1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

DermaPen penna per trattamento Needling: che cos’è, a cosa serve, come funziona e dove praticarlo

DermaPen penna per trattamento Needling: che cos'è, a cosa serve, come funziona e dove praticarlo

Risultante essere un aggeggio adoperato al fine di svolgere processi di Needlig è Dermapen. Quest’ultimo risulta essere una crescita dello strumento dermaroller, in quanto contrariamente a quest’ultimo che svolgeva la propria azione mediante un rullo, dermapen svolge la sua azione mediante una penna che opera in modo meccanizzato e contiguo traforando.

Risulta essere composta da:

  • una spina che permette di caricare lo strumento, il quale non soltanto opera mediante cavetto ma ulteriormente privato del proprio filo. In tal modo si agevola maggiormente l’utilizzo;
  • Tasto di accensione, spegnitura e velocità. Solitamente ogni singola dermapen giunge alla velocità massima di 25.000 RPM sino a 28 RPM. L’accrescimento della velocità è pari all’accrescimento della numerazione di trafori svolti al minuto ed ad un ridotto senso di dolenza che il soggetto manifesta;
  • Ghiera di regolamento della lunghezza degli aghi, la quale parte dai 0,25 mm sino al raggiungimento dei 2,50 mm;
  • Testina agganciabile in acciaio;

A cosa serve Dermapen

Garcinia Cambogia

Tuttavia, nonostante risulta essere un aggeggio durevole nel decorso temporale, risulta consigliabile utilizzare una testina differente per ogni processo. All’interno di ogni confezione ve ne sono ben 25.

Successivamente all’attaccatura della testa e la corrispettiva attivazione, l’ago immesso svolge dei movimenti specifici ed ottimali al fine di svolgere il processo di needling.

Quest’ultimi danno vita a trafori che sprigionano collagene ed elastina. In tal modo accresce la tonicità, la flessibilità ed il ringiovanimento delle cellule. Risulta consigliabile utilizzare tale strumento sull’epidermide secco. Tale prodotto risulta ottimale al fine di trattare rughe medie, profonde e d’espressività. Nonché iperpigmentazioni, alopecia, adiposità, cellulite, smagliature e cicatrici.

Come funziona e dove praticare Dermapen

Al fine di beneficiare dello strumento Dermapen risulta opportuno:

  • Pulire l’area da curare;
  • Attaccare lo strumento in corrente;
  • Regolamentare la velocità e scegliere il processo migliore in base alla zona da curare ed ai presupposti dell’epidermide, quindi area frontale, area perioculare e contorno labbra (0,50 mm), zigomi, mento, collo e mani (1,00 mm) e zona addominale, glutei e cosce (1,50 mm fino a 2,50 mm);
  • Selezionare i principi attivi in base all’inestetismo da curare;
  • Impiegare il principio attivo in base all’area da curare;
  • Svolgere delle rotazioni orizzontali e verticali operando una compressione lieve e ripetitiva;
  • Successivamente al processo frizionare l’eccedenza di principio attivo sino alla totale assimilazione;
  • Utilizzare una maschera analgesica per circa una ventina di minuti, ovviando l’eventuale esposizione ai raggi UV. Risulta inoltre opportuno usare una crema protettiva 50+ successivamente ai 7 giorni;

Seppur i primari benefici risultano visibili sin dai primari trattamenti, risulta opportuno prestarsi a circa 10 sedute alternando settimanalmente.

Inoltre mediante tale processo risulta possibile ovviare gli eventuali impedimenti susseguenti come arrossamenti ed uscita sanguigna causa del tipo di pelle, della sensibilità dei capillari e dello spessore dell’ago adoperato durante il processo.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.