.

Integratori alimentari a base di inulina

Integratori alimentari a base di inulina risultano essere alquanto ricercati. Sin dagli anni ’90 differenti ricerche sono state sottoposte per quanto concerne tale oligosaccaride. Svolge svariate funzioni, come:

Aloe Ferox Bioness

Neutralità biologica: e dunque il passaggio nell’intestino di tale oligosaccaride ovviando eventuale degradazione. Inoltre non compromette l’assimilazione dell’azoto, dei grassi, degli amici, del calcio, del magnesio e dello zinco.

Funzione ipocolesterolemizzante: determinate ricerche hanno contestato la funzione svolta dall’inulina contrariamente ad ulteriori che sono a favore della stessa seppur con dosi elevate ed effetti collaterali preponderanti. Pertanto, l’azione varia a seconda del paziente, poiché maggiore è il disturbo maggiore è il risultato.

Accrescimento dei bidifobatteri e riduzione dei cocchi gram positivi

Diminuzione dei trigliceridiin quanto la funzione ipotrigliceridemizzante risulta essere attestata specialmente nei soggetti che hanno un regime alimentare scorretto con risultati ottimali.

Azione purgante: l’azione purgante risulta essere ottimale della medesima svolta per mani del lattosio conferendo pertanto una ridotta dolenza all’addome.

Ulteriori benefici conferiti dall’inulina a ciascun soggetto riguardano l’accrescimento per quanto concerne l’assimilazione del calcio, del ferro e del magnesio ovviando eventuale accrescimento riguardante la percentuale glicemica. Pertanto, risulta ottimale per i soggetti affetti da diabete.

Caratteristiche benefiche e Controindicazioni

Tale oligosaccaride risulta essere un cibo prebiotico avente svariate caratteristiche benefiche. Difatti risulta capace di agevolare il processo digestivo così come la riduzione del gas all’intestino. Difatti, codesta fibra accresce il quantitativo di bifidobatteri e riduce pertanto la presenza dei batteri tossici.

Questo pertanto conferisce all’inulina la somministrazione in quanto capace di agevolare la conservazione dei fermenti lattici e conferire pertanto uno strato strettamente connesso alla flora batterica intestinale.

Nonostante i molteplici benefici risulta opportuno tenere a mente che tale oligosaccaride è pertanto un carboidrato indigeribile e pertanto capace di conferire a ciascun soggetto disturbi, specialmente a chi ha problemi di colite, meteorismo ed ulteriori fastidi digestivi.

Usi della Inulina

Contrariamente ad ulteriori carboidrati, tale oligosaccaride presenta una sapidità normale e pertanto lo si vede adoperato sotto forma di conservante operante l’incremento della massa e dello spessore ovviando la modifica del sapore di eventuali cibi che lo vedono agglomerato.

Spesso la si vede adoperata nelle gelaterie, pasticcerie e per la preparazione di alimenti salati. Inoltre, tende ad essere adoperata al fine di conferire un elevata compattezza ad alimenti come cioccolato e cioccolatini nonché prodotti di cosmesi come il burro cacao, specialmente nei mesi estivi.

Dosaggi

Le dosi di inulina da somministrare giornalmente vanno dai 3 ai 10 gr. Poiché tale prodotto risulta trovabile all’interno delle verdure, risulta alquanto possibile che coloro che sono vegetariani ne assimilino una quantità maggiore e pertanto non hanno bisogno di somministrare ulteriori integratori contenenti tale oligosaccaride.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.