1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Dieta Dell’Uva: che cos’è, come funziona, cosa mangiare e menù di esempio

Dieta Dell'Uva: che cos’è, come funziona, cosa mangiare e menù di esempio

La dieta dell’uva è quella che viene maggiormente scelta nella stagione autunnale, in quanto aiuta a disintossicarsi buttando giù qualche chilo allo stesso tempo. Questa dieta ha però differenti varianti: alcune dove è richiesto soltanto il suddetto frutto ed alcune che permettono di inserire ulteriori alimenti oltre all’uva.

Si è scelto proprio l’uva, visto che già dai tempi più antichi, sia greci che romani, adoperavano il frutto per una terapia, l’ampeloterapia. Oggi è stata un po variata e resa sicuramente meno rigida e restrittiva a dispetto dei tempi passati.

Come funziona la dieta dell’uva

Aloe Ferox Bioness

La dieta dell’uva va a sfruttare le importanti proprietà disintossicanti diuretiche del frutto proprio per garantire la rimozione di tutte le tossine, favorendo così il dimagrimento. La dieta non vi farà patire la fame e allo stesso tempo andrete a beneficiare di molti principi nutritivi.

All’interno dell’uva sono infatti contenute molte sostanze importanti per l’organismo, tra cui:

La dieta fa sì quindi che l’organismo si depuri promettendo anche la perdita di almeno 2 chili in una settimana. Si noterà inoltre l’eliminazione dei liquidi in eccesso, difese immunitarie rinforzate ed aspetto della pelle migliorato.

E’ possibile seguire la dieta dell’uva anche solo per depurarsi e sgonfiarsi per un solo fine settimana o 2/3 giorni della settima, ma anche per una o addirittura 2 settimane. Nel primo caso si può consumare soltanto molta uva, mentre nel secondo caso si può introdurre anche ulteriori alimenti. E’ possibile inoltre introdurre yogurt magro, latte di soia o formaggio vegetale, pasta, riso, pane integrale, carne, pesce, uova o affettati.

La terapia dell’uva, o l’ampeloterapia, ha comunque lo scopo principale di disintossicare, consumando soltanto chicchi d’uva o succo d’uva, facendo attenzione a non escludere nulla tra buccia e semi, effettuandola soltanto per 2 o 3 giorni se si fa da se, oppure prolungandola sotto la supervisione di un medico.

Cosa mangiare nella dieta dell’uva

All’interno della dieta dell’uva è prevista soltanto l’assunzione dell’uva, sia nella sua forma originaria, sia in forma di succo e centrifugati.
Durante la giornata è possibile assumere dai 250 ai 500 grammi di uva, arrivando gradualmente ad 1 chilo o 2.

Nel primo fine settimana si dovrà pensare soltanto a disintossicare l’organismo, assumendo cibi semiliquidi e stando molto rilassati. In settimana invece, è possibile aggiungere alcuni alimenti effettuando anche dello sport. In settimana, e quindi fino al venerdì, la dieta dell’uva si aggira intorno alle 1.300 calorie mentre nel fine settimana, soltanto 900 calorie.

In settimana è possibile assumere a pranzo della pasta o del riso, non più di 70/80 grammi, mentre la sera si possono inserire delle proteine a scelta. Ad ogni modo, alla fine di ogni pasto, colazione inclusa, deve sempre essere presente l’uva, così come gli spuntini sono soltanto a base di uva. Per la corretta disintossicazione è bene assumere soltanto dell’uva biologica.

Menù di esempio della dieta dell’uva

Qui di seguito vi lasceremo quello che può essere un esempio tipico di menù della dieta dell’uva. Per chi decide di intraprendere la dieta è importante affidarsi ad un nutrizionista, così da personalizzare il piano alimentare basandolo sulle differenti esigenze.

SABATO

  • Colazione: centrifugato di verdure, latte di soia e uva
  • Pranzo: verdure a volontà ed uva
  • Cena: verdure ed uva

DOMENICA

  • Colazione: centrifugato di verdure, latte di soia ed uva
  • Pranzo: verdure ed uva
  • Cena: verdure ed uva

LUNEDI’

  • Colazione: pane integrale con latte di soia o vegetale ed uva
  • Pranzo: pasta integrale condita con olio extravergine di oliva ed uva
  • Cena: petto di pollo ed uva

MARTEDI’

  • Colazione: pane integrale con latte di soia o vegetale ed uva
  • Pranzo: riso integrale condito con olio extravergine di oliva ed uva
  • Cena: uova ed uva

MERCOLEDI’

  • Colazione: pane integrale con latte di soia o vegetale ed uva
  • Pranzo: pasta integrale condita con olio extravergine di oliva ed uva
  • Cena: pesce al forno ed uva

GIOVEDI’

  • Colazione: pane integrale con latte di soia o vegetale ed uva
  • Pranzo: riso integrale condito con olio extravergine di oliva ed uva
  • Cena: affettati ed uva

VENERDI’

  • Colazione: pane integrale con latte di soia o vegetale ed uva
  • Pranzo: pasta integrale condita con olio extravergine di oliva ed uva
  • Cena: feta di tacchino ed uva

Gli spuntini, sia quelli di metà mattina che metà pomeriggio, prevedono la mera assunzione di uva, sia al naturale, sia sotto forma di succo o centrifugato. Nel fine settimana si può aumentare la razione di uva negli spuntini, oppure sostituire con tè verde.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.