1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Semi di Lino: che cos’è, proprietà, benefici, utilizzi e controindicazioni

Semi di Lino: che cos'è, proprietà, benefici, utilizzi e controindicazioni

semi di lino nascono sulla pianta Linum usitatissimum e vantano un alto contenuto in minerali nonché in proprietà; le principali sono le proprietà emollienti protettive. 

Nel campo cosmetico vengono utilizzati soprattutto nel trattamento dei capelli, anche se risultano molto utili nella cura di cistite stipsi. 
Scopriamo meglio insieme quali sono le sue proprietà e benefici e come possono essere utilizzati!

Proprietà e benefici dei semi di lino

Piperina e Curcuma Plus Natural Fit

I semi di lino vantano da sempre proprietà emollienti protettive, le quali, li rendono molto utili per contrastare infiammazioni interne, come le cistiti, ed infiammazioni esterne dell’epidermide.
Essi sono dotati di mucillagini, quali sostanze vegetali dal potere lassativo e coadiuvanti per prevenire la stipsi.

I semi di lino fanno parte di quella categoria di integratori alimentari utili per contrastare la stitichezzanonostante essi non siano definiti dei lassativi, ma soltanto degli emollienti per l’intestino, i quali, aiutano a regolarne la motilità. E’ così che l’intestino va a riattivare la peristalsi permettendo di defecare.

Vista questa importante proprietà dei semi di lino, essi svolgono un’azione lenitiva rinfrescante della flora intestinale. Nonostante vengano utilizzati per lunghi periodi, essi non comportano effetti indesiderati o dipendenze funzionali.

All’interno dei semi di lino è inoltre possibile trovare acidi grassi quali Omega 3 ed Omega 6preziosi contributi per la salute di tutto il corpo, nonché validi alleati che permettono il regolare funzionamento del sistema immunitario.

Come già accennato, i semi di lino vengono sovente utilizzati anche nella cura dei capelli. Sul mercato è infatti possibile trovare molteplici rimedi avente come base il suddetto componente, come: olio di lino, creme e shampoo.

Nutrienti dei semi di lino

All’interno dei semi di lino è possibile trovare un gran numero di minerali, i quali li rendono molto utili per l’organismo:

Essi contengono almeno il 20% di proteine, ed il 40% di lipidi. 
Gli acidi grassi polinsaturi sono:

Utilizzi dei semi di lino

Vediamo insieme in quali campi risultano utili i semi di lino!

In cucina

I semi di lino non devono essere consumati in dosi eccessive, infatti è consigliata l’assunzione di un massimo di 2 o 3 cucchiaini di semi crudi, tritandoli o schiacciandoli in molta acqua o addirittura tisane.

Essi possono essere consumati anche all’interno di minestre calde. Se si vuole preparare una tisana dall’effetto lassativo è possibile portare ad ebollizione 2 cucchiaini di semi schiacciati in acqua. Filtrare poi il tutto.

I semi di lino risultano del tutto insapori, ed è per questo che non vantano qualità culinarie importanti a differenza delle sue particolari proprietà curative.

I semi di lino hanno bisogno di essere frantumati attraverso un mortaio, in quanto la loro parte esterna risulta essere abbastanza dura. Così come gli altri semi oleosi, anche i semi di lino sono molto indicati per arricchire insalate muesli. Come già detto, sono utili anche in tisane sia carminative che lassative.

In cosmesi

Come più volte detto, i semi di lino sono molto utili nel campo cosmetico e quindi per trattare meglio i capelli, donandogli maggiore salute.

Qui di seguito lasciamo una ricetta per preparare in casa un rimedio adatto ai capelli opachi e sfibrati: 

Lasciare i semi in ammollo per tutta la notte. Il giorno dopo, nella stessa acqua di ammollo, farli bollire a fuoco medio per almeno una mezz’ora. E’ possibile unire dell’olio d’olivail quale renderà l’impacco dall’effetto ancora più nutriente per i capelli. Terminato questo processo, filtrare il composto eliminando i semi di lino. Passarlo sui capelli asciutti lasciandolo agire per qualche minuto. I vostri capelli risulteranno più splendenti e morbidi.

Controindicazioni dei semi di lino

Vediamo le controindicazioni che possono comportare i semi di lino.

Malattie degenerative

I semi di lino nell’intestino generano una massa gelatinosa viste le mucillagini in essi contenuti, e i pazienti con malattie degenerative tipo le sclerosi, possono andare incontro a gravi ostruzioni intestinali, pertanto vanno a bloccare il transito intestinale anziché liberarlo.

In gravidanza

La loro  componente fitoestrogena fa sì che i semi di lino non siano adatti ad essere assunti da donne in gravidanza. Ad oggi non vi sono studi certi che possano approvare la cosa, ma pare che essi possano andare ad influenzare lo sviluppo dell’apparato riproduttivo del feto

Vi sono però altre correnti di pensiero che ne raccomandano l’assunzione in quanto aiutano nella prevenzione di emorroidi favorendo lo sviluppo cerebrale del feto. In caso vi fossero dubbi, è comunque bene evitarne l’assunzione, in quanto è possibile trovare molti altri rimedi che permettono il transito intestinale in gravidanza.

Per i bambini

L’assunzione dei semi di lino è inoltre sconsigliata ai bambini, in quanto essi posseggono un apparato gastrointestinale molto delicato, che si sta ancora strutturando. Per loro è meglio avvalersi di rimedi più semplici e delicati.

Effetti collaterali dei semi di lino

Nei periodi iniziali di assunzione dei semi di lino, potrebbero verificarsi delle forme fermentative flatulenze. Queste andranno mano a mano diminuendo, anche se porteranno comunque fastidi come pesantezza, gonfiore o difficoltà a digerire.

I semi di lino hanno comportamenti simili al carbone vegetale, in quanto vanno ad assorbire sostanze farmacologiche ingerite in contemporanea. E’ questo il motivo per cui bisogna fare attenzione ai periodi di assunzioni, cosicché da non creare interferenze.

I semi di lino vengono infine sconsigliati a tutti i soggetti soffrenti di sindrome del colon irritabile o di diverticolite. Per quanto riguarda le infiammazioni del colon, un consiglio è quello di rivolgersi al medico curante, in quanto vi può essere un’alternanza di periodi di stipsi a periodi di dissenteria; i semi di lino potrebbero andare ad incrementare le disfunzioni.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.