1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Yohimbe: che cos’è, proprietà, utilizzi e controindicazioni

Yohimbe: che cos'è, proprietà, utilizzi e controindicazioni

Lo Yohimbe è la droga che viene estratta da un arbusto particolarmente diffuso in Africa Occidentali dal quale si sfruttano soprattutto la corteccia e le raidici. 

Questa sostanza contiene un principio attivo molto utilizzato e ricercato in ambito fitoterapico e nella medicina omeopatica perchè ricco di sostanze farmacologicamente attive con effetti simili a quelli della caffeina e dell’ adrenalina.

Infatti è considerata un afrodisiaco naturale adoperato per migliorare le prestazioni sessuali e sportive e come integratore Bio per l’ intero organismo.

Pubblicità
Garcinia Cambogia

D’ora in poi potrete dire addio a tutti qui prodotti chimici che non fanno altro che peggiorare la situazione ed affidarvi alla potenza della natura che vi garantirà dei risultati soddisfacenti.

Leggendo questo breve articolo scoprirete tutto quello che c’è da sapere circa questo ingrediente, che cos’è, quali sono le sue proprietà, le sue controindicazioni e le modalità di utilizzo. Scopriamo ora insieme qualcosa in più!

Che cos’è lo Yohimbe?

Come detto in precedenza lo Yohimbe è la droga che viene estratta naturalmente dalla corteccia dell’ albero Pausinystalia yohimbe originario e diffuso principalmente in Africa Occidentale ed appartenente alla famiglia delle Rubiaceae. 

L’ arbusto ha dimensioni notevoli con foglie grandi e fiori ombrelliformi; il segreto è nella corteccia la quale contiene lo Yohimbina, un alcaloide indolico principale responsabile dell’ aumento della frequenza cardiaca e della pressione arteriosa.

Inoltre questo particolare tipo di alcaloide indolico presenta delle particolari proprietà psicoattive che influiscono sul sistema nervoso e sui neurotrasmettitori.

Yohimbina agisce direttamente sui recettori a2-adrenergici i quali regolano le trasmissioni nervose e gli impulsi elettrici delle terminazioni nervose e controllano i livello di nordadernalina così da evitarne il rilascio all’interno dell’ organismo nel caso in cui superi il livello considerato normale; in questo caso l’ alcaloide riesce a bloccare il livello dei recettori a2-adrenergici comportando di conseguenza un aumento della dilatazione dei vasi sanguigni ed un aumento della lipolisi.

Proprietà e Utilizzi dello Yohimbe

L’ alcaloide estratto dalla corteccia, in seguito a numerose ricerche scientifiche, si considera essere ottimo come:

  • vasodilatatore, come detto in precedenza la Yohimbina oltre che afrodisiaco permette di intervenire sull’ azione svolta dai recettori e dai neurotrasmettitori bloccandone in parte alcune funzioni così da garantire una maggiore e più veloce circolazione del sangue e perciò può essere utilizzato nelle terapie contro la disfunzione erettile;
  • afrodisiaco, consente di aumentare il livello di libido e migliorare il desiderio sessuale soprattutto se si aggiunge l’ assunzione di arginina, un amminoacido essenziale;
  • integratore, è ottimo per rinforzare l’ equilibrio dell’ organismo proteggendolo dagli sbalzi termici tipici dei cambi di stagione, evitando così di incappare in brutti raffreddori e bronchiti.
  • dimagrante

Lo Yohimba pur essendo un ingrediente assolutamente Bio poichè viene isolato dalla corteccia è difficile trovarlo in soluzioni diverse da farmaci e pasticche le quali dovranno essere prescritte dal proprio medico di fiducia.

Generalmente si consiglia di assumere circa 15-30mg da suddividere in almeno 2 o 3 assunzioni giornalieri prima dei pasti, a stomaco vuoto. Il trattamento dovrà essere interrotto per circa 2 mesi e poi essere ripreso per evidenziare i miglioramenti dell’ organismo.

Si consiglia vivamente di rivolgersi prima di qualsiasi utilizzo al proprio medico di fiducia e di evitare di procurarsi questo medicinale in modi poco chiari poichè potrebbero insorgere delle complicanze.

La Droga di cui abbiamo finora trattato presenta alcuni effetti collaterali e controindicazioni perchè può comportare l’ insorgere di :

Perciò bisogna fare molta attenzione nel caso in cui si è:

  • minorenni
  • in allattamento
  • in gravidanza
  •  si è affetti da allergie o intolleranze
  • si è affetti da patologie cardiache o si è a rischio d’ infarto
  • si sta seguendo un cura a base di altri farmaci

Controindicazioni dello Yohimbe

Si ricorda infatti che è consigliabile iniziare il trattamento assumendo dosaggi 3 volte inferiori a quelli previsti dalla dose, dosaggio che verrà aumentato nei giorni seguenti dopo aver accertato che l’ organismo risponda correttamente all’ alcaloide e che non si siano manifestati effetti collaterali.

Essere informati è sempre molto importante quindi evidenziamo che da Maggio 2017 una normativa italiana prescrive che lo Yohimbe non è commercializzabile in Italia come integratore alimentare ma è un farmaco per il quale è obbligatoria la prescrizione del proprio medico di base.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.