1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle(5 voti, voto medio: 3,00)
Loading...

Dieta del Panino: come funziona, quanti chili si perdono e menu di esempio

dieta del panino come funziona quanti chili si perdono e menu di esempio

La vita frenetica di tutti i giorni, spesso non ci permette di mangiare ciò che vorremmo, accontentandoci di un pranzo direttamente sul posto di lavoro. Queste abitudini però, non si conciliano con la volontà di fare una dieta dimagrante, considerando che i cibi da asporto sembrano poco salutari.

Quando si ha poco tempo per la pausa pranzo, la soluzione migliore è un panino, comodissimo, da poter mangiare ovunque e soprattutto gustoso. Contrariamente alle convinzioni, non sempre i panini sono inconciliabili con una dieta dimagrante, anzi, conoscendo i giusti ingredienti è possibile prepararsi un panino gustoso ed allo stesso tempo dietetico. Parliamo della dieta del panino, continuate a leggere per scoprire quali ingredienti scegliere e vedere il menù tipo.

Come scegliere il pane giusto?

Piperina e Curcuma Plus Natural Fit

La cosa fondamentale per seguire la dieta del panino è saper riconoscere le diverse varietà di pane e scegliere la migliore. Ogni tipologia di pane ha un quantitativo diverso di calorie, il classico pane bianco ad esempio, possiede circa 240 kcal per 100 grammi, mentre il pane francese 280 calorie per lo stesso quantitativo. Per i fini dietetici è opportuno evitare il pane di soia, i panini ad olio o al latte, perché molto più calorici, così come i pani con aggiunta di frutta secca. Il pane con il minor numero di calorie è quello integrale, in particolare è il pane di segale ad essere il più dietetico, con circa 205 calorie per etto.

Cosa mettere e cosa evitare nel panino?

Se si sta seguendo un regime alimentare dietetico, alcuni ingredienti sono da evitare. Per prima cosa, è opportuno evitare le salse, come ketchup e maionese, che da sole sono in grado di aggiungere dalle 100 a 750 calorie al panino. Considerando che il panino deve sostituire un pasto, questo deve essere completo di tutti i nutrienti. Inserite dunque all’interno il giusto quantitativo di proteine, gli alimenti migliori in cui trovarle sono gli insaccati meno grassi quali bresaola, tacchino, prosciutto magro o cotto senza grasso, o pollo.

Potete aggiungere anche latticini, evitando però i formaggi stagionati o quelli a pasta dura, più ricchi di grassi. Evitate i salumi più grassi come il salame, la pancetta o la mortadella e formaggi come il brie. Prediligete invece formaggi magri come la ricotta, formaggio di capra fresco, fiocchi di latte o mozzarella in piccole quantità, massimo 40 grammi. Via libera infine alle verdure, soprattutto crude. E’ sempre meglio evitare il condimento, ma se proprio è necessario prediligete un cucchiaino di olio di oliva, invece del burro.

Quante volte mangiare i carboidrati?

Secondo la piramide alimentare italiana, i carboidrati, che si trovano al secondo posto, dovrebbero essere consumati in circa 4 porzioni giornaliere. E’ preferibile consumarli durante la prima parte della giornata, concentrandoli a pranzo e prima della merenda, dando così il tempo al corpo di consumare le calorie introdotte prima di cena, evitando la formazione di grasso.

Menù settimanale della dieta del panino

Con la dieta del panino, giornalmente vengono introdotte circa 1300 kcal, consentendo di perdere fino a 2 chili settimanalmente. Ci sono delle regole da seguire ogni giorno ed un menù che va dal lunedì al venerdì, sabato e domenica sono esclusi dalla dieta, ma è sempre opportuno evitare un’alimentazione scorretta o troppo calorica.

Ogni giorno fate colazione con una tazza di latte scremato o parzialmente scremato e due fette biscottate con marmellata, o con 1 yogurt magro e 30 grammi di corn flakes, caffè o thè senza zucchero. A metà mattina, fate uno spuntino con un frutto di stagione, mentre a merenda consumate due palline di gelato alla frutta o 3 biscotti.

Giorno 1, Lunedì

Pranzo: un panino con bresaola e zucchine alla griglia.
Cena: 200 g di merluzzo o 150 grammi di pesce spada o tonno grigliato; 200 grammi di insalata con pomodoro; pane 30 grammi.

Giorno 2, Martedì

Pranzo: panino con pomodoro e mozzarella, condito con origano.
Cena: minestrone di verdure miste, legumi e 200 grammi di spinaci o bietole bollite o al vapore.

Giorno 3, Mercoledì

Pranzo: panino con formaggio fresco e verdure grigliate.
Cena: petto di pollo o tacchino, 150 grammi grigliati 200 grammi di fagiolini e 30 grammi di pane.

Giorno 4, Giovedì

Pranzo: panino con hamburger e verdure grigliate.
Cena: frittata con zucchine accompagnata da 200 grammi di insalata mista.

Giorno 5, Venerdì

Pranzo: un panino con pomodoro e tonno.
Cena: un piatto di spaghetti al pomodoro fresco, 80 grammi, e 200 grammi di insalata.

1

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.