1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Disintossicazione Intestinale: che cos’è, a cosa serve, come si effettua e controindicazioni

Disintossicazione Intestinale: che cos'è, a cosa serve, come si effettua e controindicazioni

Si suole effettuare la disintossicazione intestinale al fine di sgomberare l’intestino da tutte le scorie accumulatesi all’interno dell’organismo, così da generare dei benefici nello stesso.

I sostenitori della medicina alternativa, e quindi della pratica, affermano di ricevere dei benefici in termini di salite, in quanto un “tratto intossicato” potrebbe portare problemi sia all’apparato digerente che al tutto in corpo, con esiti negativi per l’intera salute generale dell’organismo.

Questa disintossicazione intestinale della medicina alternativa, avviene mediante la pulizia dell’intestino attraverso una dieta che prevede l’assunzione di determinati rimedi naturali e costanti lavaggi all’intestino. 

Anche se i soggetti ad adottare la pratica sono sempre più in costante aumento, i benefici della suddetta disintossicazione non sono stati ancora del tutto confermati. Al contrario, invece, adottare questa particolare pratica potrebbe apportare ad effetti collaterali e controindicazioni, anche gravi.

Che cos’è la Disintossicazione Intestinale?

La disintossicazione intestinale si pratica in medicina alternativa, più precisamente nella naturopatia, al fine di rimuovere tutte le scorie e le tossine dal tratto enterico, accumulatesi per vari fattori, come: diete squilibrate, stile di vita non salutare, medicinali vari e così via.

Pubblicità
Aloe Ferox Bioness

Coloro che sostengono la pratica affermano che l’intestino “sporco” non faccia funzionare bene l’apparato digerente, e che così facendo, si possa scongiurare l’insorgenza di patologie legate al sistema digerente e correlati organi.

A Cosa Serve la Disintossicazione Intestinale?

I sostenitori della disintossicazione intestinale sono fermamente convinti che l’intestino intossicato da tossine e scorie varie possa:

  • Generare disturbi all’intestino, come:
    ⤏ gonfiore addominale
    stitichezza
    colon irritabile
  • Alterare la flora batterica dell’intestino
  • Provocare problemi digestivi
  • Incrementare l’insorgenza delle intolleranze alimentari
  • Indebolire il sistema immunitario
  • Favorire le infiammazioni
  • Danneggiare l’estetica e favorire lo sviluppo della cellulite
  • Non favorisce la perdita di peso
  • Fa sì che si abbia un ristagno delle sostanze tossiche, incrementando i rischi di patologie e disturbi infettivi, tipo:
    candidosi vaginale
    vaginite
    prostatite
    dermatite
    cistite
  • Favorisce i dolori articolari ed ulteriori disturbi legati all’apparato osteoarticolare.

La disintossicazione intestinale, mirerebbe quindi a prevenire le suddette condizioni, e migliorarle, laddove già manifeste.

Come si effettua la Disintossicazione Intestinale?

La disintossicazione alimentare è basata su di un piano alimentare da seguire, e da costanti lavaggi intestinali da effettuare.

Piano alimentare

E’ prevista in genere l’adozione di un determinato piano alimentare da seguire, che si differenzia da caso a caso. Per alcuni è infatti prevista una dieta semi-liquida, la quale prevede l’assunzione di succhi, centrifugati di verdure, zuppe ed ulteriori alimenti che mobilitano l’intestino. Per altri è prevista una dieta con restrizioni inerenti a determinati alimenti, come carboidrati, grassi e così via, mentre altri devono seguire diete con brevi periodi di digiuno. 

Lavaggi all’intestino

Il lavaggio intestinale, e quindi la pulizia al colon è di certo la tecnica primaria per disintossicare l’intestino. Questi si effettuano di solito soltanto con l’acqua, andando così ad eliminare qualsiasi residuo di cibo non evacuato, scorie e tossine, ristabilendo infine il corretto benessere dell’organismo.

Il lavaggio intestinale può avvenire mediante:

  • Lavaggi intestinali casalinghi, utilizzando oggetti destinati proprio a questo uso. Questi richiedono il collegamento al rubinetto dell’acqua e cannule usa&getta.
  • Idrocolonterapia, mediante determinati macchinari che utilizzano l’acqua depurata a pressione e temperature controllate, così da effettuare il lavaggio partendo dall’ampolla rettale giungendo al cieco. L’acqua è così pura e senza microorganismi e sostanze potenzialmente irritanti per l’intestino. Questo trattamento dovrebbe essere effettuato da un medico esperto.

Esistono ulteriori programmi di disintossicazione alimentare i quali prevedono l’apprendimento di massaggi addominali che permettano l’evacuazione.

Controindicazioni della Disintossicazione Intestinale

Anche se per effettuare la disintossicazione alimentare si suole adoperare rimedi naturali ed acqua, non sono di certo da escludere probabili effetti collaterali controindicazioni. 

Naturale non è sempre sinonimo di sicuro, per cui i rimedi naturali a volte possono celare anche delle insidie, che a loro volta possono provocare effetti collaterali oggi ancora poco noti, vista la scarsità di studi al riguardo.

La disintossicazione alimentare mediante lavaggi intestinali od idrocolonterapia è comunque particolarmente controindicata in caso di:

  • Gravidanza
  • Patologie gastrointestinali, tipo:
    ⤏ patologie diverticolari
    ⤏ tumore al retto
    ⤏ tumore all’intestino
    morbo di Crohn
    ⤏ colite ulcerosa
    ⤏ emorragie
    ⤏ perforazione gastrointestinale
  • Emorroidi, ragadi o fistole anali
  • Patologie cardiovascolari
  • Ulteriori malattie.

Vista questa lunga lista di controindicazioni, è importante, prima di effettuare qualsiasi tipo di disintossicazione intestinale, fosse questa anche naturale, rivolgersi al medico curante, per ottenere maggiori consigli al riguardo.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.