1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle(1 voti, voto medio: 5,00)
Loading...

Pineberry: che cos’è, proprietà, benefici, valori nutrizionali e controindicazioni

Pineberry: che cos’è, proprietà, benefici, valori nutrizionali e controindicazioni

La pineberry altro non è che una varietà di fragola dal colore bianco e dai semi rossi. Non abbiate timori però, in quanto non siamo dinanzi ad artefatti da laboratorio o prodotto OGM, ma alla più antica tipologia di fragola oggi esistente.

Che cos’è la pineberry?

La pineberry nasce nel Sud America molti anni fa, ed in seguito a molteplici incroci avvenuti con la varietà di fragole scarlet originarie del Nord America, è nata la fragola che noi tutti conosciamo, dal caratteristico colore rosso.

Pubblicità
Piperina e Curcuma Plus Natural Fit

I coltivatori della varietà Vitalberry hanno avuto il tempo necessario a riscoprire il frutto e salvarlo appena in tempo dall’estinzione, e così, attraverso vari incroci naturali con l’ananas, si è provato a migliorare ed irrobustire la varietà originale. Da questi lavori poi sono nate fragole dalle dimensioni più piccole dalle nostre comuni.

La pineberry è caratteristica per il suo colore bianco ed i semi rossi, il profumo e consistenza come le comuni fragole, ed un sapore molto più vicino a quello delle ananas.

Descrizione delle pineberry

Saranno ormai noti a tutti, sia nel regno vegetale, quanto in quello animale, casi di albinismo, quale anomalia congenita che ha forte incidenza sulla pigmentazione, portando alla generazione di soggetti sprovvisti, e quindi bianchi.

Nonostante la pineberry venga sovente definita fragola albina, questa altro non è che un incrocio tra 2 differenti tipologie america, e quindi Fragaria chiloensis, quale fragola cilena o fragola di spiaggia, e Little Scarlet, o Fragaria virginiana, quali basi genetiche della comune fragola.

Dopo molti anni di selezioni ed incroci con altre varietà, si è arrivati ad una pianta che potesse produrre frutti aventi determinate caratteristiche, ovvero sapone come l’ananas ed un colore bianco e non rosso.

Com’è possibile mangiare la pineberry?

La pineberry, così come le comuni fragole, si può consumare fresco al naturale. Aggiungendo dolcificanti tipo zucchero di canna, miele o malto, si può solo addolcire quel sentore acidolo tipico della macedonia fatta con pineberry. Se invece si è amanti di questo sentore, lo si può incrementare aggiungendo alcune gocce di succo di limone.

Dalla pineberry è possibile ottenere anche dei sorbetti, facendo però attenzione a non unirlo a frutti pastosi od eccessivamente dolci come la banana. Sono in molti ad adoperarla in quanto decorazione esotica, e quindi per guarnire piatti ricercati e speciali.

Proprietà e benefici delle pineberry

La pineberry risulta essere un efficace antiossidantericco in nutrienti utili per migliorare la salute dell’organismo.
Vediamo insieme quali sono i suoi principali benefici:

  • Antiossidanti, in quanto permettono di ridurre l’ossidazione dell’organismo, prevenendo anche patologie cardiache.
  • Energetico, visto l’alto contenuto di carboidrati.
  • Migliorie per il sistema immunitario, viste le proprietà antiossidanti e l’alto quantitativo di Vitamina C, per combattere anche virus ed influenza.
  • Problemi digestivi, visto l’alto quantitativo di fibre utili per diminuire il colesterolo e contrastare le patologie cardiache.
  • Ossa e denti forti, grazie all’alto quantitativo di Vitamina A.
  • Abbassare la pressione sanguigna, visto il potassio ivi contenuto.

Valori nutrizionali delle pineberry

In soli 100 g di pineberry è possibile trovare:

Controindicazioni delle pineberry

Ad oggi non sono state riconosciute particolari controindicazioni legate all’assunzione delle pineberry.

Lo sapevi?

➞ Il termine pineberry è nato unendo 2 particolari termini inglesi, quali pineapple, ovvero ananas, e strawberry, ovvero fragola.

➞ I frutti di pineberry risultano essere molto più piccoli delle fragole che noi tutti conosciamo.

➞ Nel 2003 si stava rischiando l’estinzione della varietà, ed alcuni coltivatori olandesi riuscirono però a preservarne la specie.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.