1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Antociani: cosa sono, proprietà, utilizzi e controindicazioni

Antociani: cosa sono, proprietà, utilizzi e controindicazioni

Conosciute ugualmente col denominativo di antociani all’interno del vino rosso, sono le Antocianine, e dunque complesso amplificato e diversificato di molecole idrosolubili rientranti nel complesso familiare dei flavonoidi.

Risultano essere pigmenti che vanno dalla tonalità rossastra al blu scuro, in base al pH alla zona ambientale nel quale sono disposti.

Cosa sono gli antociani?

Pubblicità
Aloe Ferox Bioness

Risultano compresenti all’interno delle piante, all’interno del quale operano funzione essenziale di richiamare a se gli impollinatori e gli animali aventi la funzione di propagarsi da frutteti alla sementa.

Per quanto concerne la struttura chimica, le antocianine risultano essere glucosidi, all’interno del quale gli agliconi, denominati antocianidine, presenta struttura similare ai pigmenti vegetali giallognoli, cosiddetti flavonoli.

La tonalità che donano alla pianta variano a seconda del pH del luoghi dove sono presenti. Il similare pigmento presenta tonalità avverse nella medesima cellula vegetale in base all’acidità dei succhi cellulari in esso presenti. L’essere umano utilizza le caratteristiche benefiche degli antociani per la funzione antiossidante e dunque azione anti-age nonché di salvaguardia di molteplici patologie di decadimento.

Gli stessi risultano presenti all’interno dei boccioli e dei frutteti di molteplici piante. Conferiscono tonalità ai boccioli della malva e delle petunie, dei frutteti (uva, mirtilli, fragole e verdure, così come cavolo rosso e cipolla rossa). La tonalità della barbabietola rossa e della bouganville risultano essere conferiti da ulteriori fattori, quali le betacianine.

Per quanto concerne l’idrolisi enzimatica dei glucosidi delle antocianine risulta ricavato da differenti antocianidine. La cianidina dà vita alla tonalità rossastra della rosa, dell’uva rossa, del frutteto del mirtillo, contrariamente alla delfinidina, la quale dà vita alla tonalità violacea all’interno del Viola tricolor L.

Determinati soggetti conferiscono a codeste colorazioni, la funzione di setacciare le radiazioni dei raggi solari tossici, ulteriori propagano codesta congettura conferendo agli antociani azione di salvaguardia dall’eventuale secchezza durante le situazioni di eccessivo illuminamento.

Proprietà degli Antociani

Sebbene non siano essenziali per il nutrimento dell’essere umano, gli antociani svolgono funzione di vantaggio sull’organismo. Mediante le conosciute caratteristiche benefiche antiossidanti, tendono ad essere a tutti gli effetti un antidoto naturale contrastante il deterioramento.

Metodicizzando le terminologie di mira colazione di codesta attestazione, la caratteristica maggiormente avvincente degli antociani risulta strettamente connessa alla funzione di salvaguardia del microcircolo. Per questa motivazione, il succo di mirtillo, risulta essere la peculiare sorgente naturale dei glicosidi antocianici, tende ad essere raccomandato al fine di contrastare la fralezza dei capillari (dunque cellulite, varici, emorroidi); in aggiunta, mediante la funzione antiedemigena, risulta essere ottimale al fine di risoluzionare le problematicità di ritenzione idrica.

Gli antociani del mirtillo risultano essenziali per la cura della frelezza e della penetrabilità capillare del bulbo oculare. Ad oggi, risulta conferito ampia importanza al frutteto avente un elevato quantitativo di antociani, ossia il maqui, peculiare dell’America meridionale e ridenominato il frutteto della perpetua gioventù. Inoltre, agli antocianici tendono ad essere conferite caratteristiche antinfiammatorie e antiaggreganti piastriniche le quali, congiuntamente alla funzione vasodilatatoria e antiossidante, risultano essere efficienti per tutto il sistema cardiovascolare.

Il corretto utilizzo di prodotti aventi un elevato quantitativo di antociani risulta pertanto essere di efficiente salvaguardia al fine di contrastare i risultati passivi causati dall’ipercolesterolemia. Alfine, gli antociani svolgono funzione scavenger e dunque di rintraccio delle tossine per quanto concerne i radicali liberi e risultano pertanto essenziali al fine di salvaguardare la salute organica da eventuali attacchi di agenti cancerogeni ed allentare l’inevitabile fattore naturale del deterioramento. Nell’ambito della medicina tradizionale, le antocianine tendono ad essere adoperate al fine di trattare stati febbrili, fastidi epatici, ipertensione arteriosa, diarrea, dissenteria, infezioni e raffreddori.

Ottimali al fine di agevolare l’operosità degli occhi, funzione vantaggiosa risulta essere attestata per quanto concerne l’abbassamento della penetrabilità capillare. Operano al fine di salvaguardare l’eventuale sviluppo di placche aterosclerotiche causa di elevati quantitativi di colesterolo e abbassare eventuali attacchi di piastrine.

Risultano vantaggiosi al fine di salvaguardare cancro e istigare la formazione di citokine e dunque delle difese immunitaria. Così come accade per i flavonoidi, la funzione antiossidante e dunque di salvaguardia delle patologie di decadimento, risulta essere dovuta dalla potenzialità di proliferare l’eccedenza di vigore da parte dei radicali liberi, contrastando che comportino danneggiamenti alle strutture cellulari. Dato che uno stile di vita teso, un regime alimentare scorretto, nicotina, alcol e inquinamento risultino essere il primario movente di sviluppo dei radicali liberi, ciascun soggetto deve accrescere il dosaggio quotidiano di frutta e verdura avente un elevato quantitativo in antocianine.

Ricerche odierne, al fine, attestano che codesta funzione antiossidante svolga funzione di riduzione dell’accatastamento di acidi grassi saturi all’interno dei tessuti situati in affinità di pancia e fianchi. Contrastando lo sviluppo degli acidi grassi saturi, le antocianine risultano essere vantaggiosi per quanto concerne la cura dell’eccedenza di peso e dell’obesità.

Controindicazioni degli Antociani

Le antocianine non risultano avere controindicazioni. Deglutire frutta e verdura dall’avventato quantitativo di antiossidanti risulta essenziale per salvaguardare il benessere dell’organismo.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.