1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Denti Gialli: cosa sono, cause, cosa mangiare, prevenzione e possibili cure

Denti Gialli: cosa sono, cause, cosa mangiare, prevenzione e possibili cure

Il colore dei denti è una caratteristica individuale geneticamente predisposta, che cambia a seconda di ogni persona. Esso è influenzato sia dallo spessore dello smalto che riveste i denti, sia dalla dentina che c’è sotto. Non è detto che i denti debbano essere per forza di colore bianco candido, molte persone hanno per natura un colore di denti più tendente all’avorio o al grigio.

I denti gialli, quindi, potrebbero essere semplicemente una caratteristica naturale dell’organismo.

Tuttavia, diventano preoccupanti e potrebbero essere motivo di imbarazzo se frutto di motivazioni diverse dalla genetica. Potrebbero portare ad una serie di conseguenze psicologiche negative, tra cui abbassamento dell’autostima e mancanza di voglia di sorridere. In tal caso, i denti gialli, non sarebbero un sintomo o una malattia, ma soltanto un inestetismo.

Cause dei denti gialli

Sbagliato è pensare che i denti gialli possano essere soltanto una conseguenza di cattiva igiene orale. Sebbene questa possa essere una causa importante, non è sicuramente l’unica determinante. Tra le cause più frequenti, infatti, ricordiamo:

  • I pigmenti di alcuni alimenti e bibite colorate possono macchiare lo strato superficiale dello smalto e intaccare la dentina. Bisogna quindi fare attenzione a: liquirizia, caffè, tè, cioccolato e caramello. Nel caso in cui si consumino questi alimenti, si consiglia di lavare i denti immediatamente dopo.
  • Conosciutissima causa dei denti gialli è anche il tabacco da masticare, nonché la nicotima contenuta nel fumo da sigaretta, che riesce a penetrare nei denti
  • E’ possibile, inoltre, che per genetica o come conseguenza di una cattiva igiene orale, si formino depositi di placca e tartaro tra i denti, che li fanno sicuramente sembrare più gialli di quanto in realtà non siano
  • E’ possibile anche che le carie, nello stato iniziale, si manifestino attraverso delle macchie gialle sui denti
  • La flora batterica fisiologica oro faringea potrebbe portare all’ingiallimento, così come il
  • Ci sono alcuni farmaci che causano delle discromie dentali nell’arco di tempo in cui se ne fa uso: clorexidina, antisettico, collutori, sali di ferro (per i quali si consiglia di bere con la cannuccia), antibiotici (amoxicillina, acido clavulcanico, linezolid), fluoro in eccesso (che nei bambini comporta la demineralizzazione dei denti e la comparsa di macchie bianche)
  • Tetracicline: se se ne fa uso durante la crescita dei denti possono essere causa di macchie marroni, gialle o grigie permanenti
  • Ciprofloxacina: è un fluorochinolone che può dare luogo a macchie color verde
  • Anche l’avanzamento dell’età fa cambiare colore dei denti, e per questo, purtroppo c’è ben poco da fare

Prevenzione dei denti gialli

Sicuramente ci sono dei modi per cercare di arginare quanto più possibile il fenomeno dei denti gialli, i così-detti metodi di prevenzione. Consigliamo, infatti, di:

  • evitare il consumo di alimenti che macchiano o di lavare i denti immediatamente dopo aver mangiato. Tra gli alimenti maggiormente sconsigliati ci sono: radici (liquirizia, curcumarapa rossa); fiori e parti degli stessi (zafferano); semi pigmentati e alimenti prodotti con gli stessi (fave di cacao, cacao in polvere, cioccolato nero, cioccolata in tazza); bevande (anche liofilizzate) o alimenti ricavati dall’infusione di semi (caffè, caffè d’orzo); bevande ricavate dall’infusione foglie (tè, caffè di cicoria); Spremitura o fermentazione di frutti (mosto, sugali, vino, vino barricato, vino liquoroso); residui della cottura/combustione (zuccheri caramellati); bevande con i coloranti (coca-cola); estratti vegetali (mallo di noce); frutti essiccati e ossidati:(prugne essiccate); pigmenti animali (nero di seppia); aceto balsamico, liquori, amari
  • smettere di fumare (anche per la salute generale del corpo)
  • avere un’accurata igiene orale: lavare i denti tre volte al giorno, utilizzare il filo interdentale, e fare la pulizia professionale dal dentista ogni 6 mesi

Possibili cure per i denti gialli

Pubblicità
Aloe Ferox Bioness

Purtroppo, non sempre è possibile riuscire a prevenire i denti gialli e, talvolta, c’è bisogno di intervenire quando l’inestetismo è già comparso. Fortunatamente, anche in questo caso esistono molteplici rimedi, sia naturali che chimici, che possono essere utilizzati.

Naturalmente, l’obiettivo comune di tutti questi rimedi è lo sbiancamento dei denti. 

Rimedi naturali

  • Bicarbonato: ottimo sbiancante, da utilizzare quando si lavano i denti insieme al dentifricio. Si consiglia, però di farne un uso moderato perché potrebbe danneggiare lo smalto dei denti favorendo la comparsa di macchie, carie, sanguinamento delle gengive, maggiore sensibilità dei denti e pulpite.
  • Salvia: una foglia fresca di salvia da strofinare sui denti favorisce lo sbiancamento e risolve i problemi di alitosi
  • Acido malico: può essere ricavato maggiormente da fragole o mele; toglie le macchie e sbianca
  • Limone: torna utile soprattutto contro il giallo causato dal fumo di sigaretta; si può utilizzare facendo dei gargarismi o strofinandone la buccia sui denti. Questo perché il limone è un frutto acido, di conseguenza erode la superficie dello smalto dei denti e rimuove le macchie. La sua acidità, tuttavia, è un’arma a doppio taglio, in quanto se usato in quantità eccessiva potrebbe rovinare lo smalto dei denti
  • Alimenti che stimolano la salivazione: la saliva svolge un’azione antibatterica, prevenendo così la formazione di tartaro e placca. Alcuni di questi alimenti sono: uva passa, mele granny smith, sedano, carote.
  • Perossido di idrogeno o acqua ossigenata: in soluzione al 3% può essere usata mescolata ad un cucchiaino di bicarbonato per fare un dentifricio fai da te. Da usare sporadicamente
  • Cenere del legno di noce: è ricca di idrossido di potassio; va applicata sfregata sui denti

Rimedi chimici

  • Bleaching professionale con perossido di idrogeno o bicarbonato fatto dall’odontoiatra
  • Sbiancamento con il laser
  • Mascherine in silicone con perossido di carbammide (altro agente sbiancante) da poter utilizzare autonomamente
  • Penna sbiancante fai da te

Non esistono farmaci in grado di curare i denti gialli.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.