1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Gac Fruit: che cos’è, proprietà, benefici, valori nutrizionali ed utilizzi

Gac Fruit: che cos'è, proprietà, benefici, valori nutrizionali ed utilizzi

Risultante essere un frutteto orientale facente parte del complesso familiare della Momordica cochinchinensis, è il Gac Fruit. Quest’ultimo risulta essere un arbusto alquanto propagato nelle zone dell’Asia Sud-est sino all’Australia, così come in Thailandia, il Laos, la Cambogia ed il Vietnam.

Che cos’è il Gac Fruit?

Il frutteto, presenta una tonalità fervente e luminoso che tende all’aranciato e che si modifica nel momento della stagionatura. Presenta una conformazione tondeggiante e lunga, avente la capacità di giungere ai 10-13 cm di larghezza. L’esocarpo si presenta di tonalità aranciata ed è la parte maggiormente consumabile. Ha un gusto raffinato similare al cetriolo. Internamente al frutteto risulta possibile rintracciare un elevato quantitativo di sementa, tendenzialmente adoperati per preparare l’olio di gac.

Pubblicità
Aloe Ferox Bioness

Risulta alquanto adoperato nel corso di festività, cerimonie e periodicità. Fra gli utilizzi, risulta noto lo Xoi Gac, contenente riso e polpa di gac. Oggi giorno, tale frutteto tende ad essere venduto similmente ai frutteti esotici, oppure su siti internet sotto forma di succo oppure sotto forma di integratori alimentari, in quanto l’estratto presenta un elevato quantitativo di carotenoidi antiossidanti.

Anticamente, tendeva ad essere adoperato dai Okinawa, mentre ad oggi, risulta utilizzato similmente ai cetrioli e le zucche. Vanta di molteplici caratteristiche benefiche antitumorali così come proprietà benefiche per il bulbo oculare. Il frutteto risulta inoltre essere una sorgente di acidi grassi e vitamina E, ottimali in quanto agevolano le funzioni mnemoniche ed il concentramento, nonché risultano ottimali per il sistema cardiovascolari e lo stato salutare dell’epidermide.

All’interno del frutteto, la presenza di acidi grassi agevolano l’accrescimento dell’assimilazione vitaminica liposolubile da ulteriori sorgenti, agevolando la modificazione dell’avitaminosi. Ulteriori studi nel campo della scienza hanno inoltre attestato che il succo presenta al suo interno una proteina con funzioni antitumorali.

Proprietà e Benefici del Gac Fruit

Tale frutteto, così come ulteriori vegetali di tonalità aranciata, presenta un elevata quantità di carotenoidi (specialmente betacarotene e licopene). Tali antiossidanti risultano rintracciabili all’interno delle estrazioni, facilmente rintracciabili anche all’interno degli integratori.

Ulteriori ricerche svolte in Vietnam evidenziano che gli infanti che si cibano di riso e gac presentano all’interno del flusso sanguigno un elevato quantitativo di betacarotene (predecessori di vitamina A). Per quanto concerne il quantitativo di licopene, risulta opportuno tenere a mente che il gac presenta un elevato quantitativo, maggiore rispetto anche al quantitativo rintracciabile all’interno del pomodoro.

Studi odierni svolti in Finlandia hanno attestato che un regime alimentare avente un elevato quantitativo di licopene, risulta ottimale per quanto concerne la riduzione delle problematicità connesse all’ictus nonché il subentro di quest’ultimo.

L’olio estratto attraverso la premitura della sementa presenta un’abbondante presenza di acidi grassi monoinsaturi. Ulteriori ricerche, attestano la compresenza all’interno del gac delle proteine efficienti per quanto concerne l’abbassamento del tumore. Ciò nonostante, risulta opportuno ancora attestare il tutto con altre ricerche che rechino l’isolamento della molecola attiva. Ulteriori proprietà benefiche risultano connesse all’alto quantitativo di carotenoidi, fondamentale in quanto riduce ictus, infarti, tumori e patologie legate al bulbo oculare (ad esempio la cataratta).

Difatti, il gac risulta ottimale al fine di combattere i danneggiamenti legati al condotto visivo, all’epidermide ed alle difese immunitarie, data la presenza di vitamina A e dunque del beta-carotene ottimale al fine di salvaguardare lo stato salutare della regime e dunque delle mucose. In aggiunta, agevola le membrane mucose del corpo, così come le membrane del naso, della cavità orale, della gorga e dei tessuti stomacali.

Fondamentali per quanto concerne la salvaguardia da infezioni, patologie, batteri, virus, muffe e parassiti causa di infezioni da aria, acqua ed alimenti sono i polmoni e la pelle. Presente al suo interno è la vitamina E, rintracciabile non soltanto nella polpa bensì anche nella sementa e che opera azione antiossidante, salvaguardando dai danneggiamenti dei radicali liberi per quanto concerne le cellule ed i processi ossidativi dei grassi.

Elevate sono le quantità di vitamina A, E, D e K, ottimali al fine di ovviare mancanze nutrizionali e combattere gli effetti collaterali dell’avitaminosi. Gli acidi grassi polinsaturi in aggiunta agevolano la riduzione del colesterolo LDL, abbassando i problemi di coagulazione del sangue ed incentivando lo stato salutare cardiovascolare.

Per tale motivazione, ogni 100 g di polpa gac apporta all’organismo:

contrariamente al consumo di 100 g di sementa di gac, il quale apporta:

  • 7 g di carboidrati;
  • 1,6 g di fibra alimentare;
  • 0,6 g di proteine;
  • 0,1 g di grassi;
  • 30 Kcal di valore energetico;

In aggiunta, il gac risulta essere una sorgente di calcio, potassio, magnesio e manganese. La compresenza all’interno del frutto di minerali, carboidrati, proteine e grassi agevola lo stato salutare della muscolatura, del sistema nervoso e dell’encefalo. In aggiunta, i minerali svolgono funzione tonificante.

L’estratto, contrariamente, vanta dei medesimi benefici del frutteto e presenta un sapore non eccessivamente dolce. Ulteriori proprietà benefiche riguardano la fecondità ed il sistema cardiovascolare, data la presenza di Vitamina A, E e degli acidi grassi insaturi.

Utilizzi del Gac Fruit

Tale frutteto tende ad essere deglutito similmente ad un frutto semplicissimo, gustando il composto presente all’interno della buccia con l’utilizzo di un cucchiaino piccolo. Il tegumento esterno, tuttavia, si presenta tossico, pertanto se ne sconsiglia il consumo. La sementa, contrariamente, tende ad essere adoperata nei luoghi di provenienza, laddove si usano per la produzione di olio.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.