1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Febbre: che cos’è, sintomi, cause, diagnosi e possibili cure

Febbre: che cos'è, sintomi, cause, diagnosi e possibili cure

La febbre è un disturbo che si manifesta quando la temperatura del corpo sale oltre il normale, ovvero quando va a superare la temperatura di 37°C. Questa può essere misurata in differenti modi, ovvero:

  • via ascellare
  • via inguinale
  • via rettale
  • via orale

La febbre in sé per sé non è una malattia, ma bensì un sintomo, e viene sovente seguita da brividi di freddo o vari malesseri generali. La malattia può essere causata da vari fattori: nei bambini, ad esempio, è provocata da infezione da microbi, ovvero virus e batteri. La febbre fa sì che i microbi non si moltiplichino, e risulta essere quindi un utile meccanismo di difesa.

Sintomi della febbre

Aloe Ferox Bioness

Come già visto, la febbre può essere accompagnata da ulteriori fastidi, del tipo:

  • brividi, 
  • scosse muscolari,
  • malessere generale,
  • senso di freddo,
  • mal di testa,
  • gola secca ed infiammata.

I suddetti sintomi ed altri disturbi provocati dalla febbre, sono causati da un motivo ben preciso: il corpo va ad aumentare la sua temperatura come modo per impedire a virus e batteri di moltiplicarsi.

Cause della febbre

Le cause che possono generare l’insorgenza della febbre possono essere molteplici. Tra le più note abbiamo:

  • infezioni,
  • colpi di sole,
  • fatica muscolare,
  • stati infiammatori non infettivi,
  • malattie metaboliche,
  • intossicazioni.

L’incremento della temperatura corporea si ha per una “ricalibratura” del termostato ipotalamico, sarebbe a dire quella zona controllata dal cervello che regola il cambio di temperatura.

Diagnosi della febbre

La diagnosi della febbre si fa quando si nota un incremento della temperatura corporea. In alcuni casi questo incremento può essere “fluttuante”; si ha in questi casi una febbre intermittente che vede l’intervallo variare di ore o giorni tra ipertermia ed apiressia: queste oscillazioni si innalzano di 1°C, mentre negli intervalli di apiressia la temperatura del corpo deve essere più bassa di 37°C.

Si parla di febbre remittente quando vi sono cambiamenti di temperatura durante le 24 ore con variazioni che siamo superiori ad 1°C. Questa non è mai più bassa di 37°C per più di un giorno.

Possibili cure alla febbre

Riportiamo qui di seguito alcune possibile cure alla febbre.

Alimentazione

Come già visto, il corpo tende ad aumentare la sua temperatura come difesa ai virus, ed è proprio per questo che in questi casi risulta importante l’alimentazione, andando a prediligere alimenti con proprietà antibatteriche ed antivirali tipo:

E’ sempre importante prediligere in questi casi alimentazioni naturali di supporto come:

  • Spremute di agrumi fatte di arance, pompelmo o limone
  • Pasta all’arrabbiata condita con aglio o zucchine
  • Minestre di pollo
  • Pane tostato condito con aglio ed olio a crudo
  • Vin brulè
  • Tisane a base di aglio e limone
  • Mele caramellate

Fiori di Bach

La febbre è spesso causa di abbassamento del sistema immunitario, che si verifica anche in periodi di forte stress o di depressione.

Al fine di innalzare queste difese naturali, in floriterapia, viene spesso adoperato Olive, ovvero un rimedio per l’esaurimento psico-fisico. E’ noto a tutti che i soggetti sotto stress, che soffrono di agitazione, ansia, paura o preoccupazione non godono di un sistema immunitario ben funzionante, e quindi l’organismo è meno propenso a difendersi dagli attacchi infettivi. Olive in questo caso permette di recuperare le energie perdute sostenendo le difese naturali e permettendo un più facile recupero salutare.

Medicina tradizionale cinese

Nella medicina tradizionale cinese la febbre viene considerata come un sintomo che può annunciare l’arrivo di patologie che devono essere combattute dal corpo. Vi possono essere molteplici cause a generare tutto ciò, tra cui: agenti esterni tipo il vento caldo, l’umidità-calore, il Calore di Xue e le tossinfezioni.

La terapia prevede in questo caso di disperdere calore ed umidità, armonizzando i polmoni e rimuovendo tutte le tossine. Si lavora principalmente sui seguenti punti:

  • DA ZUI, ovvero grande vertebra, posizionato sotto il processo spinoso di C7, che elimina e tonifica Vento e Polmone;
  • HE GU localizzato sul lato radiale dell’indice, all’altezza del punto medio del 2° metacarpo, che va a tonificare il qi;
  • NEI TING posizionato a 0,5 cun dietro il bordo della membrana interdigitale, fra il 1° e il 2° dito del piede, va a regolare l’energia e bloccare il dolore;
  • XUE HAI o2 cun sopra il bordo superiore della rotula, va a regolare il Sangue.

Rimedi Omeopatici

E’ importante considerare la febbre in concomitanza all’omeopatia. Se la febbre di presenta in maniera improvvisa ed è alta, che supera cioè i 38,5°C, si può somministrare l’Aconitum 9 CH, ripetendo la dose ogni 3 o 6 ore, specie prima che si presenti sudorazione, brividi di freddo, sete, agitazione o ansia. Se invece si è già nelle fasi successive, si può passare all’assunzione di Belladonna 9 CH, in dose di 5 granuli per ogni ora; questa è molto consigliata in caso di gola rossa o tosse secca.

Si può tenere a mente lo stesso dosaggio anche per quanto riguarda l’Apis 9 CH, in caso di alzamento della febbre ma non troppo alto. Se la febbre rimane sotto i 38,5°C, è consigliato Ferrum Phosphoricum 9 CH, 5 granuli per ogni ora.
I suddetti dosaggi vanno bene sia per adulti che per bambini, in quanto l’omeopatia non è definita pericolosa.

Esercizi contro la febbre

In caso di febbre alta è importantissimo il riposo, per non sovraccaricare il corpo.

Quando si ha la febbre, i muscoli subiscono danni con astenia, adinamia, dolori e presenza di creatina e creatinina, che indicano lesioni alle cellule. E’ per questo che quando si ha la febbre l’atleta non debba allenarsi, visto che l’allenamento non va a migliorare assolutamente la situazione.
Un esercizio moderato e mirato può presentare però effetti positivi in presenza di febbre. Ciò è stato osservato a seguito di molteplici studi.
Sebastian Kneipp ha inoltre approvato l’idroterapia considerando positivi i bagni freschi e le frizioni rinfrescanti.
Si possono infatti effettuare le spugnature strofinando una pezza umida su una zona corporea.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.